Pagine

mercoledì 3 marzo 2010

Shortbread

Durante le mie 3 incursioni oltre Manica, non c’è stata volta che sono tornata in patria senza una di quelle preziosissime scatole con l’originalissima fantasia scozzese, avete presente i biscottini Walkers ??? Bianchissimi e friabilissimi biscottini da tè caratterizzati dalla superficie tutta bucherellata. Adesso si trovano anche al supermarket, ma io preferisco continuare a farmeli a casa..
Si trovano in 3 diversi formati: gli shortbread fingers, quelli classici, rettangolari, gli shortbread rounds, rotondi e i petticoat tails, praticamente un biscottone rotondo che viene diviso in spicchi triangolari una volta cotto.
Dovrebbero essere spessi circa mezzo centimetro, io li ho fatti decisamente più sottili e non hanno tenuto molto bene la forma… credo che la prossima volta li cuocerò in una teglia rettangolare e li taglierò da cotti, almeno saranno perfettamente uguali!

Aimè, erano buoni lo stesso, non sono nemmeno arrivati alla colazione dell’indomani.. per me sono davvero irresistibili! La ricetta è semplicissima, le dosi per i traditional shortbread sono: una parte di zucchero, due di burro e tre di farina più un bel pizzico di sale se non si utilizza burro salato;

Shortbread

Ingredienti:

100 gr. zucchero
200 gr. burro
300 gr. farina
1 pizzicone di sale

Setacciare la farina e lavorarla velocemente insieme allo zucchero e al burro freddo tagliato a pezzetti; unire il sale.
Compattare l’impasto e lasciarlo riposare in frigo per almeno una mezzora.

Stenderlo sulla spianatoia infarinata allo spessore di mezzo centimetro e ritagliare i biscotti. In alternativa stendere l’impasto in una teglia coperta con carta forno.

Bucherellare i biscotti con una forchetta.
A questo punto, io non l’ho fatto per mancanza di tempo, metterei la teglia nuovamente in frigo a riposare per un’altra oretta.

Informare a 180° per circa 15/20 minuti, i biscottini devono rimanere molto chiari. Se avete optato per la stesura in teglia, questo è il momento di tagliare i nostri shortbread.

Se riuscite a resistere, aspettate che si sfreddino, il sapore sarà nettamente migliore! Una variante interessante è sicuramente quella con la farina di avena al posto della farina di frumento… da provare quanto prima!!!

9 commenti:

  1. questi biscottini li devo provare anch'io! ho persino lo stampino!

    RispondiElimina
  2. Non hai idea di quante volte al super mi sono fiondata su questi biscotti! Dovrò decidermi a provarli ora non ho più scuse mi hai anche fornito la ricetta e tutti i consigli per non sbagliare ;)
    Buona giornata
    Sonia

    RispondiElimina
  3. li ho assaggiati in inghilterra e sono libidinosi!

    RispondiElimina
  4. Ciao, io ho assaggiato quelli londinesi e credimi nell'aspetto sono identici ai tuoi...complimenti davvero...baci Luciana

    RispondiElimina
  5. facili, veloci e buonissimi!!ciao1

    RispondiElimina
  6. Di sicuro io non riuscirei a resistere, me li papperei ancora caldi!!

    RispondiElimina
  7. ma sai che non li ho mai assaggiati?

    RispondiElimina
  8. Sono uguali agli originaliiii...lo so perchè la mia amica Luciana me li ha portati da Londra!!
    Bravissima!
    Elisa

    RispondiElimina
  9. adorati shortbread!!!
    non se hai visto che l'altra ricetta che ho fatto con il burro salato son sttai proprio shortbread al rosmarino!!! che bontà:)))
    bellissimi i tuoi in tutte le forme:)

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...