Pagine

mercoledì 21 dicembre 2011

Vellutata di zucca e melanzane

Qualche giorno fa, su consiglio di un'amica della mia mamma, ho sperimentato un contorno facile, sano e buono.. ho messo in pentola a pressione due melanzane lavate e tagliate a grossi cubetti, un barattolo di conserva di pomodorini di Casa Barone (la ricetta originale prevedeva pelati, ma questa conserva dà il tocco speciale ad una ricetta basic), una cipolla tagliata finemente, un filo d'olio extravergine Marina Colonna, una presa di sale e mezzo bicchiere d'acqua, tutto a crudo eh!!! 10 minuti e abbiamo gustato un contorno davvero buono; il giorno dopo era ancora migliore perché i sapori si erano perfettamente amalgamati fra loro, tant'è che il giorno dopo ho dovuto replicare! Una parte di queste melanzane le ho utilizzate frullate per questa ricetta:
Vellutata di zucca e melanzane
Piatto Villa d'Este Home, posata Rivadossi, tovaglietta Creativitavola
Ingredienti:
500 gr. zucca già pulita
200 gr. patate
1 cipolla
olio extravergine (per me Bergamia di Marina Colonna)
sale
pepe nero (per me Tec-Al)
200 gr. del composto di melanzane e pomodorini di cui ho parlato sopra.
Ho affettato la cipolla e l'ho messa a rosolare nella casseruola Le Creuset con un filo d'olio. Ho aggiunto le patate e la zucca tagliate a cubetti e le ho fatte insaporire, regolato di sale e pepe. Ho aggiunto acqua a filo e ho portato a cottura. Ho aggiunto il composto di melanzane e ho frullato il tutto con il minipimer. Ho completato con un giro d'olio aromatizzato al bergamotto che ben contrasta con la dolcezza della zucca.
Una vellutata autunnale perfetta!
Vi piace il cucchiaio in foto? Fa parte della collezione dell'azienda Rivadossi, Se potete, andate a fargli visita nelle fiere che si terranno tra gennaio e febbraio, trovate maggiori dettagli nell'invito qui sotto, buon divertimento!!
fiere rivadossi

mercoledì 14 dicembre 2011

Risotto ai funghi e panna

Meno male che ogni tanto spunta anche del cibo vero in questo blog!! Potrebbe sembrare che a casa nostra ci cibiamo solo di torte e biscottini, in realtà così non è ovviamente, ma arriviamo alle "ore pasti" sempre così trafelati ed affamati che sottrarre alle grinfie delle bestiole un piatto per immortalarlo è sempre un'impresa per niente facile! E poi per evitare i vari non mi piace vado spesso sul sicuro e veloce con piatti semplici, a volte quasi routinari, mi rendo conto che almeno i piccoli andrebbero portati pian piano verso nuovi sapori, nuovi gusti e non lasciarli fossilizzare sulle solite 4 cose.. I funghi, ad esempio, sono riuscita ad introdurli da poco come cibo commestibile, ora piacciono a tutti!!
 Risotto ai funghi
Piatti, bicchiere e posata Villa d'Este Home, tovaglietta Creativitavola
Ingredienti (per 4 persone):
240 gr. di riso carnaroli (per me La Pila, ottimo, mantiene la cottura che è una meraviglia e oltretutto è IGP con Rintracciabilità di filiera Controllata e Garantita)
1 spicchio aglio
200 gr. di funghi surgelati
1 dado (per me Ferioli)
olio extravergine (per me Dante)
1/2 bustina di zafferano (per me Zafferano San Gavino)
una grossa noce di burro
4 cucchiai panna ai funghi (per me Gran Cucina) - facoltativa
parmigiano
vino bianco
Far cuocere i funghi ancora surgelati in una casseruola (per me la rossa Le Creuset) con poco olio e uno spicchio d'aglio sino a quando non hanno assorbito tutta la loro acqua, poi versare il riso e farlo tostare per bene. Sfumare con il vino bianco. Aggiungere poco alla volta il brodo preparato con il dado e la mezza bustina di zafferano. A fine cottura aggiungere una grossa noce di burro, la panna e una bella manciata di parmigiano, mescolare 
vigorosamente e lasciar riposare il risotto per 5 minuti a pentola coperta.

martedì 13 dicembre 2011

Biscotti al cocco

Questi biscottini sono stati una piacevole scoperta.. di una facilità disarmante, di quelle ricette da prendere i bambini, mettergli un grembiulino e fargli mettere le mani in pasta senza fare troppi danni! L'ideale per queste serate che cominciano essere lunghe e noiose..
Biscotti al cocco
Piattino Easy Life Design, tovaglietta Creativitavola
Ingredienti:
170 gr di farina di cocco (per me Life)
200 gr di zucchero
40 gr di farina 00 (per me antigrumi del Molino Chiavazza)
2 uova
1 pizzico sale

(Fonte: Misya)

Amalgamare tutti gli ingredienti in un mixer. Verrà un impasto molto morbido e appiccicoso. Trasferire l'impasto su una spianatoia infarinata ed amalgamare l'impasto aiutandosi con un po' di farina per farne un panetto.
Fare delle noci con le mani bagnate e sistemarle nella placca da forno: non serve distanziarle tanto perchè in cottura non si allargano.
Cuocere le palline per 10 minuti a 180°.
Quando sono fredde spolverizzarle con poco zucchero a velo.

giovedì 8 dicembre 2011

Puntiglius con bruschetta di ciliegino e pesto

Avere in dispensa dei prodotti di primissima qualità è una gran cosa! Tradotto in termini pratici vuol dire che in qualsiasi momento si può imbastire un piatto eccellente ed originale. Senza contare che è rapidissimo e si sporca solo la pentola di cottura della pasta.
Puntigliusi
Ingredienti:
500 gr. 'e Puntiglius
2 grosse noci burro
4 cucchiai pesto di basilico
1 barattolino di Bruschetta di ciliegino
In una terrina mettere il burro, il pesto e la bruschetta.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla a cottura direttamente nella terrina. Mescolare velocemente aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Servire subito!

mercoledì 7 dicembre 2011

Patate saporite

Ogni tanto ci vuole qualcosa di poco impegnativo e soprattutto di molto gustoso! Due ingredienti semplici, un po' di sale e pepe e 15 minuti di padella! Quando non si ha tempo per preparare un contorno in anticipo con questo si va sul sicuro, d'altronde.. a chi non piacciono le patate? E soprattutto si hanno sempre in casa..
Patate saporite
Piatto Villa d'Este Home, forchetta Rivadossi
Ingredienti:
1 kg patate
200 gr. pancetta affumicata
olio extravergine (io Dante)
sale q.b.
pepe nero q.b. (io Tec-Al)
Rosolate la pancetta a dadini in una padella senza grassi fino a renderla dorata e croccante. Scolare la pancetta e metterla in un piatto. Senza pulire la padella far rosolare le patate tagliate a tocchetti, rigirandole spesso e facendole dorare. Aggiustare di sale e pepe. A cottura ultimata aggiungere i dadini di pancetta e far insaporire il tutto.

lunedì 5 dicembre 2011

Biscotti da famiglia

Oggi, tornata a casa all'ora di pranzo, ho sentito il bisogno di indossare, sopra la solita t-shirt, una felpa.. gran brutto segno, considerato che la mia casetta è notoriamente calda; l'autunno sta pian piano lasciando posto all'inverno e io già tremo al pensiero di freddo, piumoni, raffreddori, febbre, aerosol. Ma, dal momento che mi piace vedere il bicchiere mezzo pieno, l'inverno è sicuramente la stagione in cui le serate in casa diventano una festa all'insegna della panificazione.. accendere il forno è un piacere, e sgranocchiare qualche dolcetto home made davanti ad una tazza di thè o di cioccolata bollente è quanto mai piacevole, specialmente in compagnia di qualche amica, con relativi pargoletti.. speriamo di riuscire a passarne tante di serate così!
Quelli che vi mostro oggi sono dei biscotti facili facili, del mitico Pellegrino Artusi. Questa ricetta "povera" mi ha incuriosito e alla prima occasione li ho provati, sono poco dolci e dalla consistenza quasi panosa, mi raccomando non sostituite l'ammoniaca con il lievito, non avreste lo stesso risultato!

Biscotti da famiglia
«Sono biscotti di poca spesa, facili a farsi e non privi di qualche merito perché posson servire sia pel the sia per qualunque altro liquido, inzuppandosi a maraviglia.
Farina, grammi 250.
Burro, grammi 50.
Zucchero a velo, grammi 50.
Ammoniaca in polvere, grammi 5.
Una presa di sale.
Odore di vainiglia con zucchero vanigliato.
Latte tiepido, un decilitro circa.

Fate una buca nel monte della farina, poneteci gl'ingredienti suddetti meno il latte, del quale vi servirete per intridere questa pasta, che deve riuscir morbida e deve essere dimenata molto onde si affini; poi tiratene una sfoglia grossa uno scudo, spolverizzandola di farina, se occorre, e per ultimo passateci sopra il mattarello rigato, oppure servitevi della grattugia o di una forchetta per farle qualche ornamento. Dopo tagliate i biscotti nella forma che più vi piace, se non volete farne delle strisce lunghe poco più di un dito e larghe due centimetri come fo io. Collocateli senz'altro in una teglia di rame e cuoceteli al forno o al forno da campagna.»
dal libro "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene" di Pellegrino Artusi.

giovedì 1 dicembre 2011

Crème caramel e collaborazioni

Mio figlio grande va pazzo per crème caramel, budino, panna cotta e per quanto di cremoso esista sulla terra.. la femmina impazzisce per cioccolato e caramello.. va da sè che il crème caramel li accontenta entrambi, soprattutto quello in bustina, veloce, che asseconda le loro voglie di dolce senza dover attendere i tempi di preparazione, i tempi del forno..5 minuti più una mezz'oretta di raffreddamento ed eccoli a litigare per chi finisce la bustina di caramello! Voi sapete che le mani in pasta mi piace metterle, eccome, ma ci sono serate in cui non ne hai voglia, serate in cui "mamma, posso fare un dolce?", serate in cui scopri che anche un crème caramel in bustina ha il suo perchè... soprattutto se è pure buono, come quello San Martino e i tuoi figli lo apprezzano più di quello fatto da te!
Creme caramel
Piatto Colì, posata Rivadossi, tovaglia Creativitavola
Ingredienti (per 4 persone):
1 busta di Crème Caramel San Martino
500 ml. latte
Mi fa anche ridere scrivere il procedimento!! Versare il contenuto della busta in un pentolino, aggiungere il latte lentamente mescolando. Mettere il pentolino su fuoco basso, portare ad ebollizione e far bollire per 2/3 minuti.
Nel frattempo versare il caramello negli stampini (io ho usato gli stampi da Briochette della Guardini) e successivamente il composto di latte.
Far raffreddare completamente prima di servire

Oggi vorrei farvi conoscere alcune ditte con le quali ho avuto il piacere di iniziare una collaborazione. Cominciamo con:
Goloserie di campagna, già il nome è tutto un programma, è un nuovo marchio lanciato dalla Cascina San Cassiano. Il sito dovrebbe essere on line a breve, intanto gustatevi quello che mi hanno mandato:
Goloserie di campagna
Melandri Gaudenzio, azienda che da oltre sessant'anni, grazie ad una consolidata esperienza e competenza, seleziona e firma i migliori legumi, cereali e semi oleosi. Sempre alla ricerca di prodotti di qualità, naturali e genuini che incontrino i gusti dei consumatori, mantiene vivi i valori legati alla tradizione. Guardate che ricchezza!!
Melandri Gaudenzio
Luna di miele, azienda produttrice di miele fortemente legata alle tradizioni e animata da una immensa passione per l'apicoltura che dura ormai da quasi un secolo. Guardate che pacco dolcissimo!
Luna di miele
Enjoy-Ater, produttori di articoli casalinghi di alta qualità, specializzati nella fabbricazione di portapirofila termici e contenitori termici che consentono al cibo di rimanere caldo o freddo per ore, senza alterarne il sapore o la qualità.
Mi hanno mandato una pirofila da forno della linea Prisma con relativo portapirofila termico, eccezionale!! Ed è tutto lavabile in lavastoviglie!!
Enjoy Ater
E per finire... quando abbiamo fatto esperimenti su esperimenti con tutte le meraviglie di cui ci fanno dono ecco che guardiamo la cucina e ci vengono i capelli bianchi! Meno male possiamo contare su prodotti validi ed efficaci come quelli Sutter! Che oltre ad essere "buoni" sono anche "bravi" perchè rispettano la natura! Il flacone infatti non si butta, ma può essere riutilizzato all'infinito con le pratiche ricariche, idrosolubili e biodegradabili! Non per niente l'hanno chiamato IlSalvambiente!!
Sutter

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...