Pagine

mercoledì 4 settembre 2013

Not-so-Cornish pasties with sturdy shortcrust pasty

La vista di questi pasties mi ha letteralmente stregato, al punto da costringermi ad una folle ricerca del sedano rapa, nemmeno fosse il tesoro più prezioso al mondo.. sono sicura che molti di voi capiranno al volo! La ricetta è semplice, il ripieno, saporito e per niente asciutto, si cuoce con l’umidità che si genera all’interno del pasty, quindi niente soffritti e niente pentole.. è da considerare assolutamente un robusto piatto unico, noi l’abbiamo accompagnato con una fresca insalatina e una lattina di birra gelida.
Per quanto mi riguarda la signorina Pascale passa l’esame a pieni voti!
L’unica modifica che ho apportato rispetto alla ricetta originale è la sostituzione della rapa svedese con il sedano rapa, come suggerito da Patty.. già ho sudato sette camicie per trovare il sedano rapa, figuriamoci quante ne avrei sudate per trovare la rapa svedese!

not so cornish pasties

Not-so-Cornish pasties with sturdy shortcrust pasty
(da Home Cooking Made Easy di Lorraine Pascale)

Ingredienti per 4 pasties:

Per la frolla "robusta"

250 gr di farina 0 + extra per infarinare
250 gr di farina 00
175 gr di burro
5 gr di sale
fino a 3 uova (dipende quante ne assorbe la farina che userete)
Acqua (opzionale)

Per il ripieno

200 gr di manzo macinato
1 patata di medie dimensioni pelata ridotta a dadini
1 cipolla di medie dimensioni, pulita e tagliata a dadini
150 di rapa svedese, pulita e tagliata a cubetti
1 spicchio d'aglio tagliato finemente
un ciuffo di rimo fresco
2 rametti di rosmarino fresco tritato finemente
qualche spruzzo di Salsa Worcesteshire
Sale e pepe bianco macinato fresco
50 gr di burro
1 uovo battuto leggermente.

(Fonte: Andante con gusto)

Mettete la farina ed il burro nell'impastatrice e mescolate velocemente fino a che non otterrete delle briciole. Aggiungete le uova, una alla volta. Se l'impasto non sta insieme formando una palla con le prime due uova, aggiungete la terza. Se neanche con la terza sta insieme, aggiungete acqua fredda, poca alla volta (a me sono bastate 3 uova).
Mettete la palla avvolta in una pellicola per almeno 15 minuti in frigo (io l'ho tenuta 45 minuti perché era morbida).
Preriscaldate il forno a 200°. Quando la pasta è pronta, stendetela con un matterello su una superficie infarinata, per uno spessore di 5 mm e tagliate dei cerchi di 18 cm di diametro. Potete usare dei piattini da dolce o preparare uno stencil in cartoncino da utilizzare come forma.
Dalla pasta dovrete ottenere 4 cerchi. Una volta tagliati, passateli nuovamente in frigo per qualche minuto a rassodare.
Mettete tutti gli ingredienti del ripieno, eccetto l'uovo ed il burro, in una ciotola e mescolate bene. Condite quindi prendete un cerchio di pasta e versateci 1/4 del ripieno distribuendolo bene sulla superficie al centro. Il pasty deve essere pieno e carino ma non esplodere. Mettete un pezzettino di burro sul ripieno quindi passate con un pennello, un filo di uovo battuto sulla circonferenza e chiudete il cerchio a libro. Pizzicate bene per sigillare quindi cercate di formare la piegatura caratteristica, facendo un "orecchio" di 1 cm all'angolo si sinistra e continuando a piegare la pasta in passo come se doveste fare delle orecchie sulla pagina di un libro. Non è facile ma una volta ottenuto, viene automaticamente.
Fate la stessa procedura sul resto dei pasties.
Spennellate bene la pasta con l'uovo sbattuto e mettete in forno su una teglia coperta di carta per 30/40 minuti, e comunque fino a che la superficie sarà ben dorata.
Servite caldissimi.

Con questa ricetta partecipo allo Starbooks Redone:

600613_10200572709589875_1958212842_n

3 commenti:

  1. Sicuramente erano deliziose, ho provato una ricetta analoga ma scozzese e mi era piaciuta parecchio.
    Oltremanica li preparano per i pic-nic perché, come hai detto tu, sono sostanziosi e riempiono, senza occupare troppo spazio nel cesto da pic nic.
    Una bella birra gelata per mandarli giù è proprio il suo accompagnamento, bravissima!

    RispondiElimina
  2. un piatto non facilissimo, un po' lontano dai miei gusti, ma da proporre in una cena al marito...

    RispondiElimina
  3. ricette un po' particolare ma da tenere in considerazione per tante occasioni. Buon fine settimana

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...