Pagine

domenica 31 maggio 2009

Ciambella alla panna

Ciambella alla panna

Buona parte delle mie creazioni nascono dal bisogno di utilizzare qualcosa che altrimenti dovrei buttare.. Il cadavere di turno è una confezione di panna fresca ormai scaduta da 2 giorni, ma ancora buona. Ho cercato di raggranellare qualche idea e ho trovato questa ricetta che spopola sul web. E’ un ciambellone molto facile e soffice che si presta a 1000 gustose aggiunte o a essere divorato così com’è:

Ingredienti:

250 g farina
3 uova
250 g zucchero
250 ml panna liquida fresca
2 cucchiai di rum (facoltativo)
½ bustina di lievito

(ricetta di MarisaC)


Montare le uova con lo zucchero finché non diventano gonfie e soffici; unire la panna e poco alla volta la farina setacciata insieme al lievito; mescolare bene, profumare con due cucchiai di rum; versare in una tortiera a forma di ciambella e cuocere in forno a 170° per 40 minuti. Spolverare con zucchero a velo.

Io non avevo il rum, quindi ho profumato con due cucchiai di cointreau e la scorza di mezzo limone. A metà ciambella ho aggiunto pezzetti di gocce di cioccolato.

martedì 26 maggio 2009

Gallettine sarde

Ecco la versione casalinga delle mitiche gallette. Questi rustici biscottoni sono perfetti da inzuppare nel latte, ma, sarò sincera, anche da mangiare così non sono per niente male!

Gallette sarde

Ingredienti:

500 gr di Farina 00
175 gr di zucchero
75 gr di Strutto
3 uova intere
15 gr di ammoniaca per dolci
latte q.b.
1 pizzico di sale
la raspatura di un limone
albume (per la copertura)
zucchero semolato (per la copertura)

(ricetta di Anna Moroni)

Fare sulla spianatoia la fontana con la farina e mettere nel centro tutti gli ingredienti. Se l’impasto dovesse risultare troppo duro aggiungere pochissimo latte. Stendere con il matterello ad uno spessore di circa 1 cm. Tagliateli con la formina (a forma di fiorellino con un buco al centro – io uso il tappo di un pennarello) e intingeteli solo da un lato prima nell'albume e poi nello zucchero semolato. Disporli sulla teglia con lo zucchero rivolto verso l’alto ben distanziati tra loro perché si gonfieranno. In forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.

Occhio a come aprite il forno perché vi accecherà un odore terrificante di ammoniaca! Non preoccupatevi, i biscottini non ne avranno nè l’odore nè il sapore!

venerdì 22 maggio 2009

Chocolate chip muffins

Chocolate chip muffins 

Siete alla ricerca di una super ricetta per muffin cioccolatosi??? Eccola! L’avete trovata! E’ della mitica Nigella che di cioccolato (e di dolci in generale…) se ne intende! Li ho portati in ufficio per festeggiare la fine del corso di primo soccorso… si lo so, ogni scusa è buona per mettersi a pasticciare, ma non mi sembra che qualcuno abbia opposto resistenza, anzi, credo che anche il manichino avrebbe gradito, se solo qualcuno l’avesse rianimato a dovere…

Ingredienti:

250g. di farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
mezzo cucchiaino di bicarbonato
180g. di zucchero
2 cucchiai di cacao amaro
150g. di gocce di cioccolato
250g. di latte
90g. di olio di semi
1 uovo
1 cucchiaino di vaniglia liquida

(ricetta di Nigella)

Mettere in una ciotola gli ingredienti secchi e dare una mescolata.
In un'altra ciotola sbattere velocemente gli ingredienti umidi (latte, olio, uovo, vaniglia). Aggiungere i liquidi al secco e dare una mescolata vigorosa.

Con l'aiuto di un mestolino riempire gli appositi stampini. Cuocere in forno caldo a 200° per circa 20 minuti. Con questa dose vengono 25 muffins.

martedì 19 maggio 2009

Torta di mele

Torta di mele  

E’ vero, ognuno di noi ha la sua torta di mele, alta, bassa, morbida, consistente.. io ho una zia che quando ero piccola preparava spessissimo la torta di mele, la sua era alta, piena zeppa di mele! Ricordo che, pur essendo molto profumata, non la mangiavo con molto piacere, troppe mele per i miei gusti! Questa che vi propongo oggi invece è la mia torta di mele, morbida morbida, con le mele tagliate a fettine sottili che in cottura si disfano tanto da sembrare quasi una crema..

Ingredienti:

300 gr. mele golden
100 gr. burro
135 gr. farina
135 gr. zucchero
2 uova
1 bustina lievito
succo 1/2 arancia (oppure limone, oppure 1 bicch.no di liquore)

Iniziare a sbucciare le mele e a tagliarle a fettine sottili. Per non farle annerire spruzzarle abbondantemente con del succo di limone.

Lavorare il burro con lo zucchero fino a renderlo un composto spumoso. Unire i tuorli, la farina setacciata, il succo d’arancia e il lievito setacciato. A parte montare le chiare a neve e unirle al composto delicatamente, cercando di non smontarle.

Disporre le fettine di mela a raggiera infilandole un po’ di sbieco nell’impasto.

Cuocere a 200° per 15’ e poi a 180° fino alla solita prova stecchino.

Trattenetevi dall’usare altri tipi di mela… è solo la golden che fa la “cremina”…

sabato 16 maggio 2009

Ciambellone all’acqua

Ciambellone all'acqua

Chi è alla ricerca di dolci semplici e veloci non può non conoscere questa ricetta.. è difficile resistere alla tentazione di sostituire il latte all’acqua o di aggiungere farina perchè il composto è troppo liquido. Ma posso assicurarvi che se riuscirete a resistere verrete ricompensati da un ciambellone di una sofficità esagerata! Le varianti sono infinite, basta dare spazio alla fantasia! Gocce o codette di cioccolato, uvetta, limone grattugiato, rum… vedete un po’ voi qual’è la versione che preferite.. La base è questa:

Ingredienti:

250gr. di zucchero
250 gr. di farina
3 uova
130 gr. di olio di semi o di oliva
130 gr. di acqua
una bustina di lievito
cacao amaro in polvere

Ricetta di Adelaide Melles

Montare le uova con lo zucchero fino a farle diventare spumose. Aggiungere l'olio, l'acqua, la farina setacciata con il lievito. Imburrare uno stampo a ciambella, come quello del budino, versarvi i 3/4 del composto. Nel rimanente composto mettere un cucchiaio di cacao amaro, mescolare bene e far cadere nello stampo sul composto bianco. Fare dei cerchi concentrici con un coltello per far venire l'effetto marmorizzato. Cuocere in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.

martedì 12 maggio 2009

Girelle di pancarrè

Girelle pancarrè

Questi stuzzichini sono buoni e veloci.. sono perfetti per un aperitivo, per un buffet, per un compleanno. I ripieni che si possono utilizzare sono davvero tanti.. prosciutto, salame, mousse di mortadella, tonno, gamberetti… Io come ripieno ho scelto philadelphia, speck e rucola e prosciutto cotto, olive nere e maionese. Ne ho fatto una quantità industriale, quindi ho fatto anche la prova congelamento, perfettamente riuscita!

Ingredienti:

Pane morbido per tramezzini – 10 fette lunghe
150 gr. prosciutto cotto
olive nere 1 barattolino
maionese q.b.
150 gr. speck tagliato sottile
rucola 1 mazzetto
philadelphia 1 vaschetta

Prendere una fetta di pancarrè e passarci sopra il mattarello. Spalmare la maionese (o la philadelphia), sistemare alcune fette di prosciutto (o di speck) e terminare con le olive nere tritate grossolanamente (o la rucola).

Arrotolare la fetta di pancarrè dal lato corto fino a formare un salsicciotto che metteremo a riposare in frigo coperto da pellicola per almeno un paio d’ore, meglio fino al giorno successivo.

Tagliare quindi il salsicciotto in tante rondelle dello spessore di circa 1 cm.

p.s. si nota la ladruncola in azione ?????

sabato 9 maggio 2009

Cheesecake

L’altro giorno il mio frigorifero mi ha sputato sui piedi una confezione di mascarpone da mezzo kg.. mi sono trovata con le mani legate, dovevo usarlo!!! Che fare con mezzo kg di mascarpone, al di là del solito tiramisù?? Ho trovato diverse ricette, ma questa era quella che più mi ispirava… è di Aitina. E’ da provare, fresco e godurioso!

Cheesecake

Ingredienti:

Per la base:
biscotti secchi 150g
125g di burro

Per la crema
4 uova intere
150g di zucchero
500g di mascarpone
250g di philadelphia
2 cucchiai di maizena
1 bustina di vanillina

Ridurre i biscotti a polvere, sciogliere il burro e mescolare, stendere il composto sul fondo di una teglia a cerniera. Montare a neve le uova con lo zucchero.Aggiungere il mascarpone e il philadelphia, mescolare fino a creare una crema omogenea. Aggiungere la maizena e la vanillina e mescolare ancora. Versare la crema sui biscotti. Infornare a 180° per 40 minuti circa.

Io ho decorato con uno stratino di panna montata e cioccolato a scaglie, una vera goduria!

domenica 3 maggio 2009

Torta Battesimo di Giuditta

Ecco la torta di cui vi ho parlato nel post precedente. La base è un pandispagna da 12 uova cotto in una teglia rettangolare di dimensioni 35x25cm. Ho tagliato il pandispagna in 2 orizzontalmente e l’ho bagnato con uno sciroppo di acqua, zucchero e scorza di limone (2 parti di acqua x 1 di zucchero) al quale ho aggiunto un bicchierino di limoncello. Ho farcito con una crema pasticcera aromatizzata al limone e ricoperto completamente di panna montata zuccherata. La scritta è fatta con glassa reale colorata di rosa. Ho poi applicato qualche fiorellino e qualche stellina fatta in pasta di zucchero.

Battesimo Giuditta

sabato 2 maggio 2009

Il Pan di Spagna

Vorrei dedicare questo post ad una delle colonne della pasticceria, alla quale io non mi sono mai accostata per timore.. una torta senza lievito? Impossibile!! Già a volte non si alzano nemmeno col lievito!! Ma chi non risica, non rosica! Così ho colto la palla al balzo quando la mia amica Chiara mi ha chiesto di farle una torta per il battesimo della piccola Giuditta e mi sono lanciata! Azzardato, penserete voi… Noo, avevo già il piano B pronto…

Ma.. non c’è stato bisogno di mettere in atto il piano B!! Ho usato la ricetta del pan di spagna di Marjlet, precisa e dettagliata ed è stato un successo:

Pan di Spagna

Ingredienti:

6 uova medie* a temperatura ambiente
180 gr. di zucchero
180 gr. di farina
un pizzico di sale

* per uova medie si intendono uova dal peso compreso tra 53 e 63 gr. Se avete solo uova “non medie” vi indico i pesi delle altre in modo da poter fare i dovuti calcoli. XL Grandissime: 73 g e più; L Grandi: da 63 g a 73 g; M Medie: da 53 g a 63 g; S Piccole: meno di 53.

Montare le uova insieme allo zucchero per almeno 20 minuti. Ci si accorge che è pronto quando “scrive”, cioè sollevando le fruste e lasciando cadere un po’ di composto questo non rimane in superficie senza affondare.

Incorporare la farina setacciandola in più riprese.

Imburrare perfettamente la tortiera ed infarinarla. Versare il composto e cuocere in forno già caldo a 160° per circa 30 minuti. Io dopo i primi 20 minuti ho proseguito la cottura con una fessura di 1 cm. nel forno.

Capovolgerlo su una gratella e farlo freddare.

La cosa più incredibile per me è stato vederlo crescere minuto per minuto da dietro la finestra del forno pensando “tanto si smonta” e invece non si è smontato per niente!!! Queste sono le cose che rendono felici!!!!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...