Pagine

mercoledì 31 ottobre 2012

Minestra di miglio e salsiccia

Dopo 2 giorni di temperature da pieno inverno, grazie al cielo siamo tornati agli standard stagionali. Finiamo il mese con una gustosissima minestra che ho preparato per una cena con amici. L'ho spacciata per fregola e la mia amica, che è celiaca, non avrebbe potuto mangiarla. Non vi dico l'incredulità quando ha scoperto di poterla mangiare, e come l'ha gustata!! Anzi, a dire la verità l'abbiamo gustata tutti, deliziosa! Vi saluto, stasera io e i miei bambini andremo ad una festa, no no, mica di Halloween, festeggeremo Ognissanti! Tanti auguri a tutti

Minestra di miglio e salsiccia

Ingredienti:

150 g di miglio decorticato biologico Biobon Melandri Gaudenzio
150 g di salsiccia con i semi di finocchio
una cipollina
una carotina
un piccolo gambo di sedano
un pizzico di sale ed un dado di carne
pepe bianco in polvere Tec-Al
un filo di olio extravergine d’oliva Dante
acqua calda q.b.
parmigiano grattugiato (facoltativo)
prezzemolo

(Fonte: Panza & Presenza)

Iniziare con il rosolare nella casseruola un trito di cipolla,carota e sedano con un filo di olio,un pizzico di sale ed un po’ di pepe bianco.
Aggiungere la salsiccia sbriciolata e fare rosolare ancora qualche minuto.
Unire il miglio,insaporire il tutto e versare,subito dopo, l’acqua calda ed un dado.
Cuocere a fiamma molto bassa perchè il miglio tende ad assorbire velocemente l’acqua.
Servire con parmigiano grattugiato ed un trito di prezzemolo.

* casseruola Le Creuset
* tagliere Algia
* ciotolina GreenGate





lunedì 29 ottobre 2012

Girelle di sfoglia con salsa di peperoni e pecorino

Spero possiate perdonare la bruttezza di questa foto, ormai fa buio presto e la pazzia da foodblogger, grazie al cielo, non mi ha ancora spinto, e sinceramente non credo lo farà, ad organizzarmi il set fotografico con softbox e faretti! Mi manca solo il set fotografico in giro per casa!!
Non volevo però privarvi di questo sfizio veloce.. ci si mette davvero 5 minuti ed è buonissimo.

Girelle di sfoglia con salsa di peperoni e pecorino

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 vasetto di salsa di peperoni (per me Lazzaris)
pecorino grattugiato q.b. (per me Il Grotta del caseificio Spadi)

Srotolare la pasta sfoglia, spalmare con un coltello la salsa di peperoni e cospargere con il pecorino grattugiato. Arrotolare la sfoglia dal lato lungo, tagliare con un coltello affilato tante girelle, poggiarle su una teglia ed infornare a 180° fino a doratura della sfoglia.

* grattugia Microplane
* teglia Accademia Mugnano
* vassoietto CHS Group

mercoledì 24 ottobre 2012

Peperoncini ripieni

Ecco una delle ricette che ho fortemente voluto ereditare da mia suocera, famosissima per le sue conserve e in particolar modo per i suoi peperoncini ripieni, e ci credo, sono divini!!! Oltretutto sono semplicissimi da fare, occorre solo un pochino di tempo e pazienza.. ho approfittato di un pomeriggio tranquillo e ne ho fatto più di un kg. Mi raccomando, se avete intenzione di cimentarvi nell'impresa, indossate i guanti!
E cercate di non mangiarli prima di un mesetto, perchè il tempo li migliora molto!

Peperoncini ripieni

Ingredienti:

1 kg. di peperoncini tondi
acciughe, un pezzetto per ogni peperoncino
capperi, uno per ogni peperoncino (io ho usato quelli piccoli Bonomo&Giglio)
400 gr. tonno sott'olio Asdomar
olio extravergine Dante

500 ml aceto di vino bianco
500 ml acqua

Lavate i peperoncini, togliete il picciolo incidendoli con un coltellino appuntito e svuotateli completamente con un piccolo cucchiaino.
Versate in una pentola l'acqua e l’aceto, e portate il tutto a ebollizione: al primo bollore, buttateci dentro i peperoncini e fateli cuocere per 1 minuto, poi scolateli e metteteli capovolti su di un canovaccio pulito ad asciugare per tutta una notte.
Prendete un pezzetto di acciuga, avvolgetelo intorno ad un cappero e mettetelo sul fondo di un peperoncino, quindi riempitelo con il tonno sgocciolato aiutandovi con un cucchiaino. Procedete fino ad esaurimento, vostro e dei peperoncini. Prendete dei vasetti sterilizzati e riempiteli con i peperoncini ripieni, avendo cura di posizionarli ben dritti con la parte bucata verso l’alto; riempite il vasetto di olio fino a coprirli completamente, chiudeteli con capsule nuove. Avvolgere ogni vasetto con un canovaccio e metterli in una pentola a bollire per almeno 20 minuti. Lasciar raffreddare nella pentola.
Si conservano per un sacco di tempo, anche se a noi in dispensa non durano mai troppo!

* pentola Pastasì

martedì 23 ottobre 2012

Crostatine con farcia mediterranea

Vi è mai capitato di cercare per mesi un ingrediente, e proprio quando non ci stavate più pensando, ve lo ritrovate davanti agli occhi, lo prendete in mano, lo girate e lo rigirate e con un'espressione a metà fra l'ebete e l'euforico, lo fate calare nel carrello/cestino immaginando che morte fargli fare ?
L'ambito ingrediente in questione è la pasta fillo. E la ricetta con cui ho deciso di immolarla è quella che troneggia sulla copertina di Sale&Pepe di maggio. Deliziose e particolari, e pure molto coreografiche!

Sfoglie mediterranee

Ingredienti:

4 fogli di pasta fillo
300 gr. carne maiale macinata
1 cipolla
8 pomodorini
1 cucchiaio olive nere Ficacci
1 cucchiaio pinoli Life
1 cucchiaio capperi Bonomo&Giglio
1 uovo
1 cucchiaino origano Bonomo&Giglio
4 fette cipolla rossa
10 foglie basilico
150 gr. yogurt greco
peperoncino in polvere Tec-Al
olio extravergine di oliva Frantoio Gentili
sale

Affettate la cipolla e soffriggetela con 2 cucchiai di olio, salatela, unite la carne e fatela rosolare. Tagliate i pomodorini a quarti, salateli, aggiungeteli alla carne con le olive, i pinoli e l'origano. Cuocete 5 minuti.
Unire un pizzico di peperoncino. Sbattete l'uovo con un cucchiaio di yogurt e incorporatelo alla carne.
Ritagliate 3 dischi in ogni foglio di pasta fillo. Spennellate con olio 4 stampini da 8/9 cm di diametro, rivestiteli con i dischi di pasta sovrapposti e spennellati d'olio. Farcire le quiche, guarnitele con la cipolla rossa, i capperi e cuocete per 30 minuti a 180°. Condite con lo yogurt rimasto con il basilico tritato , salatelo e servitelo con le crostatine calde o tiepide.

* padella Illa
* stampi per crostatine Guardini
* vassoio CHS Group

venerdì 19 ottobre 2012

Caravelle ricotta e spinaci

Altro che Mamma 1 – Gnocco 0…. Non so se il piccoletto legga il blog, o ci sia qualche uccellino che non si fa gli affari suoi.. sta di fatto che dall’altra sera riuscire a farlo addormentare è un’impresa! Quando si fa buio diventa una iena, sembra quasi che capisca che il suo momento di divertimento sta per finire e cerca così di prolungarlo all’infinito! Io e il boss abbiamo passato due notti quasi in bianco con risvegli isterici ogni mezz’ora.. avrei pianto dalla stanchezza e da quanto non riuscivo nemmeno a tenere gli occhi aperti!
Quanto tempo passerà prima che riesca a farmi nuovamente una notte per intero ??

Caravelle ricotta e spinaci

Ingredienti:

2 caravelle La Fabbrica della pasta di Gragnano
300 gr. ricotta di mucca
1 mozzarella
50 gr. grana grattugiato
2 manciatine spinaci freschi
sale
pepe Tec-Al
olio extravergine Frantoio Gentili

Portare ad ebollizione una pentola (per me la nuovissima Pastasì) con abbondante acqua salata. Sbollentare gli spinaci, scolarli e strizzarli bene. Nella stessa acqua sbollentare le caravelle per qualche minuto e adagiarle nella pirofila (essendo una biporzione piccolina io ho scelto un tegamino in ceramica).
Farcirle con il ripieno di ricotta condita con grana, sale e pepe, spinaci e mozzarella tagliata a dadini.
Completate con un filo d’olio e infornate in forno già caldo giusto il tempo di far fondere la mozzarella e di far formare una crosticina.

*tegamino La Fabbrica della Ceramica di Margherita de Simone
* pentola Pastasì di Pensofal*
* grattugia Microplane

martedì 16 ottobre 2012

Sfoglie ai pomodori arrosto

Oggi mi sono dovuta arrendere alla felpina. E persino alle scarpe chiuse. Stamattina in ufficio mi sono pure alzata a spegnere lo split dell'aria condizionata.. accidenti, sembra proprio che abbiamo imbroccato la strada che porta inevitabilmente al freschino. Vabbuò, il mondo gira così, ci dobbiamo adeguare.
Lo Gnocco oggi ha fatto un pisolino pomeridiano di 20 miseri minuti ed è rimasto isterico tutta la sera.. i miei figli sono strani, più sono stanchi, meno riescono a prendere sonno! Oggi per riuscire ad addormentarlo abbiamo tentato la carta bagnetto con acqua calda e bagnoschiuma Dolci Notti, biberon soporifero, carillon e canzoncine rilassanti, batti-sederino con annessa carezzina alla testa, ma niente.
Ok, penso, avrà bisogno di coccole "fisiche", quindi lo prendo in braccio, passeggio un po', niente, tanto per gradire mi prendo anche due belle pizze in faccia con la sua manina delicata. Bene, vuoi essere sciumbullato (agitato)?? Un minuto di danza della pioggia con ragazzino in braccio e .. Mamma 1 - Gnocco 0.

Sfoglie con ricotta e pomodorini 

Ingredienti:

1 rotolo pasta sfoglia rettangolare
200 gr. ricotta
20 gr. parmigiano grattugiato (o grana)
24 pomodorini ciliegia
sale
pepe Tec-Al
timo
olio extravergine Frantoio Gentili

(Fonte: Donna Hay)

Tagliate in 8 quadrati  un rotolo di pasta sfoglia rettangolare cercando di distanziarli un minimo tra di loro.
Mescolate la ricotta con il parmigiano, sale e pepe. Stendete la ricotta sulle sfoglie lasciando un po' di spazio sul bordo. Completate ogni sfoglia con 3 pomodorini. Irrorate con un filo d'olio e cospargete di timo.
Cuocete in forno già caldo a 180° per 20 minuti o finchè la sfoglia è gonfia e dorata.

* piattino Villa D'Este Home

venerdì 12 ottobre 2012

Tartellette di frolla salata con ricotta e sgombro

All’alba del weekend vi lascio con una ricettina fresca e sfiziosa che, capisco che in alcune parti d’Italia siate già con stivali e giubbini, ma qui giù i sandali sono ancora l’unica calzatura indossabile, quindi potete anche passare oltre, ma oggi per noi c’è antipastino estivo! Oh yes!

Tartellette di frolla salata con ricotta e sgombro

Ingredienti (per la frolla):

200 gr. farina 180
125 gr. burro
45 gr. maltitolo
6 gr. latte intero in polvere (io latte scremato in polvere Naturei)
25 gr. parmigiano (io grana)
45 gr. uova intere
30 gr. tuorli
25 gr. fecola di patate Naturei
3 gr. sale
qb. noce moscata

(fonte: piccola pasticceria salata di Luca Montersino)

200 g di ricotta
1 conf. di filetti di sgombro al naturale
olio extravergine di oliva q.b.
marsala
paprika
sale e pepe

(Fonte: L’albero della carambola)

Impastare il burro ammorbidito insieme al latte in polvere, maltitolo, sale, noce moscata e parmigiano. Aggiungere poco per volta uova intere e tuorli.
Aggiungere un terzo della farina, impastare brevemente, aggiungere il resto della farina e la fecola. Fare una palla leggermente schiacciata, coprirla e metterla a riposare in frigo per 2 ore. Al termine del riposo, lavorare l'impasto con le mani fino ad ottenere una consistenza plastica e compatta.

Intanto, nel mixer, frullare lo sgombro, la ricotta e un po’ di marsala (regolatevi assaggiando, dovrebbero bastare 3 o 4 cucchiai), aggiustare di olio, sale e pepe e mescolare. Foderare di frolla salata degli stampini (io ho usato quelli in silicone per tartellette), coprire con fagioli secchi appoggiati su un pezzetto di carta forno e infornare in forno caldo a 180° per 20/ 25 minuti circa. Lasciare intiepidire i gusci e riempire con la mousse di ricotta e sgombro. Spolverare di paprika (io l’ho dimenticato!!) e completare con il timo fresco (io un filo d’erba cipollina).

*tovaglietta Cretivitavola
*stampi da tartelletta in silicone Happyflex

martedì 9 ottobre 2012

Bavarese allo yogurt con frutti di bosco

Di bavarese questo dolce ha ben poco... infatti manca la crema inglese, che è uno dei punti fermi di questo dessert. Ad ogni modo a me serviva un dolce rapido da fare con quelle 4 cose che avevo nel frigo, una ricerchina veloce e questa pseudo-bavarese mi ha risolto il problema. Avevo anche i frutti di bosco congelati, via nel pentolino con acqua e zucchero e poi sul fuoco.. e mentre io e la nana ci coccolavamo sul letto mi fa: mamma, c'è odore di caramello! Sono schizzata in cucina, ma non c'era più niente da fare, anche il pentolino (di quelli del servizio buono, sigh..) è malamente compromesso... spero nelle virtù di mia suocera di smacchiare, disincrostare e rimettere in sesto qualsiasi cosa!!

Bavarese allo yogurt

Ingredienti:

1 busta di frutti di bosco surgelati (io ho usato il topping ai frutti di bosco Fabbri)
3 cucchiai di zucchero  Eridania
acqua qb 
1 tazzina di latte 
2 fogli di colla di pesce 
250 gr di yogurt bianco 
50 gr di zucchero a velo 
250 gr di panna fresca

(Fonte: I menu di Benedetta)

Sciogliere i frutti di bosco in una pentola con zucchero e un goccio d'acqua. Una volta pronti trasferirli in una ciotola a raffreddare. Nel frattempo scaldare il latte. Ammollare la colla di pesce in acqua fredda. Mescolare lo yogurt con lo zucchero a velo. Montare la panna. Sciogliere la colla di pesce strizzata nel latte e aggiungere tutto allo yogurt. Unire la panna allo yogurt, incorporando delicatamente, poi trasferire tutto in uno stampo e mettere in frigo almeno 3 ore. Servire la bavarese ricoperta dalla salsa di frutti di bosco, o dal topping.

* piattino Easy LIfe Design
* posata Broggi
* stampo Happyflex

lunedì 8 ottobre 2012

Torta di nocciole

Anche se le temperature da queste parti non si possono ancora dire propriamente autunnali, mi sento autorizzata a cominciare a mandare in scena ingredienti un po' meno estivi, quali la frutta secca, un po' calorica ma piena di nutrienti essenziali. Una fetta di questa torta ? Una botta di vita!

Torta di nocciole

Ingredienti:

- 300 gr. di farina
- 200 gr. di nocciole Life
- 200 gr. di zucchero Eridania
- 200 gr. di latte
- 60 gr. di burro
- 3 uova
- Buccia grattugiata e succo di un limone biologico
- 1 bustina di lievito per dolci Naturei
- Un pizzico di sale

(Fonte: Menta e Liquirizia)

Per fare la farina di nocciole basta sistemare le nocciole in una teglia rivestita da carta da forno e tostarle in forno per circa dieci minuti, mescolandole spesso. Toglierle dal forno e strofinarle in un canovaccio pulito per eliminare le pellicine. Lasciarle raffreddare e frullarle con un cucchiaio di zucchero.

In una ciotola lavorare il burro morbido a temperatura ambiente con lo zucchero, unire un uovo alla volta, poi la buccia grattugiata e il succo del limone, il sale, la farina di nocciole e in ultimo la farina setacciata con il lievito alternandola con il latte.
Versare il composto nella teglia antiaderente precedentemente imburrata e infarinata ed infornare a forno già caldo a circa 180° per circa 40 minuti. Infine cospargere la superficie con lo zucchero a velo.

* grattugia Microplane
* piattino Villa d'Este Home
* tortiera Guardini

sabato 6 ottobre 2012

Peperoni ripieni

Stamattina siamo stati al mare per svuotare la cabina dai quintali di secchielli, palette e braccioli vari, nonché da spiaggiole con annessi e connessi, la spiaggia era piena zeppa di gente che prendeva il sole e faceva il bagno.. Fa ancora parecchio caldo ed io mi beo di questo, sto in apnea al pensiero che tra qualche giorno, fra qualche settimana non sarà più cosi! Mi beo dell'ancora abbondante varietà di ortaggi e verdure e faccio il pieno di gusto e vitamine con poche calorie... speriamo di dover aspettare ancora un bel po' per le zuppe fumanti!
Scappo, mi aspetta una festa al parco con tanto di gonfiabili.. chissà che questa bella prospettiva non alletti i bambini al punto di convincerli a lasciarmi fare due chiacchiere in santa pace! Buon weekend!
Peperoni al forno
Ingredienti
6 peperoni
200 g di pecorino dolce o scamorza 20
olive nere di Gaeta Ficacci
6 filetti di acciughe sott'olio
1 spicchio di aglio
origano Bonomo & Giglio
olio extravergine Frantoio Gentili
sale

(ricetta tratta da Sale&Pepe - settembre 2012)

Tagliare una fetta ai peperoni nel senso della lunghezza e ridurla a dadini. In una padella con poco olio soffriggere leggermente lo spicchio d'aglio e aggiungere i dadini di peperoni, salare e cuocere per una decina di minuti.
Svuotare i peperoni dai semi e cuocerli su tutti i lati in una padella con qualche cucchiaio di olio per 5 o 6 minuti. Sistemateli in una pirofila con la parte tagliata rivolta verso l'alto e salare leggermente.
Tagliare a dadini il formaggio, unirlo alla dadolata di peperoni raffreddata, aggiungere le olive e l'origano. Con il composto ottenuto riempire i peperoni.
Cuocerli in forno già caldo a 200° per una ventina di minuti. Servire tiepidi cosparsi di acciughe a tocchetti.
* padella Illa
* pirofila Colì




mercoledì 3 ottobre 2012

Torta Spiderman

Mio marito dice che quando preparo torte per altri, mi impegno di più... in effetti se guardo la torta della nana di quest'anno, mamma mia, non l'ho nemmeno fotografata tanto era brutta! Meno male che tutto quello che esce dalle mani di mamma è bellissimo ed anche quella brutta Ariel malinconica è riuscita a strapparle un sorrisone a tutti denti, tranne uno che ci ha abbandonato giusto un paio di giorni prima del compleanno! W il nostro primo topolino!

Torta spiderman

Pan di spagna bagnato con sciroppo aromatizzato al limoncello e farcito con crema pasticcera al limone.
Ricoperto con crema di burro e decorato con pasta di zucchero e glassa reale.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...