Pagine

lunedì 30 gennaio 2012

Tortino al cioccolato dal cuore caldo

Chi mi conosce, sa che ad un qualsiasi dolce preferisco mille volte qualcosa di salato e sfizioso, un pezzo di focaccia morbida e unta, un trancio di pizza soffice e scrocchiarella allo stesso tempo, una bruschetta di pane casereccio con un giro d’olio, un pizzico di sale e, se non ho appuntamenti in vista, anche una sfregatina d’aglio… Ma… ecco, appunto c’è un Ma! Sono pochi i dolci che faccio e rifaccio, in genere se sperimento una nuova ricetta e il dolce in questione si limita ad essere “buono” molto probabilmente non lo rifarò.. Ecco, se pensate che questo tortino possa essere “buono” siete fuori strada, non esiste termine che possa descriverlo, è l’essenza della libidine! Da servire rigorosamente con una spolverata di zucchero a velo e un ricciolo di panna montata, è dolce e amaro allo stesso tempo, quasi croccante, morbido e cremoso, freddo e caldo! Un dolce che nella sua deliziosa semplicità scalda la pancia e il cuore, un dolce che coccola, che ti fa chiudere gli occhi e dire “mmmm”, un dolce per coccolarsi dopo una giornata impegnativa, un dolce per premiarsi dopo un esame, un dolce per dire ad una persona cara “guarda quanto ti voglio bene!”. Ora, visto che si prospetta una settimana bella fredda, andate e coccolatevi con ‘sti tortini!

Tortino al cioccolato dal cuore caldo

Ingredienti:

200 gr. cioccolato fondente
200 gr. burro
160 gr. zucchero
4 uova
40 gr. farina (per me Antigrumi del Molino Chiavazza)

Si imburrano e infarinano gli stampini (io utilizzo quelli monodose in alluminio, praticissimi).
Si scioglie il cioccolato a bagnomaria con il burro e lo zucchero, sbattendo bene con una frusta in modo da amalgamare il tutto. Fuori dal fuoco, si incorporano le uova una alla volta e poi la farina setacciata.
Si riempie lo stampino per metà e lo si mette in freezer per almeno 3 ore.
Al momento di servire accendere il forno a 200° e, una volta raggiunta la temperature, mettere direttamente in forno per 15/18 minuti, questo dipende dal vostro forno. Capovolgere in un piatto e servire subito con una spolverata di zucchero a velo e un ciuffo di panna montata.

Con questa ricetta partecipo al bellissimo contest del Molino Chiavazza sul comfort food:

Logo Comfort Food_rid

domenica 29 gennaio 2012

Uova al forno con pancetta

Le mie speranze che quello del pargolo n. 3 fosse il primo ed ultimo antibiotico della stagione sono morte sul nascere…  da quasi una settimana combatto con febbroni da cavallo e nasi che colano. Non vedo ancora la luce alla fine del tunnel! Approfitto di un loro pisolino per postare questo delizioso appetizer che ho preparato per l’ultima cena prima della dieta. Provatelo perchè piacerà moltissimo a voi e ai vostri commensali!

Uova al forno con pancetta 
Piattino GreenGate

Ingredienti (per 6 tortini):

12 fette pancetta
3 uova
125 ml panna
20 gr. parmigiano grattugiato
basilico spezzettato
sale
pepe nero (Tec-Al)

(Fonte: Donna Hay)

Foderate 6 stampini da muffin leggermente imburrati con le fette di pancetta in modo da ricoprirne il fondo e le pareti (vedi foto sotto). Sbattete le uova con il resto degli ingredienti. Versate il composto negli stampini e cuocete in forno già caldo a 180° per 12 minuti o finchè le uova si rassodano.

IMG_8139

E con questa sfiziosità partecipo al primo contest di Nani e Lolly:

happy 3

a quello di Batù:

banner batù

e a quello di Francesca e Valentina:

contest

lunedì 16 gennaio 2012

Pecorino con confettura di fichi

Il dolce e il salato per me non seguono un ordine preciso, posso iniziare il pranzo con un frutto e terminarlo con un piatto di pasta o ancora alle feste tornare sulle pizzette dopo che aver mangiato torte e bignè.
Forse perchè in fondo preferisco il gusto sapido a quello dolce, che tende a nausearmi.
Il piatto di oggi, perchè chiamarla ricetta è ridicolo, è insieme dolce e salato, l’uno esalta l’altro; mai avrei pensato di convertirmi ad abbinamenti del genere.. ma avevo in dispensa questo barattolino prezioso ed ho pensato di immolarlo con il superbo pecorino che mi ha mandato il sig. Enzo… una grande idea, abbinamento azzeccatissimo!!!

Pecorino con confettura di fichi

Ingredienti:

pecorino stagionato (per me “Il Grotta” del Caseificio Spadi)
confettura extra di fichi Le Tamerici

domenica 15 gennaio 2012

Tubetti alla crema rosa

Siamo al primo, e speriamo anche l’ultimo, antibiotico della stagione, il pargolo n. 3 si è beccato l’otite.. povero, è talmente buono che non si lamentava nemmeno tanto.. chissà da quanto ce l’aveva!
Oggi ha fatto la sua prima pseudo-pappa con brodo vegetale, crema di mais e tapioca e uno schifosissimo liofilizzato di agnello, credo che salterò la fase liofilizzati e passerò direttamente agli omogeneizzati, almeno quelli sono buoni, me li papperei anche io! Me lo vedo già tra qualche mese alla nostra tavola allungare le zampette verso i nostri piatti!
Questo è un piatto che preparo spesso, i miei bambini adorano questo sughetto che con la sua cremosità avvolge in maniera deliziosa la pasta. E poi avendo carboidrati, proteine e vitamine, è un primo “completo” e posso anche non preoccuparmi se non vogliono o non terminano il secondo!

Tubetti alla crema rosa
Cocottina Colì, posata Broggi, tovaglia Creativitavola

Ingredienti:

250 gr. pasta corta (io ho usato i Tubetti Verrigni)
330 g di Conserva di Pomodorino del Vesuvio di Casa Barone
1 spicchio d'aglio
olio extravergine (per me Dante)
100 gr. ricotta o Philadelphia o altro formaggio cremoso
sale

In una padella scaldare l’olio insieme all’aglio, aggiungere i pomodorini e far rosolare a fiamma viva per qualche minuto. Aggiustare di sale e far cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti.
Lasciar raffreddare un po’, eliminare l’aglio, trasferire tutto nel minipimer e frullare insieme al formaggio scelto. Buonissimo, piace anche ai grandi!!

mercoledì 11 gennaio 2012

Pollo croccante al crumble di parmigiano

Quest’anno devo essere stata davvero buona, perchè Babbo Natale è stato particolarmente generoso.. oltre ad un cellulare nuovo (necessario perchè il mio era defunto, altrimenti ne avrei fatto volentieri a meno..) mi ha portato ben tre splendidi libri di cucina, che, come potete facilmente immaginare, sono il mio tallone d’Achille! Uno di questi è “Non ho tempo per cucinare” di Donna Hay, spettacolare, comincio a capire perchè questa donna impazza!! Tutte ricette semplici ma non banali, nei prossimi giorni ve ne farò vedere diverse che ho già provato, intanto prendetevi questa!

Pollo con crumble al parmigiano
Piattino e posate Ecobioshopping

Ingredienti:

70 gr pangrattato
20 parmigiano grattugiato
30 burro fuso
timo tritato finemente
pepe nero (Tec-Al)
400 gr. petto di pollo a fettine

Scaldare il forno a 200°. Mescolare il pangrattato, il parmigiano, il burro fuso il timo e il pepe. Mettete il pollo in una teglia foderata di carta da forno. Cospargete con il composto al parmigiano. Infornare per 10 minuti o finchè il pollo è cotto e il crumble è dorato.

domenica 8 gennaio 2012

Tiramisù cheesecake

Visto che per un po' di tempo io e i dolci dovremo stare a debita distanza, vi delizio con qualche ricetta d'archivio.. Questo l'ho fatto una sera che non avevo nulla di nulla in casa tranne una confezione di mascarpone.. se vi piacciono cheesecake e tiramisù questo è il dolce che fa per voi!

Tiramisù cheesecake
Alzatina Easy Life Design

Base
250 g di biscotti secchi al cioccolato
3 cucchiai di caffe
70 g di burro
50 g di mandorle (per me Life)

Farcia
250 g di mascarpone
200 g di panna montata (per me Hulalà di Codap
6 g di colla di pesce
30 ml di caffe
70 g di zucchero a velo (per me 50 gr. San Martino)

Decorazione
Cacao (per me Venchi) e biscotti al cioccolato oppure dei tartufi al cioccolato (io nessuno dei due)

Fonte: Dolci a gogo

Ponete tutti gli ingredienti della base in un mixer e frullate fino a quando i biscotti abbiano raggiunto una consistenza fine. Versate in uno stampo e pressate bene e riponete in frigo.
Ammollate in acqua la colla di pesce e poi fatela sciogliere nel caffe. Sbattete il mascarpone con lo zucchero a velo e lentamente il caffe con la colla di pesce. Montate la panna ed aggiungetela al mascarpone e versate il tutto sui biscotti e riporre in frigo 3-4 ore. Prima di servirla spolveratela con il cacao e adagiate i biscotti oppure dei tartufi.

venerdì 6 gennaio 2012

Zuppa della Luna

Non so voi, ma io a 'sto giro di feste ho proprio esagerato... Diciamo che è qualche anno che non faccio che esagerare.. Ma, da lunedì, sarà dieta!! Chissà che non riesca finalmente a mandare via i 10 kg che mi fanno compagnia! Ma stavolta non sarò sola, anche il maritino ha i suoi bei kiletti in più e abbiamo deciso di intraprendere questa strada insieme, così sarà più semplice, per entrambi. Domani avremo l'ultima cena godereccia con amici e domenica un battesimo con annesso rinfresco, poi per noi inizierà il digiuno!
Credo che, finchè il tempo lo consentirà, ci faremo tante belle zuppe come questa, riempiono che è una meraviglia, ma senza appesantire..

Zuppa della luna
Pirofila Colì, posata Villa d'Este Home, tovaglia Creativitavola

Ingredienti:

500 g Zuppa della Luna Melandri Gaudenzio
olio extravergine (per me Aromatico di Marina Colonna)
un pizzico di aglio in granuli Tec-Al (facoltativo)
sale
qualche cucchiaio di salsa pronta di pomodorino ciliegino Agromonte
ricotta salata (per me Caseificio Spadi)

Lavare accuratamente la zuppa e cuocerla in pentola preferibilmente di coccio (per me la rossa Le Creuset) per circa 45 minuti. Aggiungere l’aglio, il sale, qualche cucchiaio di salsa, mescolare velocemente, richiudere la pentola e far cuocere ancora per 10/15 minuti.

Io ho servito la zuppa calda con crostini di pane e una grattugiata di ricotta salata.

domenica 1 gennaio 2012

Crestine alla ricotta

Tanti auguri a tutti per un anno carico di gioia, pace, serenità e amore!! Cominciamo questo 2012 nuovo di zecca con una ricetta semplice semplice, una ricetta che è il tipico esempio di come pochi ingredienti semplici, ma di qualità possano davvero fare la differenza... Qualche settimana fa ho ricevuto un pacco dal Caseificio Spadi (se non avete ancora fatto un giro sul loro sito, vi invito a farlo, hanno una grande varietà di prodotti eccellenti, dalla ricotta al pecorino, fresco, stagionato, aromatizzato, le caciotte, insomma, merita proprio!!) e fra le varie prelibatezze che mi hanno mandato c'era anche una vaschettina di ricotta mista dal gusto delicatissimo..
Quando ho visto queste splendide mezzelune sul blog di Cindystar ho dato per scontato che fossero delle pastine dolci e frollose, così, insieme a burro, farina e ricotta ho impastato anche un etto di zucchero!! Mi sono accorta dopo (mai leggere con attenzione una ricetta prima di eseguirla eh!!!!) che in realtà non era previsto, ma sinceramente il risultato non mi è dispiaciuto affatto! Per il ripieno ci si può sbizzarrire, io ho utilizzato diverse confetture.

Per circa 50 crestine di 8 cm. di diametro:
250 g di ricotta (io ho usato La Deliziosa del Caseificio Spadi)
250 g di farina 00 (per me 00 del Molino Chiavazza)
100 g di burro freddo
100 g di zucchero semolato (mia variante)
una bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
a piacere per farcire:

marmellata, possibilmente densa (io ho utilizzato confettura extra di Albicocche di Casa Barone e marmellata di Arance scure di D&C
gocce di cioccolato
crema gianduia
zucchero a velo 
Con la punta delle dita sbriciolare il burro con la farina, aggiungere poi ricotta (io anche zucchero), lievito e sale e lavorare brevemente l'impasto (meglio se ci si aiuta con la spatola così da maneggiarlo il meno possibile) finchè ben amalgamato.
Con l'impasto ottenuto fare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo a rassodare almeno mezzora.
Stendere la frolla ad uno spessore di mezzo  centimetro, ritagliare dei cerchi con il tagliabiscotti (se dentellato saranno più carini, io ho utilizzato il coppapasta tondo della Guardini), farcirli nel mezzo a piacere (fare la prova con uno per la quantità di ripieno da mettere, non deve fuoriuscire altrimenti poi si carbonizza in forno) e piegarli a metà sigillando bene a formare una mezzaluna .

Disporre sulla teglia ricoperta di carta forno e cuocere a 180° per 15/20 minuti, dipende dalla grandezza. Raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...