Pagine

mercoledì 29 agosto 2012

Quadrotti di crumble gluten free

Ultimamente mi sono data ai crumble, dei quali ho scoperto con  piacere la bontà e la velocità... nella loro imperfezione mi stanno proprio simpatici, non c'è una fetta uguale ma all'altra, ma tutte accomunate dalla stessa dolce scioglievolezza.. Nella mia dispensa non manca mai un discreto assortimento di farine senza glutine, possono sempre essere utili.. una cena dell'ultimo secondo, un invito imprevisto, una merenda al parco, ogni occasione è buona per fare qualcosa di buono e rendere felici tutti, nessuno escluso..
Prendete nota di questa frolla, è deliziosa, si scioglie in bocca, per il crumble poi è perfetta perchè ha la tendenza a non compattarsi, se invece volete usarla come una frolla normale aiutatevi a compattarla inumidendovi un pochino le mani e facendola riposare in frigo avvolta da pellicola.

Crumble senza glutine

Ingredienti:

300 gr. farina senza glutine (io uso indifferentemente Biaglut,sia da kg che da 1/2 kg, Schar Mix C)
125 gr. zucchero Eridania
125 gr. burro
1 uovo
sale
5 gr. lievito Naturei
limone

per farcire: Fiordifrutta Ciliegie e Ribes Rosso Rigoni di Asiago

Setacciare la farina , amalgamarla allo zucchero. Unire poi il burro e l'uovo e il resto degli ingredienti. Far girare nel mixer o nell'impastatrice giusto il tempo di ottenere un composto bricioloso.
Disporre una parte delle briciole sul fondo di una teglia (per me rettangolare 20x25cm) rivestita di carta forno, pressandole leggermente con la mano, stendere in maniera omogenea qualche cucchiaiata di confettura e completare con le briciole rimanenti, cercando di coprire tutti i buchi.
Infornare a 180° fino a doratura, circa 20 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest Rigoni di Asiago:

autunno-300x164

* grattugia Microplane
* teglia Accademia Mugnano
* piatto Easy Life Design

martedì 28 agosto 2012

Lemon drizzle cake

Oggi è il compleanno della mia mamma.. quest'anno niente pranzo tutti insieme, il piccolino ha pensato bene di svegliarsi con un po' di febbre, ad agosto, davvero ridicolo!! Perciò la super-nonna è passata a prelevare la pulce n. 2, e mentre loro se la stanno sguazzando beatamente in mare, c'è una buonissima torta alle pesche che cuoce in forno, almeno più tardi potremo spegnere insieme le candeline..ma questa ve la mostrerò un'altra volta.... oggi vi lascio una deliziosa tortina che ho fatto un po' di tempo fa, limonosa all'ennesima potenza, soffice come una nuvola ma con una crosticina da urlo!
Lemon drizzle cake
LEMON DRIZZLE CAKE
da Cakes and Bakes di Linda Collister(per una teglia quadrata da 20 cm)
140 g di burro
140 g di zucchero semolato Eridania, meglio se tipo Zefiro
140 g di farina
2 uova grandi ( se le avete piccole aggiungete un albume)
buccia grattugiata di un limone
un pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito per dolci Naturei
per la crosticina al limone
4 cucchiai di zucchero semolato Eridania, meglio se tipo Zefiro
succo appena spremuto di un limone
(Fonte: Arabafelice in cucina)
Tirare il burro fuori dal frigo un quarto d'ora prima di lavorarlo, quindi metterlo in una ciotola e batterlo con le fruste elettriche insieme al pizzico di sale e lo zucchero per non meno di cinque minuti di orologio.
Se avete la planetaria fate quest'operazione con la frusta a K.
Appena lo zucchero ed il burro diventeranno un composto bianco e spumoso aggiungere le uova (a temperatura ambiente), una alla volta, sempre battendo con le fruste e infine la buccia di limone.
Ora fermare le fruste ed aggiungere la farina setacciata con il lievito usando un mestolo, e girando delicatamente in modo che tutto sia ben amalgamato.
Versare il composto in una teglia (per me tonda da 22 cm.) coperta con carta forno leggermente imburrata e cuocere a 180 gradi finchè uno stecchino inserito al centro del dolce uscirà fuori asciutto.
Appena la torta esce dal forno bucherellarla ovunque usando uno spiedino di legno e spolverizzarla immediatamente con un cucchiaio di zucchero semolato, preso da quelli che servono per la crosticina.
Nello stesso momento unire i 3 cucchiai di zucchero rimanenti al succo di limone, girare velocemente e versare subito sulla torta bollente usando un cucchiaio in modo da far andare lo sciroppo dappertutto.
L'autrice raccomanda di non sciogliere in anticipo lo zucchero nel limone ma di unirli velocemente quando la torta esce dal forno: solo così si otterrà la crosticina voluta.

* tovaglia Creativitavola
* spremilimoni Algia






lunedì 20 agosto 2012

Fiori di zucca in pastella croccante con lievito

Mia figlia impazzisce per i fiori di zucca.. secondo me è attratta dal colore e dal fatto che al supermarket non si trovano, perciò ogni volta che facciamo un salto al mercato ce ne andiamo con 2 mazzetti di questi deliziosi fiorellini gialli! Ecco la versione pastellata con lievito di birra, buonissima, l'unica noia è quella di ricordarsi di prepararla diverse ore prima dell'utilizzo, con queste temperature basta anche all'ora di pranzo per gustare alla sera un ottimo fritto.. in preda al delirio da frittura, e complice la pastella che mi è avanzata, ho affettato anche una melanzana, una zucchina, una cipolla.. ci siamo leccati i baffi, quando ce vò, ce vò!!

Fiori di zucca in pastella

Ingredienti:

  • 12 fiori di zucca
  • 3 filetti di acciuga
  • 100 g di mozzarella sgocciolata
Per la pastella:
  • 250 g di farina 00
  • 275 g di acqua a temperatura ambiente
  • 1 uovo piccolo
  • 3 g di lievito di birra
  • 1 pizzico di sale
  • Olio di semi di girasole Dante per la frittura

(ricetta di Laura Ravaioli)

In una ciotola sbriciolare il lievito nell’acqua. Mischiare il lievito alla farina setacciata e messa in un’ampia ciotola. Aggiungere l’uovo ed il sale. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Coprire con pellicola e mettere nella parte bassa del frigo per 6-8 ore.

Pulire i fiori di zucca levando il pistillo e i filamenti esterni, lasciare un pezzetto del gambo, facendo attenzione a non romperli.

Fare a pezzetti la mozzarella e i filetti di acciuga. Farcire i fiori di zucca col ripieno, chiuderne l’estremità girandola a caramella, passarli nella pastella e calarli nell'olio già caldo, girandoli a metà cottura. Scolare su carta assorbente, salare e servire!

domenica 19 agosto 2012

Panna cotta alla confettura di ribes rosso e lamponi

Abbiamo trascorso qualche giorno fuori, ospiti dei miei genitori, ospiti a loro volta dei miei zii... tra Luca che ha dormito veramente poco e male e la casa che, tra scale, spigoli e strapiombi, non era proprio a misura di bambino, abbiamo resistito 5 notti.. ma il mare, che bello! abbiamo trovato delle giornate stupende, e siamo riusciti a sfruttarle al meglio! E impagabile la mia mamma che ci coccolava in tutti i modi possibili e immaginabili e le fenomenali grigliate di mio papà... Siamo rientrati ieri notte (con 2 kg in più...) con i due piccoli un po' raffreddati e i due grandi con qualche virus intestinale, ma la situazione oggi sembra essere già risolta..
E siccome l'estate continua ad imperversare con le sue temperature tropicali, oggi vi offro un dessert fresco, veloce e sempre diverso se lo abbinate a confetture, marmellate, caramello, cioccolato, frutta fresca o secca... insomma fate voi!

Panna cotta alla confettura di ribes rosso e frutti di bosco

Ingredienti:
500 ml. panna fresca
250 ml. latte fresco
100 gr. zucchero
2 fogli gelatina (4 gr.)
mezzo baccello vaniglia
per decorare, Fiordifrutta ribes rosso Rigoni di Asiago, confettura Raspberry seedless Wilkin&Sons distribuita da D&C
qualche frutto di bosco congelato

Mettere i fogli di gelatina ad ammollare nell'acqua fredda.
Mettere sul fuoco a fiamma bassa un pentolino con tutti gli ingredienti tranne la gelatina. Togliere prima di raggiungere la bollitura. Unire la gelatina strizzata, mescolare il tutto. Raffreddare sollevando il composto con un mestolo. Mettere negli stampini filtrando con un colino e mettere in frigo fino a quando non diventa solida (3/4 h.)

* vassoio CHS Group
* posata Rivadossi

Con questa ricetta partecipo al contest Rigoni di Asiago:

autunno-300x164

venerdì 10 agosto 2012

Torta Barbapapà per il primo compleanno di Luca

Come avrei potuto non mettere sulla torta del suo primo compleanno il suo primo grande amore, dopo la mamma ovviamente??? Pensate che la sua prima parola è stata papapapà che ovviamente vuol dire barbapapà.. vi lascio immaginare il suo faccino tondo che si illumina alla vista della torta! 
E' passato più di un mese dal compleanno, ma noi non ci formalizziamo, vero? Auguri cucciolone!

Torta Barbapapa x Luca

Questa volta al posto del solito pan di spagna ho voluto provare la Madeira cake, una base molto più sostenuta e gustosa che ha retto benissimo l'intaglio e la copertura con pasta di zucchero, senza avvallamenti né incertezze..

La ricetta che ho utilizzato è questa:

Madeira cake (stampo da 24cm)

300 gr di farina
1/2 bustina di lievito 
250 gr di burro 
250 gr di zucchero
4 uova
1 limone grattugiato
2 cucchiai di latte

(Fonte: Cookaround)

Miscelate in una caraffa o bicchiere le uova con il latte. Montate lo zucchero con il burro fatto ammorbidire nel microonde oppure tenuto a temperatura ambiente finchè non diventa una crema. Adesso alternate le uova alla farina aggiungendole all'impasto, otterrete una crema che spalmerete (perchè è piuttosto densa) nella teglia già imburrata ed infarinata.
Forno già caldo a 160° per 40/50 minuti, o comunque fino a prova stecchino.
Io ho fatto doppia dose ed ho cotto in teglia rettangolare 24x35.

Per la farcitura ho usato la Camy Cream che è ottima per tantissime preparazioni, dal tiramisù alle crostate, bicchierini, semifreddi, è davvero versatile, segnatevi le dosi, vi torneranno certamente utili:

500 gr di mascarpone
180 ml di latte condensato
250 gr di panna fresca

Montate la panna, fredda di frigo, in una ciotola pulita e asciutta
Lavorare con le fruste il mascarpone, quindi aggiungere il latte condensato a filo. Quando avrete ottenuto una bella crema liscia, incorporate la panna montata in precedenza mescolando con un cucchiaio.

(Fonte: Cookaround)

Decorata interamente con pasta di zucchero

* colorante viola e tagliapasta fiore Italian Cake Art by Martellato

lunedì 6 agosto 2012

Couscous alle verdure

I 40° di questi giorni non invogliano certo a grandi abbuffate.. i bambini stanno facendo grandi scorpacciate di frutta fresca, sembrano gradire quella e poco altro, d'altronde come biasimarli!?
La scoperta di quest'estate è stata il couscous, che si gusta fresco e nutre senza appesantire, ed il giorno dopo è ancora più buono!
Cous cous con verdure
Ingredienti:
250 gr. couscous precotto Molino Chiavazza
250 ml. acqua
1 cucchiaino sale
2 cucchiai olio extravergine Frantoio Gentili
2 noci burro
1 cipolla
1 peperone
2 carote medie
2 zucchine medie
1 spicchio aglio
150 gr. ceci secchi Melandri Gaudenzio, messi in ammollo il giorno prima
olio extravergine q.b. Frantoio Gentili
sale q.b.
peperoncino q.b. Tec-Al
Portate ad ebollizione l'acqua in una casseruola capiente, poi versatevi un cucchiaino di sale e due di olio, aggiungete il couscous a pioggia, mescolate e poi spegnete il fuoco. Lasciate riposare per 2 minuti.
Aggiungete due noci di burro e fate cuocere per altri 2 minuti, poi spegnete il fuoco e con una forchetta, sgranate bene il couscous. Lessare i ceci  in acqua salata e sgocciolarli.
Tritate la cipolla e l'aglio, lavate e tagliate a cubetti la melanzana, la zucchina, la carota e i pomodorini.
Mettere a rosolare in una padella capiente la cipolla e l'aglio con qualche cucchiaio di olio, aggiungere il peperoncino. Aggiungete quindi le carote, i peperoni, le zucchine e le melanzane.
Fate stufare dolcemente per 5 minuti fino a che saranno leggermente cotte, ma ancora consistenti. Salare. Appena le verdure saranno intiepidite, unite i pomodorini e i ceci e versate tutto in un contenitore insieme ad il couscous con qualche foglia di basilico spezzettato.
* tovaglietta Creativitavola
* casseruola Le Creuset
* ciotola La Fabbrica della Ceramica
* padella Illa

sabato 4 agosto 2012

Cheesecake alla ricotta, limone e pinoli

Metà estate se n'è già andata, non ho ancora fatto nemmeno un giorno di ferie, ma comincio a sentire sul collo il fiato del nuovo anno scolastico che giorno dopo giorno si fa sempre più vicino! Ma accantono questa spiacevole sensazione e mi godo questo caldo africano rimanendo a mollo per ore ed ore con i miei cuccioli nell'acqua tiepida del mare. Buone vacanze a chi parte e a chi rimane... io, per il momento, rimango, salvo colpi di testa dell'ultimo minuto! Gustatevi una fetta di questo freschissimo e delizioso cheesecake!

 Cheesecake al cioccolato bianco e pinoli

Ingredienti per uno stampo da 18 cm di diametro:

per la base:
150 g di biscotti Digestives
75 g di burro fuso a temperatura ambiente

per il ripieno:
500 g di ricotta
100 g di cioccolato bianco Venchi
50 g di zucchero semolato Eridania
25 g di amido di mais Naturei
2 uova medie
100 ml di panna fresca
la scorza di 1 limone bio grattugiata
1 mandorla amara tritata (vedi nota alla fine della ricetta)
30 g di pinoli Life

inoltre:
zucchero a velo per spolverizzare
1 cucchiaino di zucchero vanigliato

(Fonte: Fiordifrolla)

Rivestite il fondo di una tortiera a cerchio apribile del diametro di 18 cm con della carta da forno e imburrate con cura i bordi. Posizionate la tortiera su di una teglia grande per catturare eventuali perdite, mentre la torta si sta cuocendo (che effettivamente un po’ ci sono). Preriscaldate il forno a 180°.

Per la base: nel mixer tritate finemente i biscotti, unitevi il burro fuso e azionate ancora un po’ l’apparecchio ad impulsi. Trasferite i biscotti nella tortiera e pressate con cura aiutandovi con il dorso di un cucchiaio in modo da ottenere uno strato ben livellato. Coprite con la pellicola per alimenti e conservate in frigorifero mentre per tutta la durata della preparazione del ripieno.

Per il ripieno: in una ciotola lavorate la ricotta con le fruste elettriche fino a renderla soffice. Aggiungete lo zucchero semolato, quello alla vaniglia e l'amido di mais setacciato. Sbattete a media velocità fino a quando otterrete un composto liscio (circa 2 minuti). Aggiungete adesso le uova, una alla volta, lavorando bene dopo ogni aggiunta. Unite la panna (non montata mi raccomando), la scorza di limone grattugiata, la mandorla amara tritata e sbattete fino a quando il composto sarà ben amalgamato, ma non montato. Nel frattempo fate fondere a bagnomaria il cioccolato bianco e, quando sarà completamente sciolto, unitelo ancora tiepido al composto. Prelevate la base dal frigo e versatevi sopra il ripieno, livellando bene e sbattendo più volte la tortiera sul piano di lavoro. Cospargete la superficie con i pinoli.

Fate cuocere il cheesecake nel forno già caldo a 180° per circa 55 minuti, coprendolo con un foglio di alluminio se notate che dovesse diventare troppo scuro. Spegnete il forno e lasciatevi il cheesecake all’interno per altri 20-30 minuti (sempre con il foglio di alluminio), quindi prelevatelo e portatelo a temperatura ambiente. Trasferitelo poi in frigorifero e servite preferibilmente il giorno seguente spolverizzandolo con zucchero a velo.

Nota:

- nella lista degli ingredienti trovate una mandorla amara, per chi non riuscisse a reperirla è possibile utilizzare anche  il seme che si trova all’interno del nocciolo di albicocca, noto altrimenti con il nome di armellina. Viene utilizzato in gastronomia in alcune preparazioni come negli amaretti o nei liquori ad esempio, proprio per il suo caratteristico sapore amarognolo. Va utilizzato con molta parsimonia perché, contenendo un derivato dell’acido cianidrico, se consumato in grandi quantità potrebbe risultare altamente tossico.

* grattugia Microplane
* piatto Villa d'Este Home
* cucchiaino Broggi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...