Pagine

giovedì 28 giugno 2012

Sfogliatine capresi

Se non avete ancora in mente nulla per lo spuntino di stasera davanti alla tv mentre i nostri ragazzi cercheranno di strappare la finale ai teteschi, fate queste sfogliatine, che, oltre ad essere deliziose, sono anche un po' patriottiche! La genialata di questa ricetta sta nella presenza dell'amido di mais nel ripieno che consente al sughetto dei pomodorini di diventare una cremina e alla sfoglia di cuocere senza inzupparsi, rimanendo bella croccante anche dopo un bel po', sempre che ovviamente, non vi facciate prendere dai raptus famelici che ogni tanto prendono me!!

Sfogliatine capresi

Ingredienti:

300 gr. pomodorini pachino
5 gr. sale
30 gr. olio extravergine Ficacci (io ne ho messo un filino)
20 gr. amido di mais Naturei
6 gr. basilico + qualche fogliolina per guarnire
200 gr. pasta sfoglia
100 gr. mozzarella

(Fonte: Croissant e biscotti di Luca Montersino)

Tagliate i pomodorini in quattro, raccoglieteli in una ciotola e conditeli con il sale, il basilico spezzettato, l'olio e l'amido di mais. Stendete la pasta sfoglia allo spessore di 2 mm. e usatela per rivestire gli stampini lasciando sbordare di 1,5 cm. Bucherellate con una forchetta il fondo e riempite con il ripieno di pomodorini.
Mettete in forno a cuocere a 170° per circa 15 minuti, poi togliete velocemente e condite con i dadini di mozzarella. Cuocete ancora nel forno per un paio di minuti. Guarnire con foglioline di basilico fresco.


* coppapasta Guardini
* tagliere Algia
* stampi da tartelletta Happyflex

venerdì 22 giugno 2012

Crostata di frolla salata alla pizzaiola

L'ho fortemente voluto ed è sfacciatamente arrivato! Il caldo, quello che ti fa boccheggiare, che ti fa venire voglia di rinchiuderti in casa con le pompe di calore a manetta, quello che il forno è meglio mandarlo in ferie per i prossimi 2 mesi... seeee e chi ci riesce!!?? Per me l'estate è tutto, vivo tutto l'anno in funzione dell'estate, delle sue giornate lunghe e calde, che si traducono in mare, bambini sani, passeggiate fino a tarda sera, infradito, gelati a tutte le ore, vacanze, più tempo con le persone che amo e potrei continuare almeno per 3 o 4 post, ma vi risparmio.. Mi gusto questa estate appena cominciata e vi lascio una fetta di questa deliziosa crostata salata che mi ha stupito per la sua semplice, ma irresistibile bontà.

Crostata di frolla salata con mozzarella e ciliegini

per la pasta frolla salata:

200 gr. farina 180
125 gr. burro
45 gr. maltitolo
6 gr. latte intero in polvere (io latte scremato in polvere Naturei)
25 gr. parmigiano (io grana)
45 gr. uova intere
30 gr. tuorli
25 gr. fecola di patate
3 gr. sale
qb. noce moscata

(fonte: piccola pasticceria salata di Luca Montersino)

provola (se piace anche affumicata, io ho usato quella normale), una decina di fette
mozzarella, 2
pachino, 2 manciate
origano,1  cucchiaio
sale qb
olio extravergine qb

Impastare il burro ammorbidito insieme al latte in polvere, maltitolo, sale, noce moscata e parmigiano. Aggiungere poco per volta uova intere e tuorli.
Aggiungere un terzo della farina, impastare brevemente, aggiungere il resto della farina e la fecola. Fare una palla leggermente schiacchiata, coprirla e metterla a riposare in frigo per 2 ore. Al termine del riposo, lavorare l'impasto con le mani fino ad ottenere una consistenza plastica e compatta.

Tagliare la mozzarella a fettine e metterla a scolare in un colapasta.
Stendere la pasta e foderare lo stampo da crostata (io ho usato uno stampo rotondo da 24 cm con il fondo amovibile e mi è avanzata un po' di pasta con cui ho fatto delle tartellette), bucherellare con una forchetta il fondo della crostata. Disporre le fette di provola e poi quelle di mozzarella, ricoprire con i pachino tagliati a metà, salare e condire con un filo di olio e dell'origano. Infornare per circa 20 minuti in forno già caldo a 180°.

Con questa ricetta partecipo al contest di Ely:

Banner scritta marrone

domenica 17 giugno 2012

Tagliatelle di farina di ceci con salsa al caprino e rosmarino

Cercando l'ispirazione per partecipare al consueto appuntamento con il molino più famoso del web, e al bellissimo multi-contest della Ely, mi sono imbattuta in una ricetta di panelle fritte che avevano tutta l'aria di essere deliziose. Approfittando del pisolino pomeridiano del piccolo, dopo aver pulito tutta la cucina (idiota!) mi sono messa con le mani in pasta, e le panelle sulle quali avevo riposto grandi aspettative di bontà, mi si sono spatasciate nella padella lasciandomi, oltre che un gran casino in cucina, anche a bocca asciutta.. La salvezza è arrivata con la mia amica Roberta che mi ha portato due bellissimi spicchi di formaggio caprino, uno fresco e uno semistagionato, entrambi buonissimi.. L'abbinamento tagliatelle di ceci/caprino/rosmarino si è rivelato davvero azzeccato, e anche la proporzione farina di ceci/farina normale (che appena terminato l'impasto aveva un aroma molto forte e ho temuto risultasse sgradevole al palato) era perfetta, il sapore era dolce e delicato, per niente fastidioso. Da riprovare assolutamente!!
Tagliatelle di ceci con salsa al caprino
 
Ingredienti:

per le tagliatelle:
100 g di farina di ceci
100 g di farina 00
2 uova
per la salsa:
100 gr. formaggio caprino fresco
qualche cucchiaio di latte
1 rametto di rosmarino fresco
sale (io non ne ho aggiunto perchè il mio formaggio, nonostante non fosse stagionato, era già abbastanza saporito)

Preparazione:


Setacciate e miscelate la due farine e impastatele con le 2 uova fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgete la palla di pasta nella pellicola e lasciatela riposare per circa una mezz'ora. Riprendere la pasta e, dopo aver spolverato un po' di farina sul piano di lavoro, stenderla con il mattarello fino allo spessore di 1mm. Una volta stesa lasciarla riposare una mezz'ora per farla seccare un pochino, quindi piegarla in quattro e poi ancora in due spolverando un po' di farina su ogni strato. Con un coltello affilato tagliate le tagliatelle di circa 5mm. Dare aria alle tagliatelle agitandole un po' e sistemarle su un vassoio facendo attenzione che non si attacchino.
Sbriciolare in una padella il caprino e aggiungere qualche cucchiaio di latte e un rametto intero di rosmarino. 
Fate scaldare a fiamma molto bassa finchè si sarà formata una crema, aiutatevi con una frusta. Togliete il rosmarino. Nel frattempo lessate le tagliatelle in acqua salata, scolatele e conditele con la salsa al formaggio. Impiattate, versate un goccino d’olio e guarnite con un ciuffo di rosmarino fresco.
Tagliatelle di ceci
Con questa ricetta partecipo al contest del MOLINO CHIAVAZZA sulla Farina di Ceci:

 
E al quello di Ely:

Banner scritta marrone

venerdì 15 giugno 2012

Ghiaccioli al limone

In queste (finalmente) calde giornate, le merende a base di panini e crostate lasciano il posto a yogurt, frullati a base di frutta e latte fresco e, da ieri, a casa nostra si possono gustare anche ghiaccioli al limone fatti dalla mia piccola aiutante.. ha spremuto i limoni, pesato acqua e zucchero e soprattutto si è divertita moltissimo con gli animaletti che ora dopo ora diventavano sempre più di ghiaccio, è stato duro arrivare fino a questo pomeriggio, ma finalmente li abbiamo potuti assaggiare e devo dire che, nonostante siamo andate "a sentimento" per le dosi, erano proprio azzeccate, nè troppo dolci, nè troppo aspri... perfetti e genuini!!
Ghiaccioli al limone
Ingredienti:
il succo di 2 grossi limoni
100 gr. zucchero
500 ml. acqua
Portare ad ebollizione l'acqua insieme allo zucchero semolato, e lasciate sul fuoco per 3 minuti. Una volta raffreddato questo sciroppo aggiungere il succo filtrato dei limoni. Versare negli stampini e mettere in congelatore.

Io ho utilizzato gli stampi Baby Ice che si trovano su Italian Cake Art dove, oltre a questi, si trovano una marea di prodotti per la pasticceria.

giovedì 14 giugno 2012

Tagliatelle integrali con pomodorini, olive e alici in salsa piccante

La voglia di andare al mare è sempre più incalzante e, per un motivo o per un altro, non siamo ancora riusciti a soddisfarla.. confidiamo in questo weekend!
Questo piatto mi fa pensare proprio ad un'intensa giornata di mare, un ritorno a casa stanchi, ma affamati dopo essersi nutriti solo con panini e frutta e ad una cenetta veloce magari al fresco in terrazza, come fanno i miei vicini di casa da adesso a settembre!!

tagliatelle integrali1                                         coppetta finger food

Ingredienti:

200 gr di tagliatelle integrali Benedetto Cavalieri
2 manciate di pomodorini ciliegia
1 manciata di olive nere Ficacci
1/2 scatoletta alici in salsa piccante Rizzoli
olio extravergine Ficacci
sale q.b.

In una padella fate scaldare l'olio e fateci saltare brevemente i pomodorini. Aggiungere le alici e farle sciogliere a fuoco dolce mescolando. Regolare di sale, ma occhio che le alici sono già abbastanza saporite. Per ultimo aggiungere una manciata di olive nere. Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolare mantenendo qualche cucchiaio di acqua di cottura. Far saltare qualche secondo la pasta nella padella con il condimento, eventualmente aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura per rendere il sughetto meno denso.

Con questa ricetta partecipo al contest di Atmosfera Italiana "ricette leggere estive"

* tagliere Algia
* padella Illa

lunedì 11 giugno 2012

Involtini di pollo al lardo d'Arnad

Chi sa dell'esistenza del mio blog è profondamente convinto che a casa mia si mangino sempre piatti spettacolari e che io sforni una delizia dietro l'altra... niente di più sbagliato! Io e mio marito ci cibiamo prevalentemente di verdura e carne ai ferri o formaggi leggeri e frutta, ci piace stare leggeri, soprattutto ora che arriva il caldo e che dobbiamo scoprire i nostri rotolini bianchicci!! Ogni tanto però dai fornelli salta fuori anche qualcosa di meno verduroso come questo... e devo ammettere che uno strappo alle nostre abitudini ogni tanto è proprio salutare!!
Involtini
Ingredienti:
8 fettine di petto di pollo tagliate sottili
100 gr. prosciutto cotto
100 gr di caciotta Inalpi o altro formaggio morbido da tavola
vino bianco q.b. oppure Vinchef
olio extra vergine Ficacci qb
sale e pepe Tec-Al qb
8 fette sottili lardo i d'Arnad Cibi Reali
Stendere su un tagliere le fettine di pollo, adagiare sopra il prosciutto cotto e un pezzetto di caciotta, arrotolatele bene e avvolgetele con il lardo, legatele con lo spago ( io ho usato uno stuzzicadente ).
In una padella scaldare un goccio d'olio (ma proprio un goccio, perchè c'è già il lardo!!) e far rosolare bene gli involtini, aggiustare di sale e pepe.
Sfumare con il vino e portare a cottura aggiungendo, se necessario, un po' d'acqua.
Con questo piatto partecipo al contest di Ely:

Banner scritta marrone
* tagliere Algia
* padella Illa
* piattino e posate Ecobioshopping

domenica 10 giugno 2012

Alfajores de maizena

Gli alfajores sono dei dolcetti tipici dell'Argentina, formati da due friabilissimi dischetti di pasta frolla uniti insieme da mezzo cucchiaino di dulce de leche, una crema dolce a base di latte, anch'essa tipicamente argentina. Sono buonissimi!!
Alfajores de maicena
Ingredienti (per una 30ina di biscotti):
100 g di zucchero Eridania
130 g di burro morbido
3 tuorli (75 g)
180 g di maizena (amido di mais) Naturei
120 g di farina 00 Molino Chiavazza
1 cucchiaino di lievito per dolci Naturei
½ cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
dulce de leche per farcire Delixia
(Fonte: Ciliegina sulla torta)
Lavorare il burro a crema con lo zucchero e il sale, aggiungere i tuorli e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo, unire la farina setacciata con la maizena e i lieviti ed amalgamare il più velocemente possibile (se usate la planetaria o il robot fermatevi non appena si formerà una palla di impasto); avvolgere con la pellicola e lasciare in frigo per 2 o 3 ore. Stendere l’impasto ad uno spessore di circa 5 mm e, con l’aiuto di uno stampino di 4-5 cm di diametro, ricavare i biscotti e disporli su una o più teglie rivestite di carta forno e rimettere in frigo per almeno 30 minuti. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 10 minuti, sfornare al primo accenno di doratura e lasciar raffreddare completamente su una griglia. Quando i biscotti saranno completamente raffreddati, farcirne la metà con una piccola quantità di dulce de leche, aiutandovi con un cucchiaino o con la sac a poche, e ricoprire con i biscotti rimasti facendo una lieve pressione. 
* piattino e zuccheriera Villa d'Este Home
* tovaglietta Creativitavola

venerdì 8 giugno 2012

Fusilloni panna e asparagi

Giornate frenetiche e intense, quelle che sto vivendo in questo periodo. La mia testa sembra scoppiare nel cercare di fare spazio a tutte i pensieri che giorno dopo giorno si stipano in una dimensione che è già quasi al massimo della sua capienza.. Va tutto bene, solo la stanchezza comincia un po' a farsi sentire.. Sono pronta per un tuffo carpiato avvitato nel lettone! Buonanotte!!
Fusilli panna e asparagi
Ingredienti :
250 g di Fusilloni Verrigni
1 mazzo di asparagi (io ho usato quelli selvatici)
100 ml. di panna Gran Cucina
1 spicchio aglio
parmigiano
sale, pepe Tec-Al
olio Ficacci
In una padella far imbiondire lo spicchio d'aglio in due cucchiai d'olio, unire gli asparagi tagliati a tocchetti e far rosolare per qualche minuto ( Io ho usato gli asparagi selvatici, che sono molto sottili, e quindi non li ho dovuti scottare prima; se voi volete usare quelli normali, scottateli per qualche minuto nell'acqua in ebollizione prima di procedere). Nel frattempo portare a bollore dell’acqua salata e cuocere la pasta al dente, farla saltare in padella insieme agli asparagi, alla panna e una bella manciata di parmigiano.
* padella Illa
* piatto Villa d'Este Home

martedì 5 giugno 2012

Liquore alla liquirizia

Bevi responsabilmente, sempre e comunque!! E ci vada molto piano chi soffre di ipertensione, ma questo liquore è davvero delizioso! Si prepara in 5 minuti, l'unica cosa assolutamente importante è la scelta della materia prima, che deve essere di ottima qualità. La prossima volta proverò a fare la crema, deve essere ancora più buona!! Con questa quantità di acqua viene un liquore non troppo denso. Se vi piace un po' meno liquido e più cremoso diminuite a 800 ml.
Liquore alla liquirizia
Ingredienti:
500 gr zucchero Eridania
1 litro d'acqua
100 gr liquirizia in polvere "Amarelli" (vanno bene anche i tocchetti di liquirizia, purchè purissima)
500 ml alcool 95°
Fate sciogliere in una pentola lo zucchero con l'acqua, dopodichè unite la liquirizia e girando di tanto in tanto fatela sciogliere, il liquido dovrà essere caldo ma non dovrà bollire.
Una volta sciolta lasciate raffreddare e poi unire l'alcool e lasciate riposare per qualche ora.
Come ultimo passaggio filtrate e imbottigliate, mettete in dispensa e dimenticatevene per almeno due settimane. Mettete in freezer e servite ghiacciato.

* sottobicchiere Creativitavola

venerdì 1 giugno 2012

Cheesecake limone e latte condensato

Quando si tratta di dolci, non sono molto brava a fermarmi un momento a pensare in che stagione siamo e a muovermi di conseguenza.. seguo piuttosto la voglia del momento! Questo cheesecake è fresco fresco, si prepara in un batter d'occhio senza accendere il forno.
Cheesecake al limone e latte condensato 
Ingredienti (per uno stampo da 20/22 cm di diametro):
500 g di formaggio Philadelphia
70 ml di succo di limone, appena spremuto
un barattolo di latte condensato zuccherato da 397 g
7 g di gelatina in fogli
125 g di biscotti Digestive
60 g di burro
lamponi o fragole, per decorare e per il coulis
(fonte: Arabafelice in cucina)
Preparare la base: ridurre i biscotti in polvere nel mixer, amalgamarli al burro fuso e pressare il composto ottenuto con le mani sulla base di una teglia a cerniera (io ho usato un anello da pasticceria). Mettere la teglia in frigo per mezz'ora. Intanto ammollare la gelatina in acqua, e versare il Philadelphia freddo di frigo in una ciotola.
Sbatterlo per un minuto con le fruste elettriche, dopodiché aggiungere, sempre battendo, il latte condensato a poco a poco.
Scaldare a bagnomaria il succo di limone (deve appena intiepidirsi), e scioglierci la gelatina scolata e strizzata.
Lasciare riposare qualche minuto ed incorporare al limone e gelatina un paio di cucchiai del composto di Philadelphia (serve a far si che la gelatina non faccia poi i grumi una volta unita al resto).
Unire quindi i due composti, girando bene. Versare il tutto sulla base di biscotti e lasciare qualche ora in frigo, meglio tutta una notte.
Al momento di servire, decorare a piacere con lamponi, fragole o altra frutta.
Per il coulis: frullare lamponi o fragole con succo di limone e poco zucchero a velo, a seconda dei gusti personali. (io non avevo a portata di mano nè fragole nè lamponi ed ho servito con un topping ai frutti di bosco Fabbri)

* alzatina Easy Life Design

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...