Pagine

martedì 21 luglio 2009

Treccia russa

Treccia russa

Sono finalmente riuscita a strappare questa ricetta dall’elenco di quelle “da provare”, complice una cena con i nostri amici, che vanno pazzi per la torta delle rose.. a naso questa mi sembrava molto simile ed ho voluto tentare! Risultato: continuano a preferire l’altra! Ma secondo me è solo perché all’altra si sono affezionati!! A me non è dispiaciuta, anzi… e poi quella spolveratina di cacao, che rende visibili i rotolini, che buona!!

Ingredienti:
10-20 gr di lievito di birra
250 ml di latte tiepido
100 gr di zucchero
90 gr di burro morbido
2 uova intere
500-600 gr di farina
1 cucchiaino di sale

Per la farcitura semplice:

50 gr di burro morbido mescolato con
2 cucchiai circa di zucchero ed
una spolverata di cacao

Preparare il lievitino con latte e lievito, poi aggiungere mescolando un po’ di farina fino ad ottenere una pastella morbida e liscia,
Coprire con uno strato di farina e mettere a lievitare coperto finche non si formeranno delle crepe (circa un'ora ma anche meno).

Preparare l'impasto aggiungendo un po’ alla volta i vari ingredienti fino ad avere una palla morbida e liscia ma non appiccicosa e mettere a lievitare fino al raddoppio (un'ora circa).

Rovesciare l'impasto sul tavolo leggermente infarinato e stendere un rettangolo dello spessore di mezzo cm circa e spalmarlo con la farcitura scelta, arrotolare e tagliare un pezzetto di circa 2/3 cm e metterlo da parte.

Tagliare per il lungo il rotolo fermandosi a circa 2 cm, passare sotto il pezzo finale ed intrecciare i 2 lembi come a formare un torciglione.

Posizionare la treccia negli stampi, mettendo alla fine il rotolino tagliato in precedenza: questo formerà una sorta di rosellina

Infornare a 180° per 30 minuti con forno statico. Se colora troppo dopo 15 minuti coprire con foglio di alluminio.

Una volta sfornato se si vuole pennellare con del latte e poi spolverare con zucchero a velo quando è asciutto.

Treccia russa2

La quantità di lievito varia in base alla stagione e al tempo a disposizione. la quantità di farina invece dipende dalla capacità di assorbimento dei liquidi della farina utilizzata. Questo dolce cresce a dismisura, tenetene conto!! Io ho usato mezza dose e mi è uscita una treccia di tutto rispetto!!

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un segno del tuo passaggio!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...