Pagine

sabato 27 dicembre 2008

Croissants – II

Ho scovato questa ricetta nella sezione "Cucinare insieme" del forum di Cookaround. La ricetta è stata postata da Stefania - L'Araba Felice - che è stata precisissima nelle spiegazioni, nei dettagli, nelle foto. Tante cookine hanno impastato contemporaneamente la stessa ricetta e i risultati sono stati sorprendenti!

La cosa mi ha incuriosito ed ho voluto cimentarmi anch'io nella preparazione.. Il dubbio era :

Croissant Francesi o Croissant Italiani ???

La differenza sostanziale tra i croissant francesi e quelli italiani (o, per meglio dire, italianizzati) sta nella quantità di burro: pari al peso della farina per i francesi, la metà per gli italiani..

Io ho optato per gli italiani, sia per una questione calorica, che per una questione di difficoltà di lavorazione... trattandosi di dolce con sfogliatura aumentando la quantità di burro, aumenta la difficoltà ...

100_5437 modificato

Ingredienti:

500g di farina
65g di zucchero
un cubetto di lievito
250 ml di latte tiepido (da aggiungere poco per volta, potrebbe volercene meno..)
2 cucchiaini rasi di sale

Per il panetto di burro se fate i croissants francesi:
500g di burro
2 cucchiai colmi di farina

Per il panetto di burro se fate i croissants italianizzati:
250g di burro
un cucchiaio colmo di farina


Procedimento:

Cominciamo mettendo nell'impastatrice farina e zucchero e versare a poco a poco il latte in cui abbiamo sciolto il lievito.
Aggiungete il liquido a poco a poco, l'impasto non deve assolutamente venire molle ma invece bello compatto!
A meta' lavoro aggiugiamo il sale.

Ora prendere l'impasto, fare una palla, avvolgerla nella pellicola trasparente ed infilarla in un sacchetto per surgelati che chiuderete bene (o in una busta di plastica).
Lasciarlo riposare a temperatura ambiente per mezz'ora, dopodiche' metterlo in frigo fino al giorno dopo (devono passare almeno 8 ore)

Prepariamo il panetto di burro: se abbiamo un'impastatrice con frusta a K mettere il burro freddo nella ciotola con la farina e
batterlo a velocita' elevata finche' si amalgama ma sempre rimanendo freddo.

Mettiamo il burro nella pellicola, ed aiutandoci con la stessa formare una panetto lungo circa 16 cmche va in frigo fino a domani.

Prendiamo la pasta dal frigo, e cominciamo a stenderla con santa pazienza infarinando un pochino il piano da lavoro. Uso il tappetino di silicone per farlo, se lo avete usatelo perche' e' comodissimo anche per spostare la pasta. Dobbiamo arrivare ad avere un rettangolo di circa 45cm X 25 cm e non dev'essere troppo sottile.

100_5421

Ci mettiamo dentro il panetto di burro appena tirato fuori dal frigo e lo avvolgiamo nella pasta come mostrato, con entrambi i lati lunghi della pasta.

100_5422  

Prendere il burro a...mattarellate! Dategli tanti colpi cercando di appiattirlo. Cosi' facendo si appiattisce senza sciogliersi.
Vedrete che il burro pian piano si distribuisce per tutta la lunghezza della pasta.

100_5424 100_5425

Appena e' piatto a sufficienza cominciamo a stendere con delicatezza cercando di riallargare il rettangolo, dobbiamo avere un rettangolo piu' gradne del precedente.
Se dovesse uscire burro coprite il buco con poca farina e subito in frigo a rapprendere, dopodiche' ricominciate.

100_5426

Ora coprite il rettangolone con la pellicola trasparente e mettetelo in frigo.
Se non avete il tappetino di silicone potete usare per metterlo in frigo un largo vassoio,o della semplice carta alluminio, oppure piegarlo delicatamente in due come in foto ma state MOLTO attente a non spezzare il rettangolo al centro o e' un guaio!!!!
Cercate di ricordare in che posizione il rettangolo e' ora davanti a voi, perhce' quando lo riprendiamo dovra' essere messo di nuovo cosi'.

Riprendiamo il lavoro dopo un'ora a mezzo di riposo in frigo. Riprendiamo il rettangolo bello freddo, e mettiamolo davanti a noi esattamente come era prima. Pieghiamo prima un lato corto poi l'altro, sovrapponendoli.

100_5427

Diamo una prima passata con il mattarello poi capovolgiamo la pasta e continuiamo dall'altro lato

Se necessario usare poca farina per spolverare il piano ed il mattarello.
Stendiamo con delicatezza nel senso della lunghezza e poi della larghezza, fermandoci se necessario. Se il burro dovesse uscire tappare
l'eventuale buco con la farina ed andare avanti.
Ora in pratica dobbiamo ottenere un altro rettangolone, ma in questo caso davanti a noi avremo il lato corto e non quello lungo, come vedete
in foto.
Se il burro tende a sciogliersi mettete la pasta 5 minuti in freezer e ricominciate.
Di nuovo come prima coprire con la pellicola e mettere in frigo un'ora e mezzo.
Anche in questo caso ricordatevi il verso, il rettangolo dovra' tornare in quest posizione quando lo riprendiamo, con il lato corto in alto.

Seconda piega:
Prendere il rettangolo e girarlo di un quarto verso destra cosi' ora abbiamo davanti di nuovo un lato lungo.
Guardate l'ultima foto di prima e questa, e capirete subito che giro far fare!
In piu', rivoltate la pasta a faccia in giu'.

Pieghiamo ora i lati corti esattamente come abbiamo fatto prima, e stendiamo di nuovo prima da questo lato, poi dal'altro fino a riformare il nostro caro vecchio rettangolone con un lato corto davanti a noi.
Copriamo con la pellicola e mettiamo un'ora in frigo.

Ultima piega:
Riprendere il rettangolo e fargli fare un quarto di giro (come abbiamo fatto prima) in modo da avere davanti il lato lungo.
Ripiegare i lati corti verso l'interno come da foto, avendo cura di lasciare uno spazio in mezzo.

Ora ripiegare la pasta in due e stenderla un pochino con il mattarello nel senso della lunghezza

Ora rigirare la pasta di un quarto e stenderla un pochino nel verso della larghezza. Otteniamo un ennesimo rettangolo, non impazzite a farlo troppo sottile.
Coprire con pellicola e far riposare un'ora in frigo

Eccoci al taglio:
Riprendere il rettangolo e cercare di stenderlo leggermente, cercando dia llargarlo un po'. Non e' necessario fare una sfoglia sottilissima,
arrivate dove potete.

tagliare tanti triangoli (i miei misurano circa 8cm alla base e circa 15-16 di lunghezza)

Ora prendere ogni triangolo e tirarlo con le mani per allungarlo.

Se volete, questo e' il momento di farcire con una cucchiaiata di cio' che volete alla base.

Arrotolare dalla base ed appoggiare i cornetti nella teglia dove andranno cotti coperta con carta forno.
Spennellarli con uovo battuto con 2 cucchiai scarsi di zucchero.
Mettere le teglie nel forno spento con un pentolino di acqua bollente.
Lievitare circa un'ora e mezzo-massimo 2, ma controllateli perche' non devono spaccarsi ma solo crescere di volume!

100_5428

Importantissimo per cottura ed eventuale surgelamento: appena lievitati metterli in freezer 20 minuti prima di cuocerli, vengono molto meglio.
Questo passaggio del freezer puo' essere prolungato fino a domattina, se preferite cuocerveli per la colazione di domani...o per alcuni giorni se preferite congelarli crudi!
Dopo il freezer spennellare nuovamente con l'uovo ed infornare a 200 gradi per circa 10 minuti, poi abbassate a 180 per altri 20-25
circa.

100_5429


Fateli raffreddare e..gnam!!!! Oppure fateli freddare e congelateli (questo e' il metodo che preferisco).

Altra nota importante per la lavorazione: le soste in frigo possono essere piu' lunghe,anche ad arrivare a diverse ore. L'importante e' che non siano piu' brevi di un'ora.

mercoledì 17 dicembre 2008

Crostata morbida

100_5400 modificato

(ricetta di Marina Braito)

Ingredienti:

200g di farina 00
200g di zucchero ( se si fa con la marmellata 160 gr)
200g di burro morbido
2uova + 1 tuorlo sbattuti con la forchetta
1 cucchiaio scarso di lievito
scorza di limone o rhum
un pizzico di sale
1 vasetto di marmellata (o Nutella)

Procedimento:

Mescolare gli ingredienti asciutti,il limone o il rum (1cucchiaio ),le uova e alla fine il burro morbido. L'impasto risulterà essere una crema che dovrà essere spalmata su una teglia di circa 26cm foderata con carta forno.
Fare delle fossette nell'impasto con il dorso di un cucchiaio (non troppo profondo,altrimenti si buca il fondo e perdete la marmellata)e riempire i buchi e poi tutta la superficie della torta con la marmellata. Nutella, crema di ricotta, crema al mascarpone, quello che si vuole insomma.. anche se con la marmellata è davvero strepitosa!

Infornata a 180° per circa 30 minuti o comunque fino a che, inserendo uno stecchino, questo non uscirà completamente pulito. Sformare tiepida, o, ancora meglio, fredda (difficile... non riuscirete a resistere!).

100_5407 modificato

In alternativa alla marmellata si può utilizzare Nutella, crema di ricotta, crema al mascarpone, quello che si vuole insomma.. anche se con la marmellata è davvero strepitosa!

Grazie Cameron per questa crostata spettacolare!

martedì 16 dicembre 2008

Quiche ai piselli e wurstel

foto 753 modificato

Ingredenti:

1 rotolo pasta sfoglia
1 confezione piselli surgelati
2 wurstel tagliati a dadini
1 cipolla
2 uova
grana grattugiato qb
olio q.b.
sale q.b.


Procedimento:

In una casseruola mettere l'olio e far rosolare la cipolla. Aggiungere i wurstel e far rosolare qualche istante. Aggiungere i piselli e, dopo averli rosolati per bene, salarli e coprirli con acqua. Portare a cottura senza spappolarli. Lasciar intiepidire ed aggiungere il grana e le uova leggermente sbattute con una forchetta. Foderare una teglia con la pasta sfoglia e versarvi il composto di piselli. Infornare a 200° per circa 20 minuti.

Fajitas de pollo

100_5291 modificato

Ingredienti (per 4 persone):

1 petto pollo
1 cipolla
2 peperoni
1 kg pelati
4 tortillas
olio
peperoncino secco o in polvere qb
spezie messicane qb
sale qb
pepe qb

Procedimento:

Tagliare il pollo, la cipolla e i peperoni a striscioline. In una padella antiaderente rosolare la cipolla con l'olio, aggiungere i peperoni e le spezie e far cuocere a fuoco vivo per qualche minuto (aggiungendo se è il caso un filo d'acqua o di vino bianco). Quando i peperoni sono cotti, mantenendo però la loro croccantezza, aggiungere le striscioline di pollo. Una volta rosolato per bene il pollo, aggiungere poco per volta i pelati frullati, facendo assorbire il sughetto dal pollo e portare a cottura. Scaldare in forno le tortillas e riempire con una generosa mestolata di ripieno.

Quiche ai funghi

foto 752 modificato

Ingredienti:

1 rotolo pasta sfoglia
500 gr. funghi (io ho usato pleurotus)
200 ml. besciamella
grana grattugiato, una manciatina
1 spicchio aglio
prezzemolo
olio evo qb
sale qb
pepe qb

Procedimento:

Mettere l'olio e l'aglio in una padella. Unire i funghi e far cuocere a fuoco vivace per circa 10 minuti. Salare e pepare.
Aggiungere il prezzemolo tritato.
Preparare la besciamella con 20 gr. burro, 20 gr. farina e 200 ml. latte.
Aggiungere il grana e poi i funghi.
Foderare una teglia con la pasta sfoglia, versare il composto di funghi ed infornare a 200° per 20 minuti.

martedì 9 dicembre 2008

Torta Tenerella

Mi sono decisa a preparare questa torta in occasione del mio 2° anniversario... che dire, è veramente tenerella! Rimane così umida che si squaglia in bocca, ha riscosso davvero un grande successo! E poi è talmente semplice che si può fare in qualsiasi momento!

100_5360 modificato

(ricetta di Maurizio Santin)

Ingredienti:

200 gr di cioccolato fondente al 45-55%
100 gr di burro
100 gr di zucchero semolato
4 uova
60 gr di farina 00

Procedimento:

Fate fondere il cioccolato fondente e unitelo al burro morbido facendo sciogliere il tutto in un bagno-maria. Con una frusta mescolare continuamente e aggiungere i 4 tuorli, uno alla volta. infine, la farina setacciata. Montare gli albumi con i 100 gr di zucchero unendolo un po' per volta.Unire il composto di cioccolato agli albumi ben montati facendo attenzione a non smontare il composto. Imburrare ed infarinare una teglia, versarvi l'impasto e far cuocere a 170°C per circa 15-20 minuti. La torta deve rimanere abbastanza tenera. Volendo, si possono fare dei mini-tortini in formine singole: in tal caso, il tempo di cottura diminuisce notevolmente.

lunedì 8 dicembre 2008

Malloreddus alla campidanese

Un classico della nostra amata cucina sarda… sarebbe stato ancora più classico se avessi trovato i malloreddus “originali” di 3 colori: beige (solo semola), giallo (con zafferano) e verde (con spinaci). Pazienza, erano ottimi ugualmente!

foto 730 modificato

Ingredienti per 4 persone:

320 gr. di malloreddus
500 gr. di passata di pomodoro
250 gr. di salsiccia fresca
1/2 bicchiere di vino bianco
2 spicchi d'aglio
peperoncino 1 pizzico
olio extravergine d'oliva q.b.
pecorino stagionato q.b.
basilico q.b.
sale q.b.

Procedimento:

Soffriggere l'aglio e la salsiccia sbriciolata privata della pelle. Quando la salsiccia si sarà dorata versare il vino e lasciar evaporare. Aggiungere la passata di pomodoro e il peperoncino. Portare a bollore, abbassare la fiamma, coprire e lasciar cuocere per circa 20'. Regolare di sale e proseguire con la cottura per altri 10/15 minuti. Aggiungere il basilico e spegnere il fuoco. Nel frattempo cuocere i malloreddus in abbondante acqua salata, scolare al dente e far saltare nella padella con il sugo. Spolverizzare di abbondante pecorino grattugiato.

Crostata di ciliegie e ricotta

Ho trovato questa squisitezza sul blog di Antonella .. sarà stata la foto, non so, ma erano giorni e giorni che ci pensavo e ci ripensavo! Ed eccola qui!

foto 768 modificato

La ricetta è quella della Pasta Frolla Soffice delle Sorelle Simili, per il ripieno ho utilizzato:

- marmellata di ciliegie quanto basta per creare un strato non troppo spesso.
- 400 gr di ricotta setacciata con 50 gr di zucchero e 1 tuorlo.

Per comporre la crostata ho steso i 2/3 dell'impasto su una teglia coperta di carta forno bagnata e strizzata. L'ho messa a riposare in frigo una mezzoretta. Ho steso un leggero strato di marmellata e ho spalmato sopra la crema di ricotta. Ho formato le striscioline di pasta. In forno a 170° per circa 20/25 minuti. Una volta cotta, ho spolverizzato con dello zucchero a velo.

Un particolare della fetta per vedere gli strati...

foto 774 modificato

Pasta frolla

Ho sempre utilizzato queste dosi per fare crostate, biscotti e ciambelle. Poi ho scoperto (grazie ad Antonella) che sono le stesse delle mitiche Sorelle Simili..

Loro differenziano la frolla in "Croccante" - per biscotti e crostate - e "Soffice" - per torte con creme e frutta, ciambelle e biscotti.

foto 748 modificato

(Ricetta Sorelle Simili)

Ingredienti:

500 g Farina 00
200 g Zucchero semolato
200 g Burro
2 uova intere
un pizzico di sale

(per la frolla soffice si aggiunge 1 bustina di lievito)

Procedimento:

Setacciare la farina sul tavolo. Tagliare il burro freddo di frigo a pezzetti e sfregarlo con le dita inseme alla farina, fino ad ottenere delle briciole.
Fare un buco al centro e metterci le uova, gli aromi (buccia limone o vaniglia) e lo zucchero.
Battere con una forchetta questi elementi finchè non saranno completamente amalgamati.
A questo punto cominciare a prendere la farina dai lati, resistendo dal manipolarla più del tempo necessario a far amalgamare tutto.
Avvolgere il panetto ottenuto in un pezzo di pellicola e porlo a riposare in frigorifero per almeno un'ora.
Dare la forma desiderata e cuocere a 180°. Il tempo di cottura dipende dalle dimensioni e dalla forma del dolce. La frolla non deve comunque prendere colore.

foto 787 modificato

martedì 2 dicembre 2008

Pasta choux ... ovvero ... Bignè

Ecco un piccolo miracolo culinario… palline di pasta che per magia diventano nuvolette pronte ad accogliere le più squisite creme…. pasticcera, chantilly, al cioccolato, al caffè, zabaione, panna… devo continuare?

Potrei farlo elencando anche i possibili ripieni salati.. ma per me i bignè sono solo dolci.. quindi non lo farò!

foto 709 modificato

Ingredienti:

125 gr. acqua
75 gr. farina
50 gr. burro
2 uova
sale, un pizzico
 

Procedimento:

Mettere in una casseruola il burro, l'acqua e il sale e porre sul fuoco.
Appena l'acqua comincerà a bollire, togliere dal fuoco e versare la farina d'un colpo.
Mescolare con un cucchiaio di legno e rimettere la casseruola sul fuoco. La farina formerà una palla che comincerà a sfrigolare e a staccarsi dalle pareti della casseruola. Lasciar cuocere per 2 o 3 minuti, dopodichè rovesciarla sul piano di marmo allargandola con il cucchiaio per sfreddarla rapidamente.
Quando sarà fredda metterla in un contenitore ed aggiungere le uova una per volta, non mettendo il secondo finchè il primo non si è ben amalgamato.
Continuare a lavorare energicamente la massa finchè non sarà vellutata e farà le bolle.
Formare i bignè con la sac a poche ed infornare a forno ben caldo (200 gradi circa). Dopo sei- sette minuti (quando sarà ben gonfio) abbassare a 190 e portare a cottura, tenendo - negli ultimi dieci minuti - il forno aperto in fessura con un cucchiaio di legno.
Se tutto è andato bene l'interno sarà vuoto e asciutto

Quiche agli spinaci

foto 732 modificato

Ingredienti:
1 rotolo pasta sfoglia,
500 gr di spinaci
qualche fetta di formaggio tipo fontina/galbanino/filante
2 uova
50 gr di parmigiano,
sale
noce burro

Procedimento:
Dare una bollita agli spinaci e successivamente saltarli in padella con un pochino di burro. Aggiustare di sale. Stendere il rotolo di pasta sfoglia con la sua carta da forno su una teglia. Distribuire metà degli spinaci sulla sfoglia, disporre le fette di formaggio e coprire con gli spinaci restanti. Sbattere con una forchetta le uova con un po' di sale e il parmigiano e versare il composto sugli spinaci. Terminare con una spolverata di parmigiano. Infornare la quiche agli spinaci in forno già caldo e far cuocere a 180° per circa 30 minuti.

Veramente buona e veloce! Se si hanno delle fette di prosciutto o mortadella in frigo.. ben vengano! Direttamente sulla pasta prima di aggiungere gli spinaci..

giovedì 27 novembre 2008

Torta al cocco

foto 692 modificato

Ingredienti :

360 gr. di farina
250 ml. di latte
250 gr. di zucchero
160 gr. di farina di cocco
160 gr. di burro
2 uova
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 scorza grattugiata di limone (facoltativa)

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 190°C.
In una ciotola capiente fare la fontana con la farina setacciata. Porre in mezzo lo zucchero ed il lievito. In un’altra ciotola battere leggermente le uova con il latte ed il burro fuso almeno intiepidito. Aggiungere il composto con le uova nella ciotola della farina e zucchero e, con la frusta, amalgamare per bene. Aggiungere la farina di cocco ed eventualmente la scorza di limone grattugiata e continuare ad amalgamare, ottenendo un composto abbastanza fluido. Versare in una tortiera di 28 cm. di diametro ed infornare per 45/50 minuti.

Il risultato è una torta super soffice e super profumata e, vista la lavorazione (3 minuti a mano..) super veloce!

Uova al pomodoro

Questo piatto mi piace tanto perchè mi ricorda la mia nonna… Non ricordo se le piaceva o se lo faceva spesso… so solo che nella mia mente le uova al pomodoro le associo a lei! Ciao nonnina..

foto 675 modificato

Ingredienti:

Pomodori tagliati a pezzettoni
Uova (almeno 1 a testa)
Basilico
Olio, Sale, Pepe

Procedimento:

In una padella grande scaldare poco olio di oliva e aggiungere i pomodori e tanto basilico, alzare la fiamma e cuocere rapidamente i pomodori che non devono diventare acquosi e non si devono spappolare.
Sgusciare le uova sui pomodori mantenedole distanziate, salare e pepare ogni tuorlo e portare a cottura completa solo il bianco, il tuorlo deve rimanere cremoso.
Spegere il fuoco e servire ogni uovo con la porzione di pomodoro che il bianco ha inglobato.
Accompagnare con tanto pane.

Pollo arrosto con patate al crisp

In mezzora un profumatissimo pollo arrosto con patatine.. Per chi ha bambini è veramente l’ideale per una cena dell’ultimo minuto

foto 688 modificato

Ingredienti:

Cosce di pollo a piacere e/o altre parti del pollo
2 patate
olio evo q.b.
sale q.b.
rosmarino q.b.

Procedimento:

Pulire il pollo, lavarlo ed asciugarlo bene con uno scottex.
Praticare dei tagli sulla superficie e tutto intorno ed inserite dei rametti di rosmarino, salare e, se si ha tempo, lasciar insaporire per una mezz'ora in un contenitore coperto.
Nel frattempo pelare le patate e tagliarle a tocchetti, salarle, cospargere sulla superficie un filo d'olio e mescolare bene.
Disponerre nel piatto crisp insieme al pollo precedentemente preparato e cuocere per 30 min. funzione crisp, girando di tanto in tanto.

Melizie

Questo è un dolcetto buono e veloce… vuole imitare un dolce che fanno negli Autogrill che “pare” sia divino, il cui profumo fa venire voglia di addentarne istantaneamente uno…. dico “pare” perchè nella mia bella isola Autogrill non ce n’è.. ma ne ho sentito parlare talmente bene che ho voluto provarli.. ed ho capito perchè le chiamano Melizie!!!

02112008(001) modificato 

Ingredienti:

Pasta sfoglia
Mele
Miele
Zucchero

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 200°C.
Spianare la pasta sfoglia ad un’altezza di circa 3 mm. Ritagliare dei rettangoli di circa 18x9 cm. Dividere la mela in quattro parti, togliere il torsolo, sbucciarla e tagliarla a fettine di circa 3 mm. (o a dadini piccolissimi). Porre dal centro, verso una sola parte, le fettine (o dadolata) di mele a ventaglio. Versarci sopra un cucchiaino abbondante di miele. Spennellare di acqua i bordi di metà perimetro e chiudere il fagottino, ripiegando due volte i bordi. In una tazzina miscelare mezzo cucchiaino di miele con mezzo di acqua e spennellarci tutta la superficie che ricoprirete di zucchero. Porre i dolci in una teglia ricoperta con carta forno ed infornare per 15/20 minuti fino a doratura della superficie.

Io ho aggiunto anche delle noci a pezzetti… ottimo abbinamento!

Paris - Brest

La Paris-Brest è un classico della pasticceria francese creato in occasione della gara ciclistica Paris-Brest-Paris, da un pasticciere parigino che ebbe la geniale idea di dare ai suoi dolci la forma di una ruota di bicicletta.
La Paris-Brest consiste in un “guscio” di pasta choux a forma di grande anello, farcito con crema e guarnito con mandorle tostate e zucchero a velo.

foto 678 modificato

per la pasta Choux ho usato la ricetta di Maurizio Santin:

120 gr di acqua
60 gr di burro
75 gr farina 00
1 pizzico di sale
2 uova grandi (65 gr cad.)

Procedimento:

Mettere l'acqua, il burro a pezzetti e il sale in una pentola dal fondo spesso. Quando bolle togliere dal fuoco e versare la farina in un colpo solo. Rimestare velocemente, rimettere sul fuoco e far seccare .

Versare in una ciotola e aspettare che non salga piu' vapore.

Aggiungere un uovo per volta, l'ultimo aggiungerlo a cucchiaiate, e' possibile che se debba usare anche un uovo extra.

E' pronto quanto tirando su il cucchiaio non straccia piu' e si crea un ricciolo pesante di impasto.

Formare il ciambellone ed infornare a forno ben caldo (200 gradi circa). Dopo sei- sette minuti (quando sarà ben gonfio) abbassare a 190 e portare a cottura, tenendo - negli ultimi dieci minuti - il forno aperto in fessura con un cucchiaio di legno.

Una volta cotta, aspettare che si raffreddi e tagliarla orizzontalmente.

Se tutto è andato bene l'interno sarà vuoto e asciutto.

Riempire con crema pasticcera, io ho utilizzato questa.

Per la copertura io ho usato una semplice spolverata di zucchero a velo.

venerdì 14 novembre 2008

Fagiolata

 Immag005 modificato
Ingredienti:
4 confezioni wurstel piccoli (non mini)
2 scatole fagioli borlotti
1 barattolo pelati
1 spicchio aglio
sale
pepe
peperoncino
olio

Procedimento:
Scaldare l'olio e far soffriggere lo spicchio d'aglio insieme al peperoncino (in polvere o tritato).
Aggiungere i wurstel tagliati a pezzetti di circa 2/3 cm. Far rosolare per bene.
A questo punto aggiungere i pelati frullati o passati con il passaverdure.
Regolare di sale. Portare il sughetto a cottura ed aggiungere i fagioli scolati dall'acqua di conservazione. Far prendere un po' di calore al tutto. Aggiungere pepe ed eventualmente altro peperoncino.

Crostata multicolor (con marmellata e frutta)

Questa è una preparazione moooolto semplice, ma.. signore e signori, ditemi se non è di grande effetto!! .. io adoro questo dolce, è come fare tante crostate utilizzando marmellate e frutta di colori diversi , e la bellezza è che ognuno può scegliere un gusto diverso!

foto 778 modificato


Per la pasta frolla:
200 gr. burro
200 gr. zucchero
400 gr. farina
2 uova
2 pizzichi sale
(a me piace un po' più morbida e friabile, per cui aggiungo anche un po' di lievito..per queste dosi diciamo un po' meno di una bustina...)


Per il ripieno:
marmellata, un vasetto
frutta a piacere - facoltativa

Mescolare velocemente farina, zucchero e burro. Unire il sale.
Quando si formano "briciolone" di composto, unire le uova.
Impastare velocemente il tutto e mettere a riposare in frigo per una mezzoretta.
Riprendere l'impasto e stenderne 2/3 su una teglia coperta di carta forno.
Formare con l'impasto rimanente tante striscioline e posizionarle sulla pasta già stesa a formare un reticolato. Fare lo stesso con i bordi.
Riempire ogni quadratino con marmellata (io ho utilizzato 4 marmellate diverse) e, volendo, guarnire con pezzetti di frutta fresca spennellata di marmellata diluita con un po' d'acqua.
In forno a 180/200° fino a colorazione, circa 20/25 minuti. Prima che si raffreddi spolverare con un po' di zucchero a velo.

Io ho aggiunto all'impasto anche la buccia grattugiata di un limone, che secondo me nella frolla ci sta sempre bene...

100_5373 modificato

Con questa crostata partecipo alla raccolta di Cuor di Panna:

sabato 1 novembre 2008

Fusilli alla carlofortina

Questa è una delle ricette di pasta più buone tra le nostre ricette regionali. A Carloforte la mangereste cucinata con il tonno fresco, ma a casa mia il pesce fresco non piace (si, lo so, siamo sardi… e allora ??) e optiamo per il tonno in scatola.

Il tutto è profumato da una generosa dose di pesto alla genovese, chiara influenza della colonia ligure.. Deliziosa!

100_0146 modificato

Ingredienti per 4 persone:

300 gr. fusilli
pomodori freschi
tonno in scatola (2 da 80gr.)
1 spicchio aglio
2 cucchiai pesto basilico
4 cucchiai olio evo
sale q.b.

Far soffriggere l'aglio in una padella capiente. Scottare i pomodori a fiamma alta e portarli a cottura (pochi minuti, non devono spappolarsi), regolare di sale. Aggiungere il tonno scolato del suo olio. Spegnere il fuoco. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente. Amalgamare alla pasta i 2 cucchiai di pesto, dopodichè versare nella padella col sugo e far saltare i fusilli aggiungendo eventualmente un po' di acqua di cottura della pasta.

Danubio

La curiosità nei confronti di questa preparazione mi è venuta sbirciando nel forum di Alf, dove non credo ci sia qualcuno che non vi si è mai cimentato…

Si tratta di un impasto lievitato dal sapore abbastanza neutro al quale si dà la forma di palline con un ripieno che può essere dolce o salato. Io ho utilizzato la ricetta dei panini al latte di Danabus ed ho farcito con salsiccia sbriciolata, ricotta e crescenza, ma si può utilizzare veramente di tutto!

E’ una preparazione simpatica e molto adatta a buffet: ogni commensale non dovrà far altro che staccare una pallina ed addentarla!

100_0139 modificato
Ingredienti:
500 gr. farina manitoba
75 gr. di burro morbido
1 cubetto di lievito
250 gr. di latte (io uso quello P.S.)
1 pizzico di zucchero
10 gr. di sale

Ingredienti per il ripieno:

salsiccia fresca sbriciolata
crescenza
ricotta

Procedimento:

Mettere in un ciotolino il lievito di birra sbriciolato e aggiungere un cucchiaino di zucchero. Nel frattempo intiepidire il latte e versarlo nell'impastatice, aggiungere la farina e il burro ammorbidito. Impastare per un paio di minuti. Prendere il ciotolino del lievito e girarlo finchè non diventa liquido (basteranno pochi secondi e lo zucchero renderà liquido il lievito). Aggiungere il lievito all'impasto e lavorare per 10 minuti buoni. Poi aggiungere il sale e lavorare altri 10 minuti l'impasto. Il risultato deve essere una pasta bella liscia.
Mettere l'impasto in una ciotola coperto con un panno bagnato e lasciar lievitare finchè non aumenta di tre volte di volume (circa 2.5/3 ore).
Prendere l'impasto e dividerlo in palline (vengono 18/20 palline non troppo grandi), stendere l'impasto (anche usando un mattarello) e farcirlo a piacere (io ho usato salsiccia, crescenza e ricotta).
Mettere in uno stampo lasciando un po' di spazio tra le palline.
Dopo circa un'ora spennellare con del latte ed infornare a 180 per 25 minuti circa.

Torta di sapa

Pizza o Focaccia coi fiocchi


INGREDIENTI:
600 gr. di farina 0
10 gr di lievito di birra fresco
20 gr di fiocchi di patate
30 gr di strutto
da 400/425 gr di acqua (dipende dalla farina, l'impasto deve essere morbido come il lobo dell'orecchio)
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di zucchero

PROCEDIMENTO:
Sciogliere il lievito e lo zucchero in 50 gr di d'acqua tiepida e lasciar riposare circa 5 mnt.
Mescolare bene i fiocchi in circa 250 gr di acqua e aggiungere il tutto alla farina, aggiungere il lievito con l'acqua e la restante acqua; impastare a mano per circa 15 minuti, nella mdp l'impasto dura mezz'ora.
I restanti 100 gr di acqua si aggiungono un poco alla volta, fino a che l'impasto diventa morbido ma lavorabile, come il lobo dell'orecchio.
Ce ne potrebbero volere 100 gr ma anche di piu' o di meno, dipende dalla farina.

SE SI VUOL FARE LA FOCACCIA, SCIOGLIERE I FIOCCHI NELLA STESSA QUANTITA' DI LATTE E ACQUA IN PARTI UGUALI, O ANCHE SOLO LATTE

Quando il lievito è ben amalgamato si aggiunge il sale. S'impasta ancora un poco, l'impasto è un po' colloso, ma soffice, eventualmente aggiungere un po' di farina, ma poca.
Si fa lievitare in una terrina bella grande ricoperta con pellicola nel forno chiuso con la lampadina accesa per circa due ore, o nella mdp.
Quando l'impasto sarà raddoppiato, spolverare di farina la spianatoia e versarci l'impasto.
A questo punto si infarinano bene le mani e si fanno le pieghe del primo tipo

Si mette l'impasto con le pieghe rivolte veso il basso e si copre con un panno ben lavato, bagnato e strizzato.
Si lascia riposare 30/45 minuti, dipende dalla stagione.

Poi, senza reimpastare assolutamente, stendere l'impasto in due teglie unte (io ne ho usate una da 20 x 30 e un'altra grande come la leccarda del forno... ma a me piace abbastanza alta!

Altrimenti dividere in due parti uguali e usare due teglie grandi del forno.
Per la focaccia, stendere in due teglie di circa 30 cm. di diametro.
Se l'impasto stendendo fa resistenza, se non si lascia stendere, si aspetta qualche minuto e poi si continua.

PER LA PIZZA:
Una volta stesa condire a piacere con pomodoro a pezzetti, origano, olio e sale e lasciar riposare in teglia ancora circa 30 minuti.
Infornare 10 mnt. alla max temperatura, forno statico, poi togliere dal forno, farcire con la mozzarella e infornare altri 5 mnt. in forno ventilato.

PER LA FOCACCIA:
Si prepara un'emulsione di acqua e olio in parti uguali e un po' di sale, si sbatte bene con una forchetta e si versa piano sulla focaccia bucherellando intanto con le dita per far penetrare l'emulsione nei buchi, facendo attenzione che non vada sul fondo della teglia.

Si fa riposare ancora 30 mnt. e SI INFORNA A 180/200° forno statico fino a che è dorata.
Volendo, all'uscita dal forno, si può pennellare ancora con un po' di emulsione.


Un'altra bontà dal forno di Paoletta...

mercoledì 29 ottobre 2008

Croissants




Lievitino

110 g di farina 00
55 g di farina Manitoba
75 g di latte tiepido
25 g di lievito
2 cucchiaini di zucchero
Ho impastato i vari ingredienti ed ho messo a lievitare per 1 h.

Impasto
190 g di farina 00
145 g di farina Manitoba
125 g di acqua fredda
75 g di burro a pezzetti
25 g di strutto
1 uovo + 1 tuorlo
50 g di zucchero (se si farciscono con crema, marmellata o Nutella, aumentare a 100 gr. se i lasciano vuoti)
10 g di sale
scorza grattugiata di mezzo limone
il lievitino

Spennellatura
Un tuorlo ed un po' di latte

Procedimento:
Ho impastato il tutto aggiungendo il sale quasi alla fine. Ho lavorato un po' a mano e poi ho steso la pasta formando un rettangolo aiutandomi con un po' di farina. Ho aggiunto 80 g di burro a pezzetti per la sfogliatura disponendo il burro solo su 3/4 della sfoglia.Ho piegato a libro , prima la parte senza burro portandola verso il centro e poi la parte superiore. Ho eseguito 3 giri, come per la pasta sfoglia, mettendo tra un giro e l'altro la pasta ricoperta da pellicola in frigo per 30'. Ho poi steso la pasta in un grande rettangolo , l'ho tagliato a metà orizzontalmente ed ho tagliato i vari triangoli. Ho formato i croissant e li ho congelati. Sabato sera li ho tolti dal congelatore e li ho fatti lievitare tutta la notte a temperatura ambiente. Domenica mattina li ho spennellati con tuorlo e latte e infornato a 180° fino a colorazione.

Alternativa:
Dopo la formatura lasciare in frigo tutta la notte coperti da pellicola. La mattina dopo tirare fuori 2 orette prima di infornare.

Una via di mezzo tra le brioches e le conchiglie di sfoglia.. Ottimi!!! Grazie Ludi!

Briosci cu' zuccuru


Direttamente dal blog di Paoletta ... mi hanno ispirato ed ho voluto provarle.. eccole

INGREDIENTI:
g 250 farina manitoba Lo Conte
g 250 farina 00
g 75 zucchero
g 5 sale
g 75 di strutto
g 20 di lievito di birra
170 ml d'acqua
170 ml di latte

PROCEDIMENTO:


Se si vogliono fare in giornata.

Fare un impasto con gli ingredienti indicati, lo strutto alla fine.
Porre a lievitare per un'ora e mezza in luogo tiepido, e comunque fino al raddoppio. Sgonfiare un poco l'impasto, fare le pieghe del secondo tipo e lasciar riposare circa 15/20 minuti.
Quindi formare i maritozzi a forma di treccine, senza rilavorare eccessivamente l'impasto.

Allinearli man mano distanziati sulla placca foderata di carta forno, pennellarli con una miscela di latte e acqua e lasciarli lievitare fino al raddoppio.
In estate bastano circa 40 minuti, in inverno ci vorrà anche più di un'ora.
Pennellarli di nuovo con la miscela di latte e acqua e cuocere in forno a 180/190° circa finchè non saranno belli dorati.

Non appena sfornati si spennellano di nuovo e subito si spolverano con abbondante zucchero semolato.

Alternativa:
Impastare con 13 gr. di lievito, far lievitare 50' e mettere in frigo circa 9 ore. Al mattino riprendere l'impasto, lasciarlo a temperatura ambiente poco più di un'ora, poi procedere come da ricetta.

sabato 4 ottobre 2008

Treccia dolce e salata


Pan brioche delle sorelle Simili

per il lievitino:
g 150 di farina 00 di forza
g 90 di acqua
g 25 di lievito di birra

Impastare velocemente e fare riposare per 45 / 50 minuti fino al suo raddoppio coperto a temperatura ambiente.

per l'impasto:
g 350 di farina 00 di forza
g 50 di acqua
g 100 di burro ammorbidito a temperatura ambiente
2 uova
g 30 di zucchero
g 10 di sale

n.b. per la treccia dolce aumentare lo zucchero a 80/100 gr., diminuire il sale a 5 gr. e aggiungere aromi a piacere: vanillina, scorza arancia o limone etc...

Procedimento:
Fare un impasto sul tavolo con il resto degli ingredienti e lavoratelo bene. Appena il lievitino è pronto mettetelo sul tavolo schiacciatelo bene e tiratelo con il le mani, mettete al centro il secondo impasto poi cominciate a lavorarlo battendo finchè non ci saranno più striature bianche il che indica che i due impasti si sono già completamente amalgamati (ci vogliono almeno 15 minuti). Mettere in una ciotola unta di burro e fatelo lievitare per 1 ora e mezza. Rovesciare sul tavolo e dare la forma desiderata. Io ho ricavato 3 filoni, li ho stesi, ho messo il ripieno (nutella per quella dolce e prosciutto cotto e formaggio per quella dolce) e ho richiuso tipo salsicciotto. Dopodichè ho fermato i 3 filoni da una parte ed ho formato una treccia. Coprire a campana e lievitare per altri 45'-50'. Pennellare con estrema delicatezza con un uovo intero sbattuto e cuocere a 200 per circa 30'-40'.

venerdì 3 ottobre 2008

Torta allo yogurt


Ingredienti:
1 vasetto yogurt Yomo agrumi di sicilia
3 vasetti farina
3 vasetti zucchero
1 vasetto olio di semi
1 limone grattugiato + succo
3 uova intere
1 bustina lievito

Procedimento:
Mischiare uova con zucchero, aggiungere la farina setacciata, lo yogurt, il succo e la scorza del limone, l'olio e per finire il lievito setacciato.
Cuocere a 200° x 5 min e poi a 180° in forno possibilmente statico.

Note: per la dose doppia: 6 farina, 5 zucchero, 1 e 1/2 olio semi, 2 limoni, 6 uova, 1 e 1/2 lievito.
Si misura con il vasetto dello yogurt riempito sino al solco.

Per questa ricetta devo ringraziare Luisa... ma il suo ciambellone è inimitabile!!

Crostata di frutta


Ingredienti:
500 gr. farina
200 gr. zucchero
200 gr. burro
2 uova
1 bustina
1 pizzico sale
limone grattugiato

Procedimento:
Sbattere le uova con lo zucchero. Unire la farina e il burro sciolto. Setacciare il lievito con un po di farina. Aggiungere la scorza del limone e il sale.
Adagiare nello stampo e cuocere in bianco a 180° fino a leggera doratura.
Farcire con crema pasticcera e decorare a piacimento con frutta fresca.
Eventualmente spennellare di gelatina o marmellata un po' diluita.

Un procedimento diverso da quello che si usa di solito per la frolla...ma buono buono!!

Angelica


(Ricetta Sorelle Simili)

lievitino:
135 gr farina manitoba
13 gr lievito di birra
75 gr acqua

impasto:
400 gr farina manitoba
75 gr zucchero
120 gr latte tiepido
3 tuorli
1 cucchiaino di sale
120 gr burro

per la glassa velante:
4 cucchiai di zucchero a velo
1 chiara d'uovo

per la glassa coprente:
150 gr zucchero a velo
1 chiara d'uovo

per la farcitura:
75 gr uvetta
75 gr scorza d'arancio candita
50 gr burro fuso

Procedimento:
Come prima cosa si prepara il lievitino e si lascia lievitare coperto per circa 30'.
Unire in una terrina farina, zucchero e sale. aggiungiamo il latte tiepido, i tuorli, il burro ammorbidito.
Uuna volta ottenuto un impasto omogeneo e dopo averlo lavorato benissimo, passarlo sulla spianatoia e aggiungere il lievitino. lavorare tantissimo fino ad avere i due impasti perfettamente amalgamati. rimettere poi nella terrina e far lievitare coperto per un paio d'ore.
Passare la pasta sulla spianatoia e senza lavorarla iniziare a stenderlaa 2/3 mm.
Farcire a piace re, io ho utilizzato gocce di cioccolato.
Arrotolare la pasta dal lato più lungo, poi, con molta attenzione tagliare il rotolo in due,
e poi intrecciare i due pezzi lasciando la parte tagliata in alto, chiudere poi a ciambella, spostare il tutto su carta da forno, direttamente sulla teglia e spennellare con il burro fuso, lasciar lievitare ancora 30'-40', dovrà praticamente raddoppiare, infornare a 200° per 20'-25'.

Se decidete di fare la glassa diluite le chiare con lo zucchero e con questo composto spennellare la torta appena uscita dal forno, senza ripassarcela se non per una trentina di secondi. io ho semplicemente spolverizzato di zucchero a velo.

Torta delle rose





per l’impasto:
500 gr farina bianca
25 gr lievito birra fresco
100 gr zucchero
1 busta di vanillina
1 cucchiaino raso di sale
scorza grattugiata di un limone
2 uova
80 gr burro
125-150 ml latte tiepido

per la farcitura:
100 g burro a temperatura ambiente
100 g zucchero

Procedimento:
Miscelare la farina insieme allo zucchero.
Aggiungere il sale e la vanillina,le uova, la scorza di limone ed infine il burro fuso
iniziare ad amalgamare il tutto e poi aggiungere via via il latte tiepido nel quale avremo sciolto
il lievito.
Lavorare bene fino ad ottenere un composto sodo ed elastico che andrà lavorato a lungo.
Far lievitare per un'ora e mezza circa (fino al raddoppio).
Preparare la farcitura montando il burro ammorbidito con lo zucchero fino ad avere un bel composto morbido e spumoso.
Passare l'impasto lievitato sulla spianatoia, sgonfiarlo un po' e tirarlo fino ad avere una sfoglia di circa 35 x 50 cm,spalmare la crema di burro sulla sfoglia, arrotolare dal lato più lungo
tagliarla in pezzi di altezza più uguale possibile, disporre i pezzi in teglia di cottura, far lievitare un'altra mezz'ora.
Lucidare con latte o uovo sbattuto e infornare a 200° per 25'-30'.

Un classico che ho cercato in lungo e in largo.. e questa è la ricetta che più mi soddisfa...

venerdì 12 settembre 2008

Pizzette

(Ricetta Sorelle Simili)

500g farina 00
250g di acqua
25g di lievito di birra
40g di burro
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 cucchiaino di sale
polpa di pomodoro, scolata e tritata
mozzarella tritata
olio, origano

Fate la fontana, mettete al centro il lievito spezzettato e diluitelo con l'acqua,raccogliete un poco di farina poi unite il sale, l'olio, lo zucchero e il burro.
Amalgamate bene il tutto prendendo la rimanente farina ma non lavorate troppo a lungo.Fate una palla, copritela a campana e fatela lievitare 40-50 minuti.
Senza lavorarla tirate una sfoglia di circa 3mm di spessore, con uno stampo per biscotti ricavare dei dischi di circa 5 cm di diametro e disporli sulla teglia del forno un poco distanziati. Ammassare i ritagli, tagliarli e disporre anche questi sulla teglia. Con la punta delle dita, premere il centro di ogni dischetto formando un ampio incavo in cui metterete un bel cucchiaino di polpa di pomodoro e un pizzico di sale.
Mettete in forno a 200° per 5 minuti.
Toglietele dal forno, disponete sul pomodoro un mucchietto di mozzarella tritata ( anche al robot) e scolata, un pizzico di origano e un goccio d'olio.
Rimettete in forno per altri 4-5 minuti.
Si possono fare anche quadrate, eliminando così lo scomodo dei ritagli.

lunedì 1 settembre 2008

Creme caramel

100_5444 

500 ml. latte
110 gr. zucchero + 150 gr. per il caramello
4 uova
1 limone

Preparare il caramello con i 150 gr. di zucchero, qualche cucchiaio di acqua e di succo di limone.
Versare negli stampini (con queste dosi dovrebbero uscirne 6).
Far bollire il latte con la scorza del limone.
Sbattere le uova con lo zucchero e aggiungere il latte filtrato a filo sempre sbattendo.
Filtrare nuovamente il composto negli stampini, stando attenti a non farci finire la schiuma.
Prendere una teglia e coprirne il fondo con della carta o con uno straccio.
Adagiarci sopra gli stampini e aggiungere acqua fino alla metà della teglia.
Cuocere a 120°/130°per 1h e 15/30 min. nella parte alta del forno possibilmente senza ventola.
L'acqua del bagnomaria non deve bollire (nel caso aggiungere un po' di acqua fredda o del ghiaccio).

Mi è capitato di cuocerlo anche in pentola con coperchio, sempre a bagnomaria. In questo caso lo stampo deve essere coperto da un foglio di alluminio e cuocere a fuoco medio-basso per 20/25 minuti.

martedì 24 giugno 2008

Pizza



1 kg farina 00
25 gr lievito di birra
25 gr sale
1/2 bicchiere olio extravergine d'oliva
acqua q.b. per ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso.

1 kg pomodori pelati
1/2 kg mozzarella

Sciogliere il lievito sbriciolato in un bicchiere di acqua tiepida.
Unire alla farina e cominciare ad impastare aggiungendo altra acqua tiepida.
Aggiungere sale ed olio. Impastare per almeno 10/15 min.
Ungere d'olio una teglia foderata di carta forno, stendere l'impasto con le dita.
Coprire con un canovaccio ed eventualmente con una coperta.
Lasciar lievitare per 2/3 ore a seconda della temperatura ambientale.
Scaldare il forno alla massima temperatura.
Ricoprire la pasta di uno strato di pezzetti di pelati conditi con olio e sale.
Infornare per circa 15/20 min. Quando i bordi ed il fondo cominciano ad assumere
un colore dorato, togliere dal forno e ricoprire di mozzarella sgocciolata.
Mettere nuovamente in forno fino allo scioglimento della mozzarella.

Flan di latte

8 uova intere
1 litro latte
9 cucchiai zucchero (+ 5/6 cucchiai per il caramello)
buccia 1 limone grattugiata

Frullare le uova con lo zucchero, senza incorporare troppa aria.
Aggiungere il latte freddo e la scorza del limone grattugiata.
Preparare il caramello mettendo lo zucchero rimasto in una padella con 1 cucchiaio acqua.
Rovesciare il caramello nello stampo, preferibilmente a ciambella col centro forato, e poi
unire la miscela di latte e uova.
Mettere lo stampo in una pentola abbastanza grande con 2/3 dita d'acqua (dipende dall'altezza
dello stampo.. se è troppa, bollendo finirà nel flan) e far cuocere a bagnomaria per 20/30 minuti
(anche per i flan vale la prova stecchino) con il coperchio.
Con una pentola a pressione si riducono i tempi di cottura di metà circa.

Semplice e veloce!

mercoledì 16 aprile 2008

Crema di limone

8 limoni non trattati
1 lt. alcool
2 lt. latte intero
1,5 kg zucchero
2 bustine vanillina

Mettere a macerare nell'alcool in un vaso a chiusura ermetica
la scorza dei limoni per 48 h.
Far bollire il latte con lo zucchero e con la vanillina per 10' e lasciar raffreddare.
Quando lo sciroppo è freddo, togliere le scorze dall'alcool e buttarle.
Miscelare l'essenza così ottenutae lasciar riposare per 24 h.
Agitare il contenitore chiuso ermeticamente, poi filtrare e imbottigliare.

Delicatissima.. una Limoncè casalinga!

Mirto

250 gr. bacche di mirto mature
350 gr. alcool a 95°
250 gr. zucchero
350 gr. acqua

Mettere le bacche in un vaso di vetro a chiusura ermetica.
Ricoprire con l'alcool e lasciarle macerare per almeno un mese, agitando il recipiente
ogni 2 o 3 giorni.
Eliminare le parti solide, spremendo le bacche e filtrando il liquido con un canovaccio.

Per lo sciroppo:
Sciogliere lo zucchero nell'acqua bollente e lasciar raffreddare.
A freddo unire al mirto base, aggiungere l'alcool, agitare e mescolare.
Filtrare poi con una garza fitta.
Far riposare un paio di giorni e poi imbottigliare.
Lasciar stagionare per mesi in luogo fresco e buio.

Il top lo raggiunge dopo un anno di stagionatura..

Croccantino (semifreddo al torrone)

6 uova
6 cucchiai zucchero
600 gr. panna fresca
300 gr. torrone duro alle mandorle

In 3 ciotole diverse montare la panna, le chiare, i tuorli con lo zucchero.
Frantumare il torrone grossolanamente e unire al composto di tuorli e zucchero.
Aggiungere lentamente le chiare, a seguire aggiungere, sempre lentamente, la panna montata.
Inumidire lo stampo con un goccio di gin/whisky e spalmare con un dito.
Versare il composto e coprire con l'alluminio.
Mettere in freezer almeno per 5 ore prima di consumarlo.

La morte sua è con una cremina ai frutti di bosco preparata mettendo in un pentolino
qualche cucchiaio di marmellata ai frutti di bosco e sciogliendola sul fuoco bassissimo
con un po' di cointreau... contrasto freddo/caldo da brivido!
Grazie Mari!!!

lunedì 14 aprile 2008

Strudel di mele

per la pasta:
1 uovo
250 gr. farina
1 pizzico sale
2 cucchiai olio
1/2 bicchiere acqua

per la farcitura:
2 kg. mele tagliate finissime
150 gr. pangrattato
80 gr. burro
50 gr. pinoli
50 gr. uva sultanina
cannella
scorza limone

Impastare gli ingredienti della pasta.
Formare una palla , ungerla d'olio e lasciarla riposare per mezz'ora.
Mettere una noce di burro in una padella e far tostare il pangrattato.
Riprendere la pasta e stendere una sfoglia molto sottile.
Ungerla col burro per 2/3.
Mettere il pangrattato, le mele e il resto degli ingredienti.
Chiudere, spennellare con l'uovo.
In forno a 220° per 30'.

Da provare appena sfornato con un po' di panna leggermente montata, ma ancora semi-liquida....

Brownies

200 gr. zucchero
200 gr. burro
200 gr. cioccolato fondente
180 gr. farina
4 uova
1 cucchiaio cacao amaro
noci
un po' essenza vaniglia
un po' lievito (all'incirca un cucchiaino, mezza bustina)

Far sciogliere a bagnomaria il burro, lo zucchero e il cioccolato.
Aggiungere le uova intere, una ad una, senza usare lo sbattitore.
Incorporare la farina, il cacao, la vaniglia e il lievito.
Per ultimo aggiungere le noci sbriciolate grossolanamente.
Usare una tortiera quadrata o rettangolare, i brownies sono dei quadrotti, non devono essere molto alti.
In forno a 180° per 15' circa.

Un dolce veloce veloce, ma di una squisitezza estrema! Perfetto per un brunch, o per la merenda dei bambini..

Panna cotta

100_5451

Ingredienti:

500 ml. panna fresca
250 ml. latte fresco
100 gr. zucchero
2 o 3 fogli gelatina

Procedimento:

Mettere i fogli di gelatina ad ammollare nell'acqua fredda.
Mettere sul fuoco a fiamma bassa un pentolino con tutti gli ingredienti tranne la gelatina.
Togliere prima di raggiungere la bollitura.
Unire la gelatina strizzata, mescolare il tutto.
Raffreddare sollevando il composto con un mestolo.
Mettere negli stampini fino a quando non diventa solida (3/4 h.)

Sublime!! Come accompagnamento una salsa calda al cioccolato fondente, oppure una salsa calda ai frutti di bosco e cointreau, oppure molto semplicemente un caramello bruciacchiato per contrastare il dolce della panna cotta..

Torta al cioccolato

75 gr. farina
75 gr. fecola di patate
200 gr. zucchero
100 gr. burro
3 uova
75 gr. cacao
1 pizzico sale
1 bustina lievito

Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale.
Frullare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il burro sciolto.
Aggiungere farina e fecola setacciate, per ultimo il lievito, sempre setacciato.
Aggiungere a cucchiaiate gli albumi montati.
In forno già caldo a 200° per i primi 10' e poi a 180° per altri 15', o comunque fino alla prova stecchino.


Una torta collaudatissima.. che fa felici grandi e piccini!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...