Pagine

mercoledì 22 ottobre 2014

Ciambellone alla zucca

Oggi è stato il primo vero giorno d’autunno, un vento bestiale e dieci gradi in meno rispetto a ieri.. combattuta tra l’amore per il sole e la consapevolezza che questa stagione così anomala fa danni, nel breve e nel lungo periodo, mi godo quanto di buono questo ottobre offre.
Il colore di questo ciambellone è spettacolare e il profumo è intenso e particolare, provatelo se non sapete come utilizzare l’ultimo pezzetto di zucca ;)

Ciambellone alla zucca

Ingredienti per uno stampo da kugelhopf:

400 gr di Zucca pulita
200 gr di Zucchero Grezzo
100 gr di Farina 00
200 gr di Farina Integrale
3 Uova intere
80 gr di Olio di semi
1 bustina di polvere lievitante
1 fiala di aroma Vaniglia 

(Fonte: Nella cucina della Fra)

Cuocete la zucca in forno a 200°, avvolgendola in un foglio di alluminio per 15-20 minuti. In alternativa potete cuocerla a vapore o lessarla, ma in questi casi dovrete strizzarla benissimo o lasciarla asciugare in uno scolapasta prima di frullarla. Dovete ottenere una purea densa, aromatizzatela con la vaniglia e lasciatela freddare.
Sbattete le uova intere con lo zucchero, aggiungete la purea di zucca e incorporate la farina setacciata con lievito e sale, possibilmente usando solo un cucchiaio di legno. Infine aggiungete l'olio.
Imburrate e infarinate lo stampo. Se ne usate uno come questo ci vorrà un po' di attenzione in più nella cottura. Io lo posiziono nel ripiano medio basso del forno. Poi, dopo circa 30 minuti di cottura lo copro con un foglio di alluminio e lo lascio coperto fino a cottura ultimata.
Cuocete in forno a 160°, complessivamente per 45-50 minuti.

mercoledì 1 ottobre 2014

Sigari alla Nutella

La fine delle vacanze ha portato inevitabilmente con sé il solito caos delle cose che finiscono e delle cose che iniziano.. il lavoro, la scuola, lo sport.. quest’anno tornare alla normalità mi è pesato come non mai, sarà che l’estate voleva farsi perdonare il suo essere arrivata in ritardo regalandoci giornate spettacolari e temperature da mare, sarà che quella manciata di giorni di ferie ce la siamo gustata fino in fondo, sarà che svuotare la testa dai mille pensieri che in genere la occupano, mi fa sentire leggera leggera ed è una sensazione che ogni tanto non mi dispiace provare!
In questo desiderio di leggerezza, di massimo risultato con minimo sforzo vi lascio una chicca, direttamente dal blog della Stefy una ricetta che merita di essere annoverata tra le furbate.
Sigari alla nutella
CHOCOLATE & HAZELNUT FILO ROLLS
da The Hairy Bikers Perfect Pies
pasta fillo
Nutella
poco burro
zucchero a velo per spolverizzare
Prendere un foglio di fillo e tagliarlo in rettangoli circa 16cm x 19cm.
La pasta fillo secca velocemente all'aria, quindi tenerla coperta con un panno umido e lavorare con pochi rettangoli alla volta.
Spalmare un rettangolo con circa un cucchiaio raso di Nutella cercando di fare uno strato uniforme, lasciando però i bordi liberi.
Spennellare i bordi con pochissimo burro quindi piegarli e poi arrotolare.
Mettere i sigari in una teglia, spennellarli con pochissimo burro e cuocerli circa 10 minuti in forno preriscaldato a 200 gradi. Dovranno essere appena dorati.
Farli raffreddare e servirli spolverizzati con zucchero a velo, volendo con della panna montata.
Note:
- i sigari rimangono croccanti per un paio di giorni, questo consente di prepararli in anticipo anche se implica pure la ricerca di un nascondiglio adatto lontano, oltre che da occhi, da nasi indiscreti
- la ricetta è di una semplicità disarmante e questo, se ad un primo approccio potrebbe sembrare un punto a favore, in realtà è un punto a sfavorissimo, perché la scatola dei sigari finirà in un baleno e voi ci metterete un attimo a riempirla nuovamente, salvo poi finire in un altro baleno etc etc. finché non passerete più dalle porte di casa vostra, salvo allargamento delle stesse.
- occhio alla cottura, i sigari passano in un attimo dall’essere appena dorati all’essere troppo dorati, se la cottura viene prolungata troppo i sigari avranno una puntina amara (mi è capitato, ma non è stato troppo spiacevole, anzi, il contrasto del sigaro leggermente amaro con l’abbondante spolverata di zucchero a velo è stato proprio piacevole)
Istruzioni chiare e precise che portano ad un risultato perfetto, quindi per me la ricetta è assolutamente

PROMOSSA
Con questa ricetta partecipo allo Starbooks Redone di ottobre :












LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...