Pagine

giovedì 29 aprile 2010

Nutellotta

Per i napoletani è sicuramente qualcosa di già visto (e ... beati loro... mangiato!), perchè questa torta nasce a Napoli nell'antica pasticceria del sig. Antonio Bellavia e, per la sua bontà, vanta innumerevoli tentativi di imitazione.. Io non ho mai assaggiato la versione originale, ma ho visto in diversi blog questa ed è stato amore a prima vista! E' il classico dolce che crea dipendenza, perciò attenti, se non l'avete mai fatta, pensateci bene, non dovete farla per forza! Se riuscite a resistere a questa fetta, buon per voi!! Per me è assolutamente impossibile ...

Nutellotta

Ingredienti (per la base):

250 gr di cioccolato fondente
100gr di burro
100 ml di latte
100 g di zucchero
4 uova  
200 gr di farina
1 bustina di lievito per dolci

Per la farcia:

400 gr di nutella
250 gr di mascarpone

In una pentola sciogliere il cioccolato a bagnomaria; Appena il cioccolato sarà sciolto, aggiungere il burro. Infine aggiungere il latte a filo mescolando fino a formare una crema liscia e omogenea e Lasciar raffreddare.

Nel frattempo separare i tuorli dagli albumi.Montare i tuorli con lo zucchero e gli albumi con un pizzico di sale.  Nella ciotola con i tuorli aggiungere il composto al cioccolato e far amalgamare il tutto. Aggiungere poi la farina setacciata con il lievito. Infine, incorporare delicatamente gli albumi montati a neve.

Mescolare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
Imburrare ed infarinare uno stampo per torte da 26 cm  e versare il composto al suo interno.

Infornare la torta in forno già caldo a 180° per 30/40 minuti.
Sfornare la torta, capovolgerla e lasciarla raffreddare.

In una terrina mescolate la Nutella con il mascarpone.
Tagliate a metà la torta e farcirla con i 3/4 della crema nutella e mascarpone.
Coprire con il secondo disco e spalmare la restante crema.

Decorare a piacere. Io ho utilizzato granella di nocciole.

E con questa goduria partecipo alla raccolta di Genny - Al cibo commestibile:

image

giovedì 22 aprile 2010

Here’s to you … Vale’s Kitchen!!

Sarah, in occasione del suo blog-compleanno, ci ha chiesto qualcosa di diverso dalla solita ricetta, ci ha chiesto di farla entrare in quello che è, per noi foodblogger, il nostro regno… la cucina!

E’ con una punta di orgoglio quasi materno che oggi vi mostro la mia cucina, vi accorgerete che è un po’ strana, piccola, poco luminosa e (molto) poco aerata, ma la amo perché io e il mio amore l’abbiamo pensata e disegnata da soli, non senza discussioni, ma alla fine eccola qui, atipica… come me! Infilarla in un sottoscala ci ha dato un’infinità di problemi, abbiamo dovuto spostare ripiani, rifilare il piano di granito che non entrava, addirittura tagliare un pensile che non ci stava! e vi lascio solo immaginare per far scendere dalle scale quel bestione del frigo!

In fondo è qui che, tra un pasticcio e l’altro, è nata la passione per le torte decorate, per i lievitati, è qui che hanno inizio le serate a base di pizza e birra con gli amici, quelle a base di biscotti e farina dappertutto con i miei bambini. E’ qui che iniziano le giornate con un caffè ed è qui che finiscono le giornate con un biberon di latte… E’ qui che si impasta, si dosa, si versa, si mescola, se fosse un pelino più grande potrei dire: è qui che si vive.. sì, perché uno dei crucci è sicuramente la metratura.. troppo piccola per essere “abitabile”, per poterci pranzare, ma anche solo fare colazione, per poter fare i compiti con i bambini..

Insomma, non la posso vivere come vorrei, come l’ho sempre vissuta a casa dei miei, non posso pretendere di fare foto luminose, oppure di far andare via gli odori in un battibaleno, ma per il momento non mi lamento di certo, c’è tempo per la cucina dei miei sogni!

Vale's Kitchen

Vale's Kitchen 2

Vale's Kitchen 3

Ringrazio infinitamente Sarah per questa splendida idea e con questo post partecipo al primo giveaway del suo splendido blog: Fragola & Limone, se non è tra le vostre conoscenze, fateci un salto, merita davvero!!!

martedì 13 aprile 2010

Torta dinosauro (T-Rex cake)

Quando mio nipotino (o cuginetto??? mi incasino con le parentele… ad ogni modo, il figlio di mia cugina….) Gianmarco ha manifestato il desiderio di una torta di compleanno a forma di dinosauro, mi sono venuti i sudori freddi!!! Finchè mi si chiede una Hello Kitty o una Pippi Calzelunghe ancora ancora ci posso arrivare decorosamente… ma un T-Rex!!! che figura barbina avrei fatto!! Pensavo a Gianmarco e ai suoi compagni, non potevo deludere le sue aspettative… perciò ho cominciato a spulciare su internet finchè non ho trovato qualche buono spunto per quella che sarebbe stata la T-Rex Cake!!

La base è un pan di spagna rettangolare da 10 uova, farcito con crema pasticcera al limone e coperto di panna montata.

Il T-Rex è di pasta di zucchero colorata con coloranti alimentari con l’aiuto di un pennellino.

Ci credete che erano tutti a bocca aperta, bambini e genitori!!?? Io mi sono divertita tantissimo a realizzarla, non è buffo!???


Torta dinosauro (T-rex cake)

martedì 6 aprile 2010

I miei primi 30 anni…

Ebbene sì, anche io ho varcato in punta di piedi la soglia degli “enta”!! Contrariamente alle aspettative, la disperazione per aver lasciato i “enti” non mi ha colto, non ancora perlomeno! Sarà che sono stati giorni di fuoco, che ho corso di qua e di là come una trottola, che poi c’è stata Pasqua.. insomma, proprio non me ne sono accorta! Per la festa pochi amici intimi e parenti strettissimi e tante tante buonissime cose…. Questa volta ho deciso di deporre lo scettro di Wonder Woman e mi sono fatta aiutare, un po’ da qualche amica/cugina, un po’ da mia suocera, molto da mia mamma! Il buffet era composto da antipastini vari tipo salsiccia secca e formaggi misti, uova ripiene, diverse quiches e torte salate (piselli, carciofi, lorraine), cous cous con verdure, pasta e fagioli, fregola con carciofi, impepata di cozze, crostini di pane. La zona dolci invece era occupata da una meringata, un tiramisù e  la mia prima torta su due piani!

Torta 30 anni

Primo piano composto da pan di spagna rotondo da 7 uova cotto in teglia diametro 28 cm farcito con crema pasticcera alla panna. Secondo piano composto da pan di spagna rotondo da 4 uova cotto in teglia diametro 22 cm sempre farcito con crema pasticcera alla panna. Per non rischiare sprofondamenti ho rinforzato il primo piano con 3 sostegni di fortuna, 3 tappi di pennarelli jumbo coperti di pellicola. Sotto il secondo pan di spagna c’è un vassoietto di cartone ritagliato quasi a filo con il perimetro della torta. Non si sono mossi minimamente!! Entrambi i pan di spagna sono stati ricoperti prima con crema al burro, messi a riposare in frigo, e quindi ricoperti con della pasta di zucchero bianca; il 30 e le fascette sono sempre di pdz, ma colorata di rosa. Anche le rose sono in crema di burro, preparate precedentemente e messe in freezer fino al momento di posizionarle sulla torta; queste sono decisamente migliorabili!!!

Torta 30 anni particolare rose

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...