Pagine

martedì 27 novembre 2012

Pasta e patate

Pochi e poveri ingredienti per uno dei piatti più comfort che ci siano! La pasta e patate è un classico della cucina italiana del centro-sud, che per tanti anni ha scaldato e riempito le pance di milioni di persone. Mia nonna la faceva spesso, lei con poco faceva dei piatti meravigliosi.. io spesso apro il frigo o vado in dispensa e, nonostante non siano mai vuoti, mi vien da dire "che cosa preparo? non c'è niente!" e mi sembra che per fare un piatto decente mi manchi sempre qualcosa.. poi mi fermo e penso: niente non è certo quello che ho io, che ho il necessario, il superfluo e pure il super-superfluo, niente non è quello che c'è nella mia dispensa, che sembra che i ripiani di legno si pieghino sotto il peso del cibo che c'è, niente era quello che avevano i miei nonni che barattavano qualche manciata di farina con il latte per le mie zie neonate, che quando si sono sposati avevano una valigia, e dico una, con le loro cose, mica hanno fatto un maxi trasloco come me che dopo 6 anni ancora qualche pezzo salta fuori!
Pasta e patate
Ingredienti:
800 gr. patate
200 gr. pasta tipo ditalini/tubetti Verrigni
100 gr. passata di pomodoro Cirio
1 carota
1 gambo di sedano
1/2 cipolla piccola
olio extravergine Dante
sale
Fare un battuto con sedano, carota e cipolla e rosolarli nell'olio in un tegame.
Unire la passata di pomodoro e le patate tagliate a dadini, lasciar insaporire, coprire con un litro e mezzo di acqua salare e cuocere coperto a fiamma bassa per circa 30 minuti.
Con l'aiuto di un mestolo, schiacciare grossolanamente qualche patata.
Aggiungere la pasta e spegnere quando mancano due minuti a fine cottura, lasciandola un po' al dente. Coprire e far riposare qualche minuto prima di portare in tavola. Servire accompagnata da parmigiano grattugiato.
* piatto Colì
* posata Broggi

sabato 24 novembre 2012

Risotto agli asparagi

Da quando ho la fortuna di avere nonna Emilia come suocera sto imparando a conoscere la stagionalità dei prodotti della terra.. ogni settimana lei e nonno Pino ci portano un sacco di frutta e verdura, ma tutto rigorosamente di stagione.. Non mi aspetterò, quindi, un cavolfiore a giugno o delle fave a dicembre, né carciofi in estate o peperoni in inverno. Questo vuol dire mangiare sano e naturale, al passo con la natura che è sempre varia e generosa. Certo però che quando ti vien voglia di un risotto agli asparagi a novembre?
Beh, è vero che la natura insegna, ma a me piace barare.. ed il freezer mi aiuta a farlo. Sbollento gli asparagi, li faccio raffreddare completamente e poi li congelo, e al momento opportuno li uso come se fossero freschi.

Risotto agli asparagi

Ingredienti:

350 gr. riso Carnaroli
300 gr. asparagi (mia suocera mi compra sempre quelli selvatici)
1 o 2 cipollotti
burro, una noce
parmigiano o grana q.b.
olio extravergine Dante q.b
vino bianco, mezzo bicchiere
sale q.b.
brodo vegetale, circa 1 lt.
 
In una casseruola soffriggere leggermente i cipollotti tagliati a rondelle con un filo d'olio.
Aggiungere gli asparagi tagliati a pezzetti e poco dopo il riso, facendolo tostare per qualche minuto.
Bagnare con il vino e far sfumare. Aggiungere il brodo caldo, un mestolo per volta fino a cottura.
Completare con una noce di burro e una manciata di parmigiano. Mescolare vigorosamente e servire.

* piatto GreenGate

lunedì 19 novembre 2012

Banoffee pie

Di questa pie, vi assicuro, non ci si stanca, l'ho preparata ormai un sacco di volte, per tanti palati diversi ed ha sempre riscosso un enorme successo, si fa in fretta ed è buonissima.. che volere di più?

Dedico questo post e questa deliziosa pie (ma davvero non l'hai mai fatta?? devi rimediare, è proprio il tuo stile!!) a Stefania, una donna fantastica che ogni giorno, da 3 anni a questa parte, mi delizia con le sue ricette, le storie avventurose e le cene esilaranti, le furbate e le Marthate. Nella cucina Arabafelice niente è come sembra, ma una cosa è certa: tutto quello che sforna è quanto meno delizioso! E lei, l'unica araba con gli occhi chiari e i colpi di sole, che ormai è quasi più famosa della sua paladina statunitense, non se l'è mica montata la testa, no, no, nonostante i suoi 1754 followers e i 901 mi piace continua ad imperversare sul web con tutta la sua umiltà e la sua sconfinata simpatia, sempre pronta a rispondere ad una domanda o a un saluto e anche a qualche mail minatoria!
Questo è quello che mi piace... ma se ci penso in fondo c'è anche qualcosa che non mi piace..
Non mi piace che siamo lontane e che non ci conosciamo... sarebbe così bello avere un'amica come te!

Banoffee pie

Ingredienti:

100 gr. burro
250 gr. biscotti Digestive
1 lattina di latte condensato (o, se lo trovate, di dulce de leche già pronto)
2/3 banane mature
250 ml. panna fresca
1 cucchiaio zucchero a velo
cioccolato fondente

Preparare il dulce de leche mettendo la lattina di latte condensato in pentola a pressione, coprendola completamente d'acqua e lasciando cuocere per 20 minuti dal fischio. Lasciar raffreddare. Ridurre i biscotti in polvere e amalgamarli insieme al burro fuso. Versare quest'impasto sabbioso in una tortiera da 24 cm di diametro e compattarlo con il dorso di un cucchiaio. Mettere in freezer per 10 minuti.
Spalmare il dulce de leche sul fondo di biscotti e coprire con le banane tagliate a fettine sottili.
Montare la panna insieme allo zucchero e distribuirla sulle superficie della torta in modo da coprire completamente le banane. Decorare con cioccolato fondente a scaglie o fuso.

E partecipo al suo giveaway.. ovviamente, dal momento che divido l'aria con una principessa, concorro per il set "fatine". Un bacio Stefy, sei fantastica!

nuovo banner

domenica 18 novembre 2012

Insalata di ceci, rucola e grana

Sono reduce da tre giorni in cui non ho fatto altro che mangiare.. ho paura a tirare giù la roba invernale, sono sicura che avrò la sorpresa che non mi sta un picchio! Da domani dieta ??  Mahh.. non sono una dalla dieta facile, ma ormai, tra me e il Boss, la situazione è ormai insostenibile, tra me e lui avremo circa 20 kg da smaltire.. non è più solo una questione estetica, ma anche economica - se la roba che ho non mi sta, ma ne devo comprare altra - e di salute - colesterolo e trigliceridi sono sempre in agguato.. certo, detto da una che nelle pagine del suo blog ha pubblicato mille milioni di calorie fa un po' ridere, ma da qualcosa bisogna pur iniziare..  io inizio da una insalata, che non sempre le insalate sono cespugli verdi e insapori, questa è gustosa e nutriente, la preparo spesso come secondo piatto e ci piace un sacco.

Insalata di ceci, rucola e grana

Ingredienti:

300 gr ceci cotti al vapore
una bella manciata di rucola
50 gr. grana padano
olio extravergine Dante
sale
pepe

In una ciotola versare i ceci e la rucola e condire con olio, sale e pepe. Aggiungere per ultimo le scaglie di grana e dare delicatamente un'altra mescolata.

martedì 13 novembre 2012

Sfogliata al pecorino e salsa di cipolle

Visita imprevista di amici ? Niente di buono per cena ? Basta avere qualche ingrediente sfizioso in frigo e in dispensa. Nel mio caso l’immancabile rotolo di pasta sfoglia, un pezzo di buon pecorino e una deliziosa salsa di cipolle, che se non l’avessi dovuta immolare nella sfogliata, me la sarei finita volentieri col cucchiaino! Ve la consiglio caldamente, era proprio squisita!!!

Sfogliata al pecorino e salsa di cipolle

Ingredienti:

n. 1 rotolo di pasta sfoglia
150 gr. pecorino (per me Il Grotta del caseificio Spadi)
n. 1 vasetto salsa di cipolle Lazzaris

Srotolare la pasta sfoglia su una teglia lasciando la sua carta forno.
Grattugiare il pecorino su metà sfoglia e poi spalmare la salsa di cipolle.
Coprire con l’altra metà della sfoglia e sigillare bene i bordi
Cuocere a 180° per 15 minuti o fino a doratura della sfoglia.

* grattugia Microplane
* vassoietto CHS Group

domenica 11 novembre 2012

Plumcake allo yogurt sofficissimo

Questo è il plumcake più soffice e gustoso che abbia mai preparato, e sì che ne ho fatti eh!! Si vede anche dalla fetta come rimane morbida e incurvata nel piatto. Nel gusto assomiglia molto a quelli del famoso mulino, forse per la presenza dello yogurt all'albicocca. A casa nostra ha fatto una breve comparsa, è stato giusto per un paio di giorni la nostra coccolosa e sana colazione.

Ciamellone Annarè

Ingredienti :

150 gr di zucchero semolato Eridania,
150 gr di farina 00 ,
50 di fecola di patate Naturei,
3 uova + 1 tuorlo,
100 ml di olio di semi di mais Dante,
200 gr di yogurt all'albicocca,
1 bustina di lievito Naturei,
1 bustina di vanillina (io l'ho omessa),
1 limone grattugiato
1 pizzico di sale.

(Fonte: I manicaretti di Annarè)

In una ciotola montate bene , le uova e lo zucchero, finchè non saranno spumose.Dopo aggiungete lo yogurt,e infine la farina, setacciata alla fecola ,con il lievito e la vanillina,e continuate a impastare con le fruste a velocità bassa, per non far smontare il tutto.
Ora aggiungete sempre montando con le fruste, l'olio a filo, la scorza di limone grattugiata e il pizzico di sale. Versate il tutto in uno stampo da plumcake della misura di 25x12x6. Infornate il tutto a 180° per circa 30/40 min,avendo cura di non aprire il forno,per i primi 30 minuti. Mi raccomando fate sempre la prova stecchino.

* grattugia Microplane
* stampo plumcake Guardini
* piattino GreenGate
* forchettina Broggi

mercoledì 7 novembre 2012

Biscotti da the con frolla morbida

Finalmente l'anno scolastico è cominciato anche per la nana.. dopo 4 mesi di ricerche, di telefonate, di finti accozzi e vere rotture di scatole, di scleri e incazzi, abbiamo trovato l'asilo che fa per lei.. una maestra che è un angelo, dei compagni che sono già amici, e anche un po' speciali, un giardino che sembra un bosco incantato, con Biancaneve che, quando fa buio, attinge acqua dal pozzo e cura le sue rose.
Lei è troppo felice e finalmente il mio cuore di mamma si alleggerisce nel vedere il suo sorriso all'entrata e all'uscita. Era ora! Goditi il tuo ultimo anno di giochi prima di cominciare la scuola vera, cucciola!

Frollini ziopiero

Ingredienti:

350gr di farina 00
100gr di burro
150gr di zucchero
2 uova grandi
un pizzico di sale
una bustina di lievito
aroma preferito (per me scorza di limone)

per decorare:
Nocciolata e confettura di lamponi Rigoni di Asiago

(Fonte: La ricetta della felicità)

Montiamo le uova con lo zucchero, quindi uniamo il burro ammorbidito a pezzetti. In una ciotola misceliamo e setacciamo la farina con il lievito, l'aroma e il sale e uniamola alla crema di uova, mescolando a velocità minima fino all'assorbimento di tutte le polveri. Il composto dovrà risultare compatto ma morbido.
Stendiamo la frolla con l'aiuto di un pò di farina, nello spessore di un paio di millimetri e con un tagliabiscotti ricaviamo dei cerchietti di circa 4 cm . Inforniamo su teglia con carta forno a 190° per 8 minuti esatti e tiriamoli fuori senza spostarli dalla teglia prima di un paio di minuti.
Li ho uniti con un velo di crema alla nocciola e confettura di lamponi e decorato con cioccolato fuso.

* vassoio Villa d'Este Home

sabato 3 novembre 2012

Gnocchi alla romana

Le giornate ormai fresche chiamano cibi caldi e coccolosi, come questi gnocchi cremosi e fumanti con una deliziosa crosticina, ottimi anche per una gitarella fuori porta se, come me avete la fortuna di avere un contenitore termico, si mantengono caldi fino all’ora di pranzo.

Gnocchi alla romana

Ingredienti:

un litro di latte
250 g di semolino
2 tuorli
20 g di burro
sale, noce moscata
100 g di parmigiano o grana grattugiato più un’altra manciata per la gratinatura

500 gr. besciamella, io ho usato quella GranCucina Codap, in alternativa le dosi sono queste:

mezzo litro di latte
45 g di burro
45 g di farina
sale, noce moscata

Mettere in una pentola capiente il latte, il sale e una grattata di noce moscata. Quando raggiunge l’ebollizione versarvi quindi il semolino a pioggia mescolando in continuazione. Abbassare la fiamma continuando a mescolare con forza finche' avremo un composto piuttosto compatto.
Spegnere il fuoco e far intiepidire, quindi aggiungere i 2 tuorli, il parmigiano ed il burro, mescolando vigorosamente, quindi versare il composto in una teglia coperta con carta forno bagnata e strizzata. Livellare con le mani bagnate fino ad appiattirlo ad uno spessore di un cm.
Tagliare quindi con uno stampino gli gnocchi ed adagiarli in una teglia imburrata, leggermente sovrapposti.
Coprire gli gnocchi con la besciamella, cospargere con altro parmigiano e mettere in forno già caldo a 200° per 10 minuti.

* grattugia Microplane
* contenitore termico Enjoy

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...