Pagine

domenica 27 maggio 2012

Fregola con arselle (fregula cun cocciula)

Oggi vi porto nella mia terra con un piatto tipico sardo, la fregola.
La fregola è una pasta di semola di grano duro lavorata a mano originaria della Sardegna, anche se ora credo si trovi tranquillamente anche nel resto dell'Italia. A casa mia (e soprattutto a casa di mia mamma che è cosi brava e fantasiosa che non riesce a fare due volte di seguito lo stesso piatto, riuscendo - non so come - sempre a migliorare quello che secondo noi è già il piatto più buono!) è protagonista indiscussa dei pranzi in cui non si può sbagliare e si vuol fare bella figura, la facciamo in tanti modi diversi e oggi ho scelto di mostrarvene uno.
Questa è la versione che io chiamo "risottata", perché il metodo di cottura è uguale a quello che si utilizza per preparare il risotto. E' un piatto semplice, ma pieno di sapore. La prossima volta vi mostrerò un'altra versione altrettanto golosa, quella rossa rossa e un po' brodosa, la zuppetta di arselle!
Fregola con arselle

Ingredienti: (per 4 persone)

200 grammi di fregola tostata
1 kg di arselle
olio extravergine d'oliva Ficacci
sale
aglio
prezzemolo
un cucchiaio concentrato di pomodoro Cirio
pomodoro secco
un pizzico di peperoncino in polvere Tec-Al, se piace
vino bianco Le Cantine dei Dogi

Per prima cosa mettete le arselle in un contenitore con dell'acqua salata e lasciatele immerse per qualche ora, affinché possano liberarsi dai residui di sabbia. Scolatele per bene e versatele dentro un tegame che metterete su un fornello con una fiamma medio-alta, coprite con un coperchio, in questo modo le arselle si apriranno e tireranno fuori un po' d'acqua. (Mi raccomando, non buttatela via, ma conservatela, perché dopo servirà!). 
In una casseruola mettete a rosolare leggermente l'aglio, il pomodoro secco, precedentemente sciacquato dal sale in eccesso, e il peperoncino con un filo di olio extravergine d'oliva. Aggiungete la fregola e, come si fa per il risotto, fatela tostare leggermente mescolando con un mestolo di legno. Aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e fate sfumare. Aggiungere pian piano acqua bollente e l'acqua delle arselle tenuta da parte, alternandole, insieme al cucchiaio di concentrato di pomodoro. Controllate la sapidità ed eventualmente aggiungete del sale (occhio che sia l'acqua delle arselle che il pomodoro secco sono salati).
Per ultimo aggiungere le arselle e il prezzemolo tritato.
Con questo piatto partecipo al contest di Ely:

Banner scritta marrone

* mestolo di legno Algia
* tegame con coperchio Illa
* casseruola Le Creuset

venerdì 25 maggio 2012

Muffins al latticello

Questo pomeriggio ho sfornato una teglia di mini croissant alla nutella che il Baffo avrebbe dovuto portare stasera in chiesa per l'agape post penitenziale.. peccato che quando sforno qualcosa che ha una destinazione ben precisa dovrei ricordarmi anche di prevedere qualcosa per placare la fame che scatta immediatamente nei lupi di casa mia appena sentono qualche profumino uscire dal forno.. abbiamo fatto fuori tutta la teglia! mi metto in mezzo anche io, perché quando ho visto che ormai il danno era fatto.. beh, mi sono pappata senza troppi problemi quei 3 o 4 croissant che non avevano ancora incontrato boccucce sante!
Bene, ed ora cosa gli do al Baffo? Muffins.. sì, mi sembra l'idea vincente, pochi ingredienti e soprattutto pochi minuti di preparazione! Provo a farli con il latticello, visto che ormai ne sono entrata ufficialmente in possesso!
Anche con questi mi sono dovuta sacrificare ed assaggiarne uno, non sia mai che qualche ragazzino si senta male per colpa mia o si lamenti che non cucino roba buona!!! Mi raccomando, lavorateli il meno possibile!

Muffins al latticello

Ingredienti:
200 gr farina con lievito Molino Chiavazza
75 gr zucchero Eridania
75 gr burro fuso
1 uovo grande
200 gr latticello (io ho utilizzato quello in polvere Naturei nella bustina da 20 gr. e l'ho diluito in 200ml di acqua)
scorza di limone (in alternativa gocce di cioccolato, uvetta, frutta disidrata)
zucchero a velo San Martino

In una ciotola mescolare, farina e zucchero.
In un'altra ciotola mescolare burro fuso (non caldo), latticello e uovo.
Unire i 2 composti e mescolare poco, io ho utilizzato un cucchiaio di legno. Versare negli stampini e infornare 180 gradi per circa 25 minuti.

* vassoietto Ecobioshopping
* mestolo di legno Algia
* pirottini ICookCake

*** se avete difficoltà a reperire il latticello, o buttermilk, come la avevo io fino a qualche settimana fa, o lo acquistate su sito Naturei, oppure lo sostituite con metà latte e metà yogurt.

martedì 22 maggio 2012

Focaccia di Recco

Quest'ultimo mese di tregua febbrile mi ha dato l'illusione di essere ormai fuori dalla stagione dei malanni.. invece è una settimana che nuovamente combatto con gole arrossate e temperature che sfiorano e superano i 40°, stavolta non ci siamo privati nemmeno di un bell'esantema... Mai illudersi, mai parlare, mai nemmeno pensarlo!!! Oggi ricetta sana e semplice, con pochi ingredienti, ma caspita se il risultato è buono! Non ha la pretesa di essere l'originale, quella che si può gustare in Liguria tutelata dal marchio IGP, ma nella sua non-originalità merita proprio! Questa domenica ci sarà la festa della focaccia di Recco, se siete vicini fateci un salto, io purtroppo sempre un unico, grande impedimento: il mare!!!
Calda calda è il massimo, ma noi l'abbiamo mangiata anche tiepida e fredda. Provatela!

Focaccia di Recco

Ingredienti:

500 gr di farina manitoba Rosignoli
250 ml di acqua
50 ml di olio extravergine Ficacci
1 cucchiaino e mezzo di sale
500 gr di crescenza

In una ciotola disporre la farina a fontana e versare dentro l’olio e il sale. Aggiungere pian piano l’acqua lavorando l’impasto sino a completo assorbimento della farina. Lavorare fino a quando l’impasto non sarà morbido e liscio, quindi formare una palla e far riposare coperto da pellicola per un’ora. Alla fine del riposo dividere l'impasto in due e stendere su un piano infarinato la sfoglia in maniera sottilissima. Ungere d'olio la placca da forno (30x40 cm) ed adagiare la sfoglia. Tagliare la crescenza in piccoli pezzi e distribuirli sulla sfoglia ad intervalli regolari. Coprire con la seconda sfoglia, anche questa tirata sottilissima.
Sigillare bene i bordi e ungere la superficie della focaccia con un filo d’olio e sale. Con le dita pizzicare più punti della pasta formando dei fori della grandezza di circa 1 centimetro.
Infornate la focaccia al formaggio a 220 gradi in forno già caldo e cuocete per 20 minuti.

* Forbici tagliapizza Algia

sabato 19 maggio 2012

Torta Cars

Non vuole minimamente paragonarsi alle meraviglie tridimensionali che si trovano in giro su internet, ma il bimbo cui era destinata ha gradito moltissimo vedere la sua macchinina preferita, commestibile per di più, sulla sua torta di compleanno! Il perchè di "Zeppolino" lo ignoro... posso supporre che sia perchè è nato sotto Carnevale!!! :-)
Torta Cars
La base è un pan di spagna da 10 uova cotto in teglia rettangolare 35x25, farcito con crema pasticcera al limone e decorato con panna Hulalà e pasta di zucchero. La terra è zucchero muscovado Bronsugar distribuito da D&C.

mercoledì 16 maggio 2012

Puncetti

Oggi mi sento di dover compensare con questa ricetta il ridotto apporto calorico del post di ieri... Si tratta di dolcetti veramente sfiziosi che volevo provare da un paio di mesi. Quando l'altra sera ho trovato nello zainetto dei bambini due plumcake ridotti in briciole mi è venuto un flash... i puncetti!!!!
Ho rovistato nella dispensa cercando lievitati da immolare, poi mi sono ricordata dell'ultimo, delizioso, pezzo di colomba che aspettava di essere tuffato nel caffellatte.. è stata una scelta felicissima, perchè ha regalato a questi puncetti un fantastico aroma fruttato.

Puncetti

Ingredienti:

200g di biscotti misti
5/6 lievitati (tipo croissant, buondì, etc) - io ho utilizzato un pezzo di colomba Flamigni e due plumcake
3 cucchiai colmi di cacao amaro Van Houten, distribuito da D&C
2 cucchiai colmi di confettura di albicocche Lazzaris
3 cucchiai di crema nocciola (tipo Nutella, per intenderci)
1/2 bicchierino di rum

cioccolato per decorare - Venchi fondente 70%

(Fonte: Dolcipensieri blog)

Mettere nel robot i biscotti, il cacao e macinare bene, aggiungere i lievitati e poi la confettura, la crema e il rum. Impastare velocemente.

Otterrete un impasto che dovrete mettere in frigorifero a riposare finché diventerà freddo e sostenuto.

Ora pesate pezzetti di impasto della grandezza che preferite, i miei sono di circa 30g. Girateli tra le mani fino a farli diventare lisci e della forma che preferite. Rimetterli in frigo per qualche ora (io una notte intera).
Tuffarli nel cioccolato fuso e decorare, io a questo punto mi sono impigrita!

* Tovaglietta Creativitavola
* Tagliere Algia

martedì 15 maggio 2012

Melanzane ripiene

L'estate che si avvicina neanche troppo lentamente porta con sé l'attenzione verso l'apporto calorico delle pietanze che mettiamo in tavola... via libera a verdure e cotture veloci per piatti facilmente digeribili come queste melanzane, semplici ma arricchite da un saporito e piccante patè di olive.

Melanzane ripiene

Ingredienti:

2 grosse melanzane
1 barattolo di pomodorini Cirio
pan grattato
1 mozzarella
50 gr. patè di olive piccanti Ficacci
sale e pepe Tec-Al
olio extra vergine d'oliva Ficacci
1 spicchio aglio

Procedimento:

Lavare le melanzane. Tagliarle in 4 spicchi e lasciarle cuocere in abbondante acqua leggermente salata. Al termine della cottura, svuotarle della polpa. Preparare un sughetto veloce con l'olio, lo spicchio d'aglio e i pomodorini; quando stiepidisce, aggiungere il patè di olive, il pan grattato, la mozzarella. Regolare di sale e pepe. Farcire le melanzane e sistemarle in una teglia su un letto di sugo e infornarle per circa 30min. a 180°.

* padella 24 cm. Illa
* tagliere e forchettone Algia
* pirofila GreenGate
* tovaglietta Creativitavola

sabato 12 maggio 2012

Fairy cupcakes

Come non innamorarsi di queste mini tortine ?? Sono talmente carine che la cara Nigella le ha scelte per la copertina del suo libro. Io invece le ho scelte per fare gli auguri a tutte le mamme, ma in particolare alla mia mamma, all'eccezionale donna della mia vita, che, nonostante sia stanca morta e anche un po' acciaccata, continua a spezzarsi la schiena giorno e notte, e non solo per figli e nipoti. Vorrei avere anche solo un briciolo della sua generosità, è veramente un dono del Cielo.... Auguri mamma!


Ingredienti:

125gr di burro molto morbido
125gr di zucchero semolato
2 uova grandi
125gr di farina autolievitante (in alternativa utilizzare farina normale ed aggiungere mezzo cucchiaino di bicarbonato di soda e due cucchiaini di lievito)
mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia
2-3 cucchiai di latte
preriscaldare il forno a 200°

Ingredienti per la glassa reale:
220gr di zucchero a velo setacciato
il bianco di un uovo grande
mezzo cucchino di succo di limone

(Fonte: How to be a domestic goddess - Nigella Lawson)


Mettere tutti gli ingredienti, tranne il latte, in un robot da cucina e far girare finchè non diventa cremoso. a questo punto aggiungere il latte gradualmente, senza fermare il robot. Il composto sarà sufficiente per dodici stampi da muffins, che più o meno andranno riempiti fino a metà.
Infornare per 15-20minuti a 200°, lasciarli freddare completamente su una grata.
Una volta freddi preparare la glassa montando il bianco dell'uovo fino a farlo diventare spumoso, a quel punto, sempre montando, aggiungere circa 70gr di zucchero a velo e gradualmente aggiungere il resto, col succo di limone. Dovrà diventare un composto abbastanza sodo ed appiccicoso
Con l'aiuto di un cucchiaio coprire ogni tortina con la glassa e guarnire con fiorellini di zucchero.


Con questa ricetta partecipo al contest Sweet Cupcake del Molino Chiavazza:


* vassoio CHS Group

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...