Pagine

venerdì 27 luglio 2012

Mini quiches di finta sfoglia con le zucchine

Cosa c'è di più versatile di un bel rotolo di pasta sfoglia? Ci si può fare veramente di tutto, dall'antipasto al dolce.. è per questo che ne ho sempre qualche rotolo in freezer, non si sa mai! Stavolta ho voluto provare un'alternativa, sapete che mi piace sperimentare.. ne avevo sentito parlare in diversi blog ed eccola qua, la finta sfoglia di Adriano, facile come bere un bicchiere d'acqua e deliziosa!

Mini quiches con le zucchine

Ingredienti per la sfoglia:

250gr farina 00
250gr formaggio spalmabile (tipo Philadelphia o similari)
160gr burro morbido
2 pizzichi abbondanti di sale

(Fonte: Profumo di lievito)

per il ripieno:

4 zucchine
1 cipolla
2 uova
parmigiano grattugiato, una manciatina
panna da cucina, qualche cucchiaio
olio extravergine
sale, pepe q.b.


Setacciamo la farina con il sale, uniamo il formaggio ed il burro a pezzetti e mescoliamo con una forchetta o con il taglio di una spatola rigida, fino ad ottenere un briciolame più o meno regolare.
Avvolgiamo le briciole nella pellicola ed aiutandoci con questa, compattiamo la massa e formiamo un rettangolo con un lato di una metà più lungo dell’altro, alto un po’ meno di un dito.
Trasferiamo in frigo fino al giorno successivo.
Sistemiamo l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e diamo un giro semplice (a tre), come per la comune pasta sfoglia. Mettiamo in frigo una mezz’ora. Ripetiamo l’operazione altre due volte, tre giri semplici in tutto. All’inizio l’impasto apparirà granuloso e disomogeneo, ma al terzo giro si uniformerà.
A questo punto stendiamolo sottile, ca. 2 - 3mm ed utilizziamolo come più ci aggrada.

In una padella versiamo un filo d'olio e lasciamo rosolare a fuoco basso la cipolla tritata. Uniamo le zucchine tagliate a dadini, aggiustiamo di sale e pepe. Copriamo e portiamo a cottura. Se a fine cottura c'è ancora molto liquido lasciamo la padella scoperta con fuoco medio-alto per un paio di minuti.
Quando le zucchine si sono intiepidite aggiungiamo il parmigiano, la panna e le uova.

Ritagliate dei dischi dalla sfoglia ed appoggiateli su una teglia da muffin o tartellette, bucherellatene il fondo con una forchetta e riempiteli per metà con il composto di zucchine. Infornate a 180° per 10/15 minuti o comunque fino a doratura.

Con questa ricetta partecipo al contest del Molino Chiavazza:

logo stuzzichini

lunedì 16 luglio 2012

Semifreddo allo yogurt e frutti di bosco

Da quando c'è caldo i miei prodi aprono il freezer in continuazione.. per attingere alla riserva gelati e ghiaccioli, ma anche solo per prendere una ventata d'aria gelida, ovviamente il tutto condito dalle mie urla.
Fresco e goloso, questo semifreddo è durato un paio d'ore...

Semifreddo ai frutti di bosco

Ingredienti:

1 busta di preparato per Gelato Fabbri al gusto Fiordilatte (per questo semifreddo io ne ho utilizzato mezza dose)
2 yogurt ai frutti di bosco
una manciata di frutti di bosco congelati

Versate il preparato per gelato dentro una ciotola capiente, aggiungete poco per volta 340 ml di latte freddo e miscelate bene, montate poi per almeno 5 minuti con la frusta elettrica, fino ad ottenere un composto voluminoso e spumoso. (Io con questo quantitativo ho preparato una decina di gelati di vari gusti e questo semifreddo).

Prendere la crema ottenuta e versarne il quantitativo desiderato in una ciotola, unire gli yogurt e mescolare con cura.

Distribuire il composto negli stampini da gelato, io ho usato lo stampo a forma di mazzo di tulipani Silikomart e ho cercato di far cadere nelle scanalature i frutti di bosco congelati.

sabato 14 luglio 2012

Cuore gelato e Push Up Pops variegato all'amarena

Quest'anno ci stiamo dando alla pazza gioia con gelati e ghiaccioli.. l'altra sera io e la mia gnocca, approfittando di un pisolino del piccolo, ne abbiamo preparato un bel po', e sono praticamente già finiti!
Cuore gelato variegato all'amarena
Ingredienti:
1 busta di preparato per Gelato Fabbri al gusto Fiordilatte 
amarene sciroppate Fabbri
Versate il preparato per gelato dentro una ciotola capiente, aggiungete poco per volta 340 ml di latte freddo e miscelate bene, montate poi per almeno 5 minuti con la frusta elettrica, fino ad ottenere un composto voluminoso e spumoso. (Io con questo quantitativo ho preparato una decina di gelati di vari gusti e un semifreddo ai frutti di bosco).
Prendere la crema ottenuta e versarne il quantitativo desiderato in una ciotola, far cadere qualche cucchiaio dello sciroppo delle amarene e qualche amarena spezzettata. Mescolare senza troppa cura per dare l'effetto variegato.
Distribuire il composto negli stampini da gelato, io ho usato i cuori EasyCream di Silikomart e i Push Up Pops che si trovano su Italian Cake Art dove, oltre a questi, si trovano una marea di prodotti per la pasticceria..

Pushup pops variegato all'amarena

venerdì 13 luglio 2012

Biscotti salati al parmigiano e semi di papavero

E' ufficiale. Il febbrone del piccolo che ci ha accompagnato da domenica ad avantieri era l'anticamera della sesta malattia, che si è rivelata ieri in tutta la sua noiosità con un esantema bestiale.. ok, meno una. Alla fine mi aggrappo alla speranza che, avendo fatto nell'anno appena trascorso il pieno di anticorpi, magari, negli anni a venire, vivrà di rendita... chissà!
Intanto le serate in qualche modo vanno passate e tra una costruzione e l'altra, un disegno e l'altro, ci passa anche qualche etto di farina e un po' di burro.. una teglia di biscottini è d'obbligo, anche con queste temperature e anche se il marito non si è ancora degnato di comprarmi un ventilatore!!

Biscotti salati al parmigiano e semi di papavero

Ingredienti:

200 gr. farina Molino Chiavazza
100 gr. burro
1 tuorlo
75 gr. parmigiano grattugiato
1 pizzico di sale
2 cucchiai semini di papavero Melandri Gaudenzio

Idea per servire: un velo di salsa di cipolle ci sta divinamente!!

(Fonte: Cavoletto di Bruxelles)

Mettere nella ciotola dell'impastatrice tutti gli ingredienti tranne il tuorlo e i semini che aggiungeremo successivamente e, se servono, alcuni cucchiai di acqua fredda sino ad ottenere una sorta di pasta frolla salata.
Fare una palla, avvolgerla nella pellicola trasparente e mettere in frigo a riposare per almeno mezz'ora.
A questo punto infarinare la spianatoia, stendere la pasta con un mattarello e dare uno spessore di circa 3 mm.
Con un tagliapasta o delle formine, formare i biscotti...io ho utilizzato i cutter a forma di alga e di foglia Silikomart perchè mi ricordano le stelle marine e il mare!!
Disporli su una teglia rivestita di carta forno e infornare a 180° per circa 15 minuti, comunque sino a doratura.

* vassoio CHS Group

mercoledì 11 luglio 2012

Insalata di surimi

Beh, c'è poco da ridere!! Non ho mai firmato nessun contratto con il quale mi impegnavo a pubblicare solo ricette complicate! Piuttosto vi rendo partecipi, almeno visivamente, di ciò che passa sulla mia tavola, anche insalata di surimi! Fresca, gustosa e persino economica!

Insalata di surimi

Ingredienti:

pomodorini pachino, qualche manciata
1 confezione di surimi
cipolla, preferibilmente rossa
olio extravergine di oliva Dante
sale
basilico

Lavare i pomodorini e dividerli a metà, affettare sottilmente la cipolla, aggiungere l'olio, il sale e i bastoncini di surimi tagliati a pezzetti. Completare con alcune foglie di basilico spezzettate. Servire fresco!

* piatto Villa d'Este Home

martedì 10 luglio 2012

Ciambella alla panna e caffè

Privarsi di qualche giorno di febbre a 40 a luglio??? Giammai!! Quando si tratta di prendere l'unico virus che gira in città noi siamo in prima linea! Mi perdonerete, quindi, se attingo all'archivio per non lasciarvi a bocca asciutta! Oggi un dolce da forno, anche perchè io al forno non resisto nemmeno a luglio, ed immagino che anche voi siate affette dalla stessa malattia... d'altronde, non è che d'estate la colazione si salta, giusto?? e questa ciambella, pucciata nel caffellatte. è proprio buona! A presto!

Ciambella alla panna e caffè

Ingredienti:

250g farina
3 uova
250g zucchero
panna liquida fresca 250 ml
3 cucchiaini caffè solubile
½ bustina di lievito
granella di nocciole, due manciatine

Montare le uova con lo zucchero finchè sono gonfie e soffici, unire la panna leggermente scaldata in cui faremo sciogliere il caffè solubile e poco alla volta la farina setacciata con il lievito. Mescolare bene e versare in una tortiera col buco, cospargere la superficie con la granella di nocciole e cuocere in forno a 170° per 40 minuti

* farina 00 antigrumi Molino Chiavazza
* zucchero semolato Eridania
* lievito per dolci Naturei
* granella di nocciole Life
* tortiera a ciambella Happyflex
* piatto Villa d'Este Home
* posata Rivadossi
* tovaglia Creativitavola

domenica 8 luglio 2012

Panini mignon al latte senza glutine

Anche se il mio blog non si può certo dichiarare gluten free, ho deciso di cominciare a pubblicare i miei esperimenti culinari effettuati con farine naturalmente prive di glutine e dietoterapeutiche (di farmacia, per intenderci) che io ogni tanto realizzo per la mia amica Silvia, perché ognuno di noi ha qualche familiare, amico, conoscente affetto da celiachia e ci vuole così poco per non farlo sentire "diverso". Questi paninetti sono una bomba, la mia amica li ha definiti favolosi, non hanno niente di gluten-free.. grandi poco più di un'albicocca, sono morbidi morbidi e adattissimi a feste e buffet. Con queste dosi ne escono una quindicina, ma se li fate, raddoppiate tranquillamente le dosi, male che vada potete metterli nel freezer, reggono benissimo il congelamento!

Panini da buffet gluten free

Ingredienti (per circa 15 panini):

140 g di Farmo
60 g di Pandea
50 g di Agluten per pane
170 - 185 g di latte (io ho fatto 100 g di latte ed il resto acqua)
25 g di burro fuso
20 g di sciroppo di glucosio (in questo caso ci vanno 20 - 25 g di zucchero piuttosto che 30 g)
30 g di zucchero
3 g di sale
12 - 14 g di lievito di birra fresco
10 gr. di latte in polvere Naturei
1 uovo per spennellare

(Fonte: Un cuore di farine senza glutine)

Pesate tutti gli ingredienti.
Scaldate appena 50 g di latte, scioglietevi dentro il lievito di birra, unite due cucchiaini di zucchero presi dal totale e lo sciroppo di glucosio.
Aspettate che si formi sopra una schiumetta. Sciogliete il burro.
Nell'impastatrice versate il resto del latte, lo zucchero, il sale, il burro fuso e mescolate un po’, quindi unite le farine, il latte in polvere e sopra mettete il lievito sciolto. Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo, trasferitelo in una ciotola unta che coprirete con pellicola e lascerete a lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio. Trascorso il tempo, prelevate l’impasto senza infarinare nulla perchè l’impasto si lavora benissimo e lavoratelo ben bene a mano. Formate un salsicciotto e tagliate tanti pezzetti (ne vengono circa 15) da 30 g ciascuno. Formate le palline, lavorando bene ogni spizzichetto di pasta. Adagiatele su una teglia coperta da carta da forno e ponetele a lievitare in forno a 25° coperte da pellicola per circa 20 - 25 minuti.
Spennellate ogni pallina con l’uovo sbattuto e cuocete a 220° per circa 15 - 18 minuti.

mercoledì 4 luglio 2012

Smoothie ghiacciato alla fragola

Finite, anche quest'anno. Il tempo delle fragole dura così poco che ogni volta arriva luglio e rimpiango di non averlo sfruttato abbastanza! L'ultima cassetta che abbiamo comprato è finita dritta dritta nel freezer, dopo aver lavato e privato del picciolo i singoli fruttini.. speravo così che la loro rossa freschezza mi avrebbe accompagnato almeno per qualche settimana! Invece, smoothie dopo smoothie, frullato dopo frullato, la cassetta si è svuotata nel giro di pochi giorni. E con le cavallette con cui divido l'aria anche gli smoothies ghiacciati che ho preparato hanno fatto un giro di valzer e sono rimasti in freezer giusto il tempo di congelarsi, non un minuto di più!

Smoothie ghiacciato alla fragola

Ingredienti:

2 vaschette di fragole *
succo 1/2 limone
2 cucchiai zucchero di canna Eridania
1 vasetto yogurt bianco

* Le mie fragole erano congelate, in alternativa si possono usare fresche ed aggiungere qualche cubetto di ghiaccio

Mettere tutti gli ingredienti nel frullatore e dare una bella mixata. Troppo difficile, vero??
E' buonissimo anche bevuto così, io però una parte l'ho congelata e i miei pargoli l'hanno mangiata più che volentieri sotto forma di maialini rosa.. :)

Io ho utilizzato gli stampi Baby Ice che si trovano su Italian Cake Art dove, oltre a questi, si trovano una marea di prodotti per la pasticceria.

* spremilimone Algia

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...