Pagine

martedì 26 marzo 2013

Terrina di pane e verdure

Figlioli a nanna, soggiorno e cucina puliti e in ordine, una montagna di magliette e pantaloni mignon perfettamente piegati e profumosi di ammorbidente… posso concedermi il meritato riposo ??
Perfetti per un buffet, questi bocconcini sono pratici e gustosi, si possono preparare in anticipo e congelare, lasciandoli scongelare a temperatura ambiente almeno un’oretta prima di servirli. Sono ottimi anche tiepidi.
Terrina di pane e verdure
Terrina di pane e verdure
(da Piccola Pasticceria Salata di Luca Montersino)
350 gr. di pan brioche tagliato a fette (1 pacco del Mulino Bianco o simili) o pane per tramezzini
40 gr. di burro fuso
400 gr. di verdure miste -zucchine a rondelle, peperoni a quadretti, carote a rondelle sottili, cipolle
50 gr. di pecorino
50 gr. di parmigiano
200 gr. di panna
100 gr. di latte
2 uova
sale, pepe
olio extravergine (per me Dante)
burro per imburrare
Togliere la crosta dalle fette di pane, pennellarle con il burro e farle tostare in forno a 150° per alcuni minuti.
Rosolare le verdure in una padella con poco olio, mantenendole croccanti, salare pepare e far raffreddare.
Portare a bollore la panna  con il latte e poi versare il tutto sulle uova sbattute con parte dei formaggi grattugiati, un pizzico di sale e pepe.
Imburrare uno stampo che consenta di fare tre strati di pane, io ho usato uno stampo da plumcake, va bene anche un quadro in acciaio o gli stampi in alluminio usa e getta. Bagnare le fette di pane tostato nel composto di panna, disporle sul fondo dello stampo. Mettere un po' di verdure e spolverare con pecorino e parmigiano. Fare un altro strato e continuare così fino ad esaurimento. Coprire con il composto liquido avanzato.
Cuocere in forno a 160° per 30 minuti circa.
Quando è freddo tagliare a cubotti e servire.

martedì 19 marzo 2013

Torta Buzz Lightyear

Quante volte il Baffo mi avrà fatto sorbire Toy Story ?? A occhio e croce infinite, come infinite sono le volte che mi ha fatto sorbire La spada nella roccia, Mary Poppins, Lilli e il vagabondo, Monsters&Co, Spiderman e non continuo perchè la nostra videoteca occupava diversi metri quadri… la Nana si stupisce quando, guardando qualche cartone, mi sente ripeterne i dialoghi o cantarne le canzoni.. mamma come fai a conoscerlo? Ehhh, figlia mia, sapessi!! Io e tuo fratellone ci siamo guardati centinaia di cartoni nei lunghi pomeriggi invernali.. almeno erano cartoni carini e sensati, non come quelli orribili che piacciono a te, di spugne gialle e stelle marine che passano la giornata a dire idiozie e preparare hamburger …
Buzz Lightyear è un buffissimo space ranger che Pietro ha voluto per difendere la torta dei suoi 3 anni. Verso l’infinito e oltre!

Torta Buzz Lightyear

venerdì 15 marzo 2013

Plumcake allo yogurt senza glutine

Oggi vi mostro una ricetta gluten free di un’estrema facilità e velocità, senza contare poi che questo plumcake è proprio buono buono! L’ho già provato diverse volte, variando il gusto dello yogurt, aggiungendo cacao e mandorle tritate ed ha riscosso un successo enorme. Chi di noi non ha un amico, familiare, conoscente celiaco? E se anche non l’abbiamo, prima o poi magari accadrà che nostra figlia inviterà a casa proprio la compagnetta celiaca, che, conoscendo la scarsa comprensione altrui, verrà a casa nostra con il pacchetto contenente la sua merenda.. diamole uno smacco e facciamole trovare un’ottima merenda gluten free!
Plumcake allo yogurt senza glutine
Plumcake allo yogurt senza glutine

180 g. di farina senza glutine per dolci (io ho usato il mix per impasti lievitati*)
180 g. di zucchero
1 yogurt bianco (125 g.) (io l’ho provato anche con yogurt alla frutta, ugualmente ottimo)90 - 100 g di olio di semi di mais
2 uova intere
1 bustina di lievito per dolci
in questa versione aggiungo anche un po’ di scorza di limone
* Mix di farine senza glutine per impasti lievitati (prelevarne 180 gr. dal totale):
290 gr. farina di riso (finissima)
80 gr. fecola di patate (oppure amido di riso) Naturei
50 gr. amido di tapioca (oppure amido di mais)

(Fonte: Senza Glutine)
Inserire tutti gli ingredienti in un mixer e far andare le lame alla massima velocità per qualche minuto. Versare in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato e infornare a 160° per 35/40 minuti.
Ho provato anche la variante al cacao, ottima anche se leggermente più sbriciolosa di quella classica.
40 gr. di mandorle ridotte in polvere e 150 gr. di mix per impasti lievitati, a metà dell’impasto unire un cucchiaio di cacao amaro, e variegare con una forchetta, ovviamente nella versione al cacao omettere il limone. Prima di infornare ho messo una manciatina di mandorle a lamelle. Che ve ne pare ??
Plumcake al cacao senza glutine
Plumcake al cacao2
* piatti Villa d’Este Home

lunedì 11 marzo 2013

Mini savarin ai formaggi con gelatina di birra

Si vede proprio che siamo a marzo.. stamattina c’era un bel sole, tant’è che ho concesso alla nana di uscire senza sciarpa… ed ha continuato ad esserci sole per tutta la mattina, solo che ogni venti minuti diluviava o grandinava, un paio di minuti di nubifragio da non vedere il palazzo di fronte e poi nuovamente il sole.. mahh!! Quando ho visto questi gioiellini sul blog di Ylenia ho pensato che ci sarebbero stati benissimo nel buffet dei 40 anni del Boss.. in effetti ci stavano così bene che, se non avessi fatto questa foto al volo prima dell’arrivo degli invitati, non avrei potuto mostrarveli oggi.. volatilizzati! Con queste dosi ne sono usciti circa una trentina. Da riproporre assolutamente!
Mini savarin al gorgonzola e ricotta
Ingredienti

Per la crema di formaggi:
150 gr di ricotta
150 gr di gorgonzola al mascarpone
25 gr di pecorino
50 gr di panna fresca
25 gr di mandorle
4 gr di gelatina in fogli
Sale
Pepe nero

Per la base:
8 fette di pan carrè
Una noce di burro
Gelatina di birra

Per la finitura:

Gelatina di birra Lazzaris
Mandorle intere

Procedimento


Per la crema di formaggi:

1) Con un frullatore a immersione amalgamare la ricotta, il mascarpone, il pecorino grattugiato e regolare di sale e di pepe
2) Tritare le mandorle ottenendo una granella abbastanza piccola
3) Idratare la gelatina in acqua fredda per almeno 10 minuti
4) Scaldare la panna, unire la gelatina facendola sciogliere
5) Unire il composto di panna alla crema di formaggi unendo anche le mandorle
6) Versare la crema ottenuta in una sac à poche con beccuccio liscio
7) Procedere così al riempimento degli incavi dello stampo per mini savarin
8) Con una spatola lunga livellare la superficie dello stampo
9) Mettere in freezer a congelare per un paio d'ore
10) Estrarre le savarin dallo stampo e metterle in frigorifero in modo che possano tornare alla giusta temperatura

Per la base:
Togliere i bordi dai pan carrè, assottigliarli con un mattarello, tagliarli con un coppapasta rotondo di uguale dimensione delle savarin e spennellarli con del burro fuso. Farli dorare in forno per 5 minuti sotto il grill

Per la finitura:

Versare la gelatina di birra in un conetto di carta forno e versarne un goccino su ogni crostino (fungerà da colla). Adagiare delicatamente su ognuno una savarin. Farcire la parte vuota con la gelatina terminando con un pezzettino di mandorla (precedentemente pelata o con la parte bianca rivolta verso l'alto)
* stampo mini savarin Silikomart
* vassoio Easy Life Design

mercoledì 6 marzo 2013

Cavolfiore gratinato

Sottotitolo: come spacciare il cavolfiore per una lasagna. Cavoli, broccoli et similia non godono di particolare approvazione da parte dei miei familiari, ma, mannaggia, fanno così bene (e sono così light!! certo, magari non gratinato direte voi…) che ogni tanto ci riprovo e ne metto uno nel cesto della spesa.. finisco quasi sempre per mangiarmelo da sola o con i fortunati di turno a cena.. Ma io non mollo, eh, e continuerò a riproporli sotto mentite spoglie!

Cavolfiore gratinato

Ingredienti:

1 grosso cavolfiore
20 gr. burro
50 gr. grana grattugiato (o parmigiano)

per la besciamella:

30 gr. burro
30 gr. farina
400 gr. latte (le proporzioni della besciamella solitamente sono 30/30/300 ma a noi serve meno densa)
sale qb
noce moscata qb

Lavare bene il cavolfiore, eliminare le foglie e il gambo centrale e dividerlo in cimette. Io lo cuocio a vapore per una decina di minuti, non deve essere assolutamente sfatto, ma si può anche lessare. Nel frattempo preparare la besciamella Scolare i cavolfiori, imburrare bene la teglia e disporre i cavolfiori. Completare con il grana e la besciamella. Infornare a 180° per 15/20 minuti accendendo il grill gli ultimi minuti.

* vaporiera Vapsì Pensofal
* pirofila GreenGate
* forchetta Algia

lunedì 4 marzo 2013

Ciambella alle nocciole glassata

Che serata, amici.. per riuscire a fare una focaccia e una crostata gluten-free per un ospite di mia mamma sono dovuta scendere a compromessi con i due piccoli delinquenti di casa.. una palla di pasta-impasto, come la chiamano loro, e un pugnetto di farina per giocare ai pizzaioli si sono trasformati in un’arma nucleare.. il mio soggiorno era bianco ovunque, divani, tavoli, pavimento.. e loro? sguazzavano nella farina bianchi dalla testa ai piedi! mi hanno fatto venire in mente il lupo della favola dei sette capretti che, per non farsi riconoscere, andava dal mugnaio e, dopo aver tuffato le sue zampacce nere nella farina, le faceva uscire candide come quelle di mamma capra… meno male i due piccoli e instancabili mugnai, dopo un bagno ripulente e rilassante, riposano nei loro lettini, chi li avrebbe retti un minuto di più???

Torta di nocciole glassata

Ingredienti:

200 gr di farina 00
150 gr di zucchero
170 gr di nocciole tostate
100 gr di burro
2 uova
8 gr di lievito vanigliato
5 cucchiai di latte
1 dl di panna
100 gr di cioccolato al latte
riccioli di cioccolato

(Fonte: Sale&Pepe ottobre 2012)

Tritate finemente 150 gr di nocciole con 50 gr di zucchero. Montate il burro a pomata con il restante zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Unite le uova, una alla volta, con un pizzico di sale. Unite in seguito la farina setacciata con il lievito, il latte  e le nocciole tritate.
Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella di 22 cm di diametro, versatevi l'impasto e cuocete in forno caldo a 180 per circa 30 min. Lasciatela freddare, sformatela su una gratella.
Fate scaldare la panna e scioglietevi dentro il cioccolato tritato.
Fate intiepidire il composto e poi usatelo per glassare la torta, decoratela poi con le nocciole rimaste spezzettate grossolanamente.

* piatto GreenGate

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...