Pagine

venerdì 5 febbraio 2010

Zeppole

Altro che dolce carnevalesco, io le mangerei tutto l’anno! Personalmente ho un po’ la puzzetta sotto al naso per questo genere di dolci, non mi accontento! D’altronde, come dico sempre, se proprio devo ingrassare, preferisco ingrassare per qualcosa di buono, e non di mediocre! E con le zeppole, aimè, dire buono è tosta… E’ facile trovarle pesanti, unte, con il classico odore di fritto… Qui a Cagliari per quanto mi riguarda si contano su una mano le pasticcerie dove ne ho potuto trovare “buone”. Quest’anno ho provato a farmele da me, non avrei mai e dico MAI immaginato un risultato del genere! Leggere, asciutte, con la crosticina leggermente croccante, da mangiare una dietro l’altra. La foto non è il massimo, ma tra friggere, inzuccherare (e assaggiare!) di più non si poteva fare! Chissà perché quando in cucina aleggia odore di fritto si dileguano tutti….

In giro di ricette ce ne sono a bizzeffe, con o senza patate, con più o meno lievito, con o senza burro… Questa è quella che ho usato io, non so nemmeno dove sono andata a pigliarla, ma di sicuro l’ho segnata nel libricino dei favorites:

Zeppole

Ingredienti:

500 gr. farina
500 gr. patate
75 gr. burro
75 gr. zucchero
2 uova

1 pizzico sale
scorza limone / arancia
25 gr. lievito birra
2 dita latte
1 bicchierino grappa (facoltativo)

Sciogliere il lievito in 2 dita di latte tiepido. Lessare le patate, sbucciarle e passarle con lo schiacciapatate. Impastare la farina con la purea di patate, aggiungere lo zucchero, le uova, la scorza, il lievito sciolto, per ultimi il sale e il burro morbido.

Impastare per una decina di minuti, quindi mettere a lievitare per 2 orette al caldo.

Far scaldare una padella con abbondante olio di semi. Prendere un po’ di impasto con le mani (è molto morbido) bagnate di latte e lasciar cadere nella padella cercando di formare il buco centrale.

Far dorare le zeppole su entrambi i lati. Scolare e passare nello zucchero semolato.

Importante: gustare calde!!!

16 commenti:

  1. Questa è una tentazione a cui non si può proprio resistere! Finirei un vassoio intero da sola! Buona serata Lauradv

    RispondiElimina
  2. buoneeeee...bravissima....buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Eh si hai proprio ragione è sempre meglio ingrassare con le squisitezze che con le cose insipide!!! Complimenti le tue zeppole sono venute benissimo, davvero brava, anche perchè non sono facili da fare...un bacio

    RispondiElimina
  4. noooo sei una tentatrice!!!che buoneeee!

    RispondiElimina
  5. noi le chiamiamo ciambelle e si trovano tutto l'anno nei bar, tutti le fanno più o meno decenti, ma quelle di un solo bar sono le mie preferite....anche se ho scopero che vengono fritte nello strutto...ma qst non mi frenerà dal mangiarle!!!!bacio

    RispondiElimina
  6. Credo di non averle mai mangiate buone come dici tu... l'unica e' farsele con la tua ricetta! Grazie

    RispondiElimina
  7. Io le ho potute assaggiare. Fantastiche!!!

    Ana Ana Ana!!!

    RispondiElimina
  8. Fanno veramnete gola!!!! Bravaaaa!!! Valery

    RispondiElimina
  9. Fantastiche!!! Sei bravissima!
    un bacio

    RispondiElimina
  10. ...cercavo giusto la ricetta...prima tappa il tuo blog, naturalmente!
    domani me la tempo con farina glutenfree e, naturalmente...lievito fresco! :)
    Baci kocca, spero benny stia meglio...cece oggi neanche una linetta di febbre....
    sil

    RispondiElimina
  11. Che buoneee, complimenti per il tuo bel blog ricco di cose invitanti!!!!
    Ciao, Laura ;)

    RispondiElimina
  12. Giusto ,meglio ingrassare con qualcosa di gustoso che non ingrassare proprio ;-))

    RispondiElimina
  13. Belle, gonfie, zuccccheose!!
    Una meraviglia!!
    Baci

    RispondiElimina
  14. E queste zeppole?
    Meravigliose...
    Elisa

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...