Pagine

sabato 23 marzo 2019

Torta alla Nutella

Eccomi qua. E' passato un anno e mezzo dall'ultima volta che ho pubblicato qualcosa.. non che non ne sentissi la voglia, ma quando ti manca il tempo per fare l'ordinario, beh, direi che lo straordinario non viene proprio contemplato. E, suo malgrado, questo piccolo spazio, è stato relegato allo straordinario, da non intendersi come "eccezionale", ma più banalmente come "non-ordinario".
Non so se vi capita, ma io in certi periodi miro solo alla sopravvivenza.. e tutto ciò che non è utile alla  sopravvivenza, viene automaticamente tagliato via.. una sorta di selezione naturale.
Ad ogni modo, ora sono qui, complice un pisolino della piccola e delle questioni da sbrigare al pc.. Ne approfitto per pubblicare l'ultima torta sfornata (giusto perchè da noi la First In First Out - metodo di gestione che prevede che la prima cosa entrata/acquistata sia la prima ad uscire - non riusciamo ad applicarla nemmeno con le ricette), piaciuta molto a figli e nipoti e, cosa ovviamente di enorme importanza, semplicissima e veloce.



Torta alla Nutella
(stampo 24cm - oppure a ciambella)

150 gr. farina 00 (io 120 farina e 30 cacao amaro)
60 gr. fecola di patate
150 gr. zucchero
3 uova
250 gr. Nutella
200 ml. latte
1 bustina vanillina
1 bustina lievito
pizzico sale
zucchero a velo per spoverizzare

Riunite nel boccale del bimby, munito di farfalla, lo zucchero e le uova e lavorate il tutto per 5 min vel3. Aggiungete il latte a filo, dal foro del coperchio mentre lavorate a vel2 per 10 secondi. Togliere la farfalla, aggiungere la Nutella che dovrà essere morbida, lavorate 2 min a vel3/4. Aggiungete vanillina, sale farina, cacao, fecola e lievito. Lavorare per 1min vel4.
Versare in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno caldo a 180° per 40min. Dopo la cottura lasciare in forno spento per una decina di minuti. Spolverizzare con zucchero a velo



domenica 22 ottobre 2017

Torta di mele

Qualche settimana fa ci hanno regalato una cassetta zeppa di mele mignon..
Io non adoro le mele.. c'è solo una varietà che merita di essere acquistata per me: le red delicius, ma devono essere come dico io! enormi, rosse e semolose! quando ero piccola le chiamavo "le mele di Compare Topo".. che doveva essere il protagonista di qualche favola che mio nonno mi raccontava. Questa è solo una delle tante torte che ho preparato per consumarle.. qualcuna l'abbiamo mangiata, qualcuna regalata.. qualcuna è finita smembrata perchè il mio figliolo dice di adorare la torta con le mele, ma senza mele!




Torta di mele
(Libro base Bimby)
  • 130 gr. di burro morbido a pezzetti + qualche fiocchetto per la superficie della torta
  • 3-4 mele
  • 3 uova
  • 150 gr. di zucchero + qualche cucchiaio per la superficie della torta
  • 30 gr. di rum (facoltativo) - per me limoncello
  • 200 gr. di farina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo q.b.
  • 1 pizzico di sale
  • scorza di un limone 
  • spolverata di cannella (facoltativa)
Sbucciate le mele, tagliatele in quattro pezzi e togliete il torsolo e i semi. Con un coltello effettuate dei tagli paralleli sulla parte esterna degli spicchi. Incideteli ma senza andare troppo a fondo.
Montare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova, una alla volta, poi il rum, la scorza di limone, la farina e il lievito setacciati insieme e il sale.
Versate il composto ottenuto all’interno di una tortiera da 26, precedentemente imburrata e infarinata, o foderata con carta da forno.
Sistemate i quarti di mele sul composto, uno a fianco all’altro. La parte incisa va rivolta verso l’alto.
Spolverizzare qualche cucchiaio di zucchero semolato sulla superficie e completare con qualche fiocchetto di burro e con una spolverata di cannella, se piace)
Infornate, in forno caldo a 180° e lasciate cuocere per circa 30-40 minuti, verificando la cottura con uno stuzzicadenti.

sabato 4 marzo 2017

Torta Nua

Se ancora non la conoscete, vi innamorerete di questa torta soffice e golosa.. si fa in un attimo ed è difficile non adorarla! E' stata il tormentone di qualche anno fa sui forum di cucina... ma si sa, io arrivo sempre in ritardo, ragion per cui l'ho preparata per la prima volta solo un paio di mesi fa, ma da quella prima volta ce ne sono state almeno altre dieci! La particolarità di questa torta sta nella crema al limone (o all'arancia, alla vaniglia, o qualsiasi altro aroma preferiate...) versata a cucchiaiate, o, come nel mio caso, con una sac a poche, sull'impasto crudo. L'impasto, crescendo, va ad abbracciare la crema, creando un connubio davvero goloso!


Torta Nua
Per la crema:
1 uovo intero
mezzo litro di latte
100gr di zucchero
60gr di farina
scorza limone

Per la base
200gr di zucchero
scorza grattugiata di un limone
100gr di latte
4 uova
150gr di olio di semi
300gr di farina
1 bustina di lievito per dolci

Iniziare preparando la crema:
Polverizzate, mettendo nel boccale del Bimby lo zucchero e la buccia del limone:15 sec Vel 9.
Poi, aggiungete tutti gli altri ingredienti: 8 minuti, 90°, vel 4.

Per la base:
Polverizzate lo zucchero con 1 buccia del limone: 15 sec Vel. 9
Aggiungete il latte, le uova e l’olio: 20 secondi, Vel 4.
Poi, la farina e il lievito: 40 sec, Vel 6.

Versate in una teglia imburrata di 24 cm di diametro la base torta. Una volta fatto, incorporate a questo la crema a cucchiaiate. Infornate a 160° per 50/60 m. Io uso il ventilato, se utilizzate il forno statico 180°. Una volta cotta, fate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero al velo.

domenica 2 ottobre 2016

Spugnette al limoncello

Quando cause di forza maggiore ti costringono ad uno stop... ti accorgi che il mondo continua impietosamente a girare anche senza di te.. E se questo da una parte ti rode perchè prendere coscienza di non essere indispensabile rode, c'è poco da fare.. dall'altra però ti mette un po' nella pace, perchè fermarsi è un lusso che spesso non ci concediamo per senso del dovere, per dimostrare qualcosa a qualcuno, per dare un'immagine inossidabile di noi.. e invece sapere di poterlo fare perchè "se la cavano anche senza di te" è da pubblicità Mastercard... non ha prezzo!
Ci voleva la polmonite per fermarmi.. quasi un mese di stop, una ripresa lenta e faticosa e il pericolo di una ricaduta dietro l'angolo..
I dolcetti di questo periodo? Rigorosamente da fare in un batter d'occhio... questi sono stati una piacevole scoperta, fatti e rifatti per la colazione, la merenda e il dopocena dei miei prodi :)




Spugnette al limoncello (per circa 24pz.)

4 uova
200 gr zucchero
200 ml olio di semi
250 gr farina 00
100 ml latte
100 ml limoncello
1/2 bustina lievito x dolci
scorza 1/2 limone
zucchero a velo
crema pasticcera al limone (o, ancora meglio, crema chantilly)
 
  1.  zucchero e limone nel boccale - polverizzare vel.8
  2. Aggiungere le uova nel boccale: 1 min, vel.4
  3.  aggiungere olio, farina, latte, limoncello: 1 min, vel.5
  4. con lame in movimento aggiungere il lievito
  5. Versare nei pirottini e infornare: 180°C statico per 15 min circa
  6. lasciate freddare, tagliate a metà, scavare leggermente con un cucchiaino e farcite con crema e poi spolverate con zucchero a velo
 

venerdì 23 settembre 2016

Chocolate banana bread

Non proverò nemmeno a trovare delle scuse per giustificare i miei quasi 11 mesi di assenza da questi schermi.. Adoro questo mio piccolo spazio, che parla di un pezzo della mia vita che mi sta a cuore e che mi emoziona... ma la mia vita è così ricca di tanto altro.. che faccio fatica a conciliare i tempi!
Mi sono inventata questo cake per utilizzare due banane troppo mature che nessuno a casa mia degnava nemmeno di uno sguardo.. ho aggiunto anche un cicinnino di cacao per occultarne la presenza.. beh, ha funzionato perchè nel giro di un paio d'ore non c'era più nemmeno una briciola!



Chocolate banana bread

2 banane molto mature
125 g di burro morbido
2 Cucchiai di latte
2 uova
220 g zucchero
220 g farina
30 g cacao amaro
2 cucchiaini lievito per dolci

Mettere il burro nel boccale e montarlo per 3 min insieme allo zucchero vel3.
Aggiungere le banane schiacciate con una forchetta, il latte e le uova. 2 min vel4.
Aggiungere la farina e il cacao setacciato. 30 sec vel5.
Con le lame in movimento aggiungere il lievito.
Cuocere in forno caldo 170^ per 45 minuti. Fare prova stecchino .
Se si sta colorando troppo e non è ancora cotto coprire con stagnola e rimettere in forno per altri 10 minuti.

mercoledì 28 ottobre 2015

La famiglia cresce...

Tre è il numero perfetto..non c’è due senza tre..
Quanti bei proverbi vedono il numero tre come protagonista!
Beh, noi ne abbiamo coniato uno nuovo: non c’è tre senza quattro!
La piccola Letizia è arrivata quasi due mesi fa portando in dono per noi un carico di gioia e tenerezza.
Che importa se il tempo per noi e il sonno si sono drasticamente ridotti!
Avere questa cucciola è un dono del Cielo per il quale non potremo mai essere abbastanza grati…




domenica 10 maggio 2015

Gelato alla nocciola

Quest’inverno ho avuto il pensiero di togliere il cestello della gelatiera dal freezer decine di volte, quando aprivo la portina e cercavo di infilare nei pochi centimetri quadri disponibili il surgelato di turno.. Senza contare la volte che ha rischiato di cadermi sui piedi! Ma ho resistito nella pia speranza che, se mi fosse venuta voglia di fare il gelato a gennaio, avrei avuto il cestello alla temperatura giusta! Cosa che non è capitata, ragion per cui alla fine dell’estate, memore di questo, la riporrò con cura nello sgabuzzino!
Ad ogni modo è giunto il momento di farle fare qualche giretto fuori dal freezer, visto le temperature tropicali che ci sono da una settimana a questa parte, nemmeno fosse luglio! Iniziamo la stagione con un superbo gelato alla nocciola, delicato e pieno allo stesso tempo, fantastico!

Gelato alla nocciola

490 gr di latte intero fresco
135 gr di zucchero
13 gr di destrosio
170 gr di panna liquida
35 gr di latte in polvere magro
4 gr di farina di semi di carrube
50 gr di pasta di nocciole

(Fonte: Fables de Sucre)

Mescolare gli ingredienti in polvere, e cioè lo zucchero, il latte in polvere, il destrosio e la farina di semi di carrube. Unire il latte e la panna e metterli sul fuoco a scaldare fino ad un lieve bollore, e versare sugli ingredienti in polvere, mescolando con una frusta, fino ad avere una miscela liscia ed omogenea. Rimettere tutto sul fuoco, e portare alla temperatura di 85°C misurata con un termometro, e ridurre la fiamma per mantenere questa temperatura per almeno due minuti. Tolta dal fuoco, far stemperare un pò di temperatura, e quando è ancora tiepida aggiungervi la pasta di nocciole, mescolare e mixare con un frullatore ad immersione per un paio di minuti. Questa operazione serve ad amalgamare ed emulsionare i componenti.

Traferire la miscela nel frigorifero, e lasciarla maturare qualche ora, meglio ancora se per una notte intera. Poi porre nella gelatiera a mantecare per il tempo necessario, di solito 40-45 minuti. Una volta mantecato riporlo nella vaschetta che useremo per conservarlo, che avremo tenuto in freezer almeno una mezz’ora prima di usarla, così che nel frattempo che la riempiamo il gelato non cominci a sciogliersi. Lasciare in freezer qualche ora prima di servire.