Pagine

giovedì 11 marzo 2010

Maritozzi di Salvatore de Riso

Mi sembra giusto, visto che ormai siamo in piena quaresima, pubblicare una ricetta che ho fatto diverso tempo fa, di questo dolce tipico romano che è un simbolo di questo periodo dell’anno, in quanto unico dolce “concesso” in mezzo a fioretti e rinunce. L’impasto del maritozzo originale viene arricchito con uvetta e canditi, a volte anche frutta secca.
La tradizione narra che i maritozzi venivano regalati dai giovani alle loro fidanzate e da qui vien da pensare che dietro alla parola maritozzo c’è una sorta di presa in giro/dispregiativo nei confronti dei signori ometti.. Ad ogni modo c’è una filastrocca legata al maritozzo che a me piace tanto e lascio anche a voi…

Er primo è pe' li presciolosi;
er siconno pe' li sposi;
er terzo pe' li innamorati;
er quarto pe' li disperati

Ed ora la ricetta.. modernizzata… non prevede nessun arricchimento con uvette e canditi, ma una semplice farcitura con panna montata. Bell’impasto, profumato, ma, non me ne voglia il sig. de Riso, io preferisco questi di Paoletta, sia come procedimento, decisamente meno complicato, che come gusto e leggerezza.

Maritozzi di Sal de Riso

Ingredienti per 20 maritozzi:
1 kg di farina manitoba
150 g di zucchero
3 tuorli
3 bianchi
lievito di birra 35 g
75 g di olio evo
un pizzico di sale
bacca di vaniglia
75 g di burro
300 g di latte
1 arancia non trattata (o un limone o un mandarino)

per la glassa:
100 g di zucchero
40 g d'acqua

per guarnire:
zucchero a velo e panna fresca montata

Sbattere i tuorli con l'olio e il sale (deve venire un emulsione simile ad una maionese) e lasciare in frigo a 4 per 30'.
Mescolare la farina setacciata con il lievito di birra, sciolto in poco latte, i semi di vaniglia, lo zucchero, la buccia d'arancia grattugiata, il bianco d'uovo e far montare bene, poi aggiungere il burro, il latte fresco ed infine l'emulsione di tuorli e olio.
Far lievitare per 30' coperto da un panno umido.
Formare con la pasta dei piccoli panetti un po' schiacciati, di 80 g caduno, e disporli ben distanziati tra loro, su una placca da forno (imburrata o rivestita da carta forno).
Far lievitare ancora per un'ora ad una temperatura ambiente intorno ai 25°.
Preparare la glassa mescolando l'acqua con lo zucchero.
Spennellare la superficie dei maritozzi con la glassa di zucchero e cuocerli in forno a 175° per 15/18 minuti (fate attenzione che la parte inferiore non prenda troppo colore).
Tagliare a metà e farcire con la panna montata aromatizzata con i semini di vaniglia.
Preparare la chantilly: Lasciare 2,5 dl di panna freschissima in frigorifero almeno 2 h: dovrà raffreddarsi a 4°.
Raffreddare nel congelatore una ciotola e versarvi la panna. Sbattere con le fruste elettriche a velocità media.
Quando la crema si addensa e incomincia a montare aggiungere 30 g di zucchero a velo versandolo a pioggia.
Smettere di lavorare la crema quando è ben densa.

15 commenti:

  1. Ciao mi hai detto tante cose sui maritozzi che non sapevo!!! la filastrocca è bellissima....e la ricetta è favolosa...un bacio Luciana

    RispondiElimina
  2. Ti sono venuti bene i maritozzi!

    RispondiElimina
  3. Valeria sono irresistibili! complimenti! un bacione

    RispondiElimina
  4. Non ho mai mangiato i Maritozzi e di conseguenza non conoscendoli nemmeno mai fatti, però mi hai incuriosita..forse è arrivato il momento di provarli!!

    Brava!!

    RispondiElimina
  5. wow ma sono irresistibili!! complimenti!

    RispondiElimina
  6. anche io tra i due ho preferito quelli di Paoletta ;)

    RispondiElimina
  7. io non ho fatto nessuna delle due ricette, ma a vederli muoio dalla voglia, sono libidine pura!!

    RispondiElimina
  8. li voglio fare anche io!!!!! :)

    RispondiElimina
  9. un sogno ad occhi aperti....
    Buonoooo!!
    Elisa

    RispondiElimina
  10. Auguri felice Pasqua..!!
    Elisa

    RispondiElimina
  11. Ma i bianchi d'uovo vanno montati prima di metterli nell'impasto?

    RispondiElimina
  12. anch io vorrei sapere se le chiare bisogna montarle rispondete per favore vorrei farli per pasqua. grazie

    RispondiElimina
  13. @anonimi i bianchi non vanno montati ma semplicemente aggiunti. se è la prima volta che fate i maritozzi seguete questa ricetta : http://dolciedintorni.blogspot.it/2009/04/maritozzi-con-la-panna.html è meno complicata e secondo me da un prodotto migliore. Buona Pasqua!!

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Li ho appena fatti: dall'aspetto sono carini, prima di cuocerli profumano ma cotti non sanno di niente e sono troppo mollicosi. Sono più panini che maritozzi. Non è la ricetta giusta.

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...