Pagine

martedì 30 giugno 2009

Torta salata con zucchine e crescenza

Questa è una quiche delicatissima che ho preparato per la comunione di zio Stefy. Non posso dire di amare appassionatamente le zucchine, anche se, devo essere sincera, è un ortaggio che mi ispira fantasia, perchè è molto versatile.. Non ricordo con certezza la fonte, ma mi sembra che provenga da Pip.. chiedo venia!

Torta salata con zucchine e crescenza

Ingredienti:

1 dose di Pâte à quiche
4 zucchine
150 gr. crescenza
1 cipolla
2 uova
una manciatina grana grattugiato
2 cucchiai olio evo
sale q.b.
pepe q.b.

In una padella far rosolare la cipolla tritata nell'olio, aggiungere le zucchine tagliate a rondelle, il sale e il pepe. Cuocere per un quarto d’ora a fuoco moderato girando ogni tanto. Lasciar intiepidire.

Sbattere le uova, aggiungere il grana grattugiato e regolare di sale e pepe.

Stendere la pasta in una tortiera rotonda di 24 cm di diametro, coprire con le zucchine e distribuire qua e là tocchetti di crescenza. Coprire con il composto di uova.

Infornare a 180° per 25-30 minuti.

Con questa quiche partecipo alla raccolta di Evelyne :

zucchine

e a quella di Stefania:

image

sabato 27 giugno 2009

Focaccia speedy

Focaccia speedy

Non sempre per avere risultati soddisfacenti bisogna aspettare per ore ed ore.. se si può avere qualcosa di buono in poco tempo.. perchè non farlo? Mica siamo masochisti che vogliamo per forza lavorare per tutta la sera per poi avare magari pure un risultato mediocre, o comunque che non meritava tutte quelle ore di lavoro… In attesa di provare la ricetta del pane veloce-veloce, scovato sul blog di Adele, oggi ho provato quella della focaccia veloce-veloce.. ho il frigo che trabocca di pomodorini ciliegia e mi sembrava cosa buona e giusta farli finire su una soffice e gustosa focaccia, con una vaga somiglianza con quella pugliese che conto di provare quanto prima. La lavorazione è facile e veloce, ho cominciato ad impastare alle 18.30 e alle 20.30 stavamo già divor…. ehm, mangiando:

Ingredienti:

500 gr. di farina
400 gr. di acqua tiepida
mezzo cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di fiocchi di patate
2 cucchiai di olio evo

(ricetta de “La Cucchiarella)

Ho intiepidito l’acqua e vi ho sciolto lo zucchero ed il lievito. Ho messo tutti gli ingredienti in una ciotola ed ho amalgamato il tutto velocemente con una forchetta. Poi ho messo a lievitare al caldo per un'ora. Passato il tempo ho acceso il forno a 250° ed ho oliato la teglia del forno coperta di carta forno, vi ho rovesciato sopra l’impasto (è molto molle, non preoccupatevi, è normale!!) e, con le mani unte l'ho appiattito per tutta la superficie. Ho tagliato a metà una decina di pomodorini e li ho disposti sulla focaccia con il sedere all’insù. Ho salato ed oliato e messo in forno fino a doratura. Su metà focaccia ho aggiunto delle fettine di mozzarella.

Buonissima e veloce, che cosa si può desiderare di più dalla vita?? Beh, una birra gelida ad esempio!!!

martedì 23 giugno 2009

Dolce versato con la ricotta

Questa è una di quelle ricette che finchè non provi, guardi un po’ con sospetto… L’idea di un dolce da cuocere parzialmente e farcire da crudo mi incuriosiva e mi lasciava perplessa allo stesso tempo.. fino a stasera che mi sono trovata con qualche etto di ricotta da far fuori e mi sono ricordata di questo dolce di Cameron. Davvero molto goloso e originale!

Dolce versato con la ricotta

Ingredienti:
per la base
2 uova intere
9 cucchiai di zucchero (150g)
9 cucchiai di olio (55g)
9 cucchiai di latte (65g)
12 cucchiai di farina (125g)
1 bustina di lievito per dolci


per il ripieno
500g di ricotta
uvetta o gocce di cioccolato
4 uova
un pizzico di sale
5 cucchiai di semolino (40g)
5/6 cucchiai di zucchero (80g)
vanillina o rum


Montare le uova con lo zucchero.
Aggiungere l'olio e poi il latte alternato alla farina mescolata con il lievito. Versare metà del composto in una tortiera non più grande di 24x24 o diametro 26 e infornare a 180° per 10 minuti.
Intanto preparare la crema amalgamando tutti gli ingredienti.

Togliere la base dal forno e riempire con la crema di ricotta; una volta versata la ricotta coprire con l'altra metà di impasto base.

Infornare ancora per circa 40 minuti. Sformare da fredda e servire spolverizzata di zucchero a velo.

Mannaggia alla fretta! Dov’è la foto della fetta!!??

venerdì 12 giugno 2009

Torta fredda allo yogurt

Finalmente dopo mesi e mesi di tempo fetente, è arrivato il sole, le belle giornate, il caldo.. finalmente posso uscire a spasso con i bambini senza preoccuparmi dei raffreddori, delle bronchiti, della gola! Finalmente il bucato asciuga in un batter d’occhio, finalmente il mare!!!!

Ma… beh, doveva pur esserci un ma… veramente se fosse per me i 365 giorni dell’anno sarebbero estate, estate, estate, ci sguazzo, mi piace troppo indossare canottiere, infradito, vedere colori su colori.. Ma (eccolo che ritorna) c’è caldo!! Ma va!? Beh, ad un po’ di caldo si può resistere, certo è che uno si deve adeguare.. anche l’alimentazione deve per forza variare.. i pranzi completi lasciano il posto a fresche insalatone, la frutta si fa prepotentemente strada con tutta la sua dolcezza e anche i dolci più pesanti, ahimè, devono lasciar posto a qualcosa di più leggero, di più fresco…

Sbagliato! Non è un cheesecake, è qualcosa di ancora più leggero! Una freschissima torta fredda allo yogurt, ideata da Nightfairy… è splendida perchè, cambiando gusto allo yogurt o al topping, si ha una torta completamente diversa! Io ho optato per uno yogurt ai frutti di bosco e ad una copertura di marmellata di mirtilli. Goduriosa!

Torta fredda allo yogurt

Ingredienti:

Per la base:

200 g. di biscotti secchi
100 g. di burro fuso

Per la farcia:
10 g. di colla di pesce
375 ml. di yogurt alla frutta
250 ml. di panna da montare
4 cucchiai di zucchero a velo
1 pizzico di vanillina (io non l’ho messa)

Per la base croccante: frullate i biscotti nel mixer, fino a renderli una farina. Unite il burro fuso e mescolate bene. Aiutandovi con un cucchiaio rivestite il fondo di una tortiera di 20cm. di diametro con questo composto e appiattite bene. Mettete in frigo a riposare.

Intanto preparate la crema, mescolando lo zucchero con lo yogurt; mettete i fogli di gelatina dentro un recipiente di acqua fredda per 10 minuti; fate sciogliere la colla di pesce con un paio di cucchiai di acqua e incorporatela velocemente allo yogurt. Montate la panna e incorporatela al composto.
Fate riposare in frigo per almeno 3 ore.

mercoledì 10 giugno 2009

Pain au chocolat

Pain au chocolat

Era da un sacco che volevo provare questa meraviglia.. ho trovato su diversi blog foto da far venire voglia di morsicare il monitor! E su più blog ho trovato questa ricetta, proviene da Brodo di Giuggiole ed è ottima! Avevo giusto un 100 grammi di uovo di pasqua fondente Lindt al 70% rimasti…anche se credo che la prossima volta utilizzerò un cioccolato meno forte, noi pendiamo verso il cioccolato meno fondente! A me sono usciti 16/17 mini-paninetti, sono dei bocconcini croccanti, ma che si sciolgono in bocca.

Ingredienti (per circa 12 piccole brioches):

125 g di farina manitoba
125 g di farina 00
12,5 g di lievito di birra fresco
140 g di latte
5 g di sale
40-50 g di zucchero
12,5 g di burro (fuso)
un cucchiaino di estratto liquido di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)
100 g circa di cioccolata extra fondente al 70%

Per "sfogliare":
125 gr di burro

un tuorlo e un po' di latte per spennellare

Mescolate le farine con lo zucchero e il sale. Scaldate leggermente il latte, prelevatene un paio di cucchiai e scioglietevi il lievito; versatelo nella ciotola e iniziate ad impastare, unendo a filo il restante latte tiepido. Quando l'impasto è quasi pronto versate i 12,5 g di burro fuso, tiepido o freddo.

Impastate per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto liscio e ben amalgamato, ponetelo in una ciotola coperto da pellicola e lasciatelo riposare in frigo per circa 40 minuti.

Nel frattempo, preparate il burro che servirà per sfogliare: tagliatelo a pezzettini, che adagerete l'uno accanto all'altro su un foglio di pellicola trasparente; copritelo con un altro foglio di pellicola, chiudete bene e battetelo con il matterello, poi stendetelo, fino ad ottenere una mattonella liscia. Mettete anche questa a riposare in frigo.

Trascorsi i 40 minuti, prendete la pasta dal frigo e stendetela con il mattarello in modo da ottenere una sorta di rombo, sul quale poserete la mattonella di burro; chiudetela dentro, incrociando i lembi opposti di pasta e sigillate bene i bordi. A questo punto stendete la pasta partendo dal centro verso l'alto e poi dal centro verso il basso, esercitando sempre la stessa pressione, fino ad avere una striscia, rettangolare, lunga una quarantina di centimetri.

Giratela verso sinistra in modo che sia orizzontale davanti a voi. Piegate il lato destro verso il centro, poi piegate il sinistro sul destro. Dovreste ottenere una specie di "libro", a tre strati, con l'apertura verso destra. Questo è il primo giro. Avvolgete il panetto nella pellicola e ponetelo in freezer per 15 minuti o in frigo per 30.

Prendete la pasta e, tenendo l'apertura sempre a destra, come un libro, stendetela, come prima; ottenuta la stessa lunghezza, girate la striscia a sinistra, quando sarà orizzontale davanti a voi piegatela come prima. Riponete di nuovo in frigo o freezer.

Fate un terzo e ultimo giro, ripetendo tutto il procedimento. Ottenuto il panetto a forma di libro, mettetelo nuovamente a raffreddare per 30 minuti in frigo.

Adesso potete stendere la pasta per fare i "panini". Raggiunto uno spessore di circa 3-4 mm, tagliate dei rettangoli 9 per 5 cm. Posate tre pezzetti di cioccolato su una delle estremità (lato corto) e avvolgete la striscia su se stessa.

Disponete i vostri "pain au chocolat" su una placca coperta di carta forno e ponetela in frigo. A questo punto potete scegliere. 1) Lasciarli riposare mezz'oretta, poi tirarli fuori e farli lievitare finchè raddoppieranno di volume, spennellarli con un tuorlo sbattuto con poco latte e poi cuocerli a 200 gradi in forno già caldo per quindici minuti. 2) Oppure, lasciarli in frigo un paio d'ore, magari tre, poi, prima di andare a dormire, mettere la teglia nel forno spento per tutta la notte. Al mattino, prendete la teglia e accendete il forno a 200°.

Spennellate i vostri pain au chocolat con un tuorlo sbattuto con poco latte prima di infornarli. Cuoceteli per 15 minuti o finchè saranno dorati.

martedì 9 giugno 2009

Panna acida

Panna acida

Chissà quante volte avete sentito parlare di sour cream oppure di crème fraîche e avete pensato “che diavoleria è questa?” Non vi è mai successo? Beh, a me si.. poi ho scoperto che erano la stessa cosa: la panna acida! Pensare alla panna acida come ad un alimento/salsa/accompagnamento mi faceva un po’ specie, ma mi sono dovuta ricredere! Mi sono imbattuta in una ricetta di cheesecake che la prevedeva, ma qui a Cagliari di panna acida neanche l’ombra… stavo già abbandonando l’impresa quando mi sono detta “figurati se qualcuno non ha trovato il modo di farsela in casa…” detto fatto, ecco la ricetta della mia panna acida home made!

Ingredienti:


1/2 lt panna liquida
1 vasetto di yogurt (denso, non dolcificato)
succo di mezzo limone

Mettere la panna in un contenitore, aggiungere lo yogurt e il succo di limone, amalgamare bene e lasciare a temperatura ambiente per 24 ore.

Oltre che in varie ricette di cheesecake la panna acida è molto buona con le baked potatoes (patate al forno), verdure grigliate, pesce, al posto della maionese, nelle zuppe oppure anche al cucchiaino…

domenica 7 giugno 2009

Pâte à quiche (di Christophe Felder)

Presa dal Cavoletto, ecco un’ottima base per fare delle quiches e torte salate in alternativa alla solita pasta sfoglia o briseè. E’ un impasto favoloso, molto elastico, si stende benissimo! E come gusto? Buono, fragrante.. e poi ci si mette solo qualche minuto a farlo.. Questa pasta mi è servita per realizzare 2 quiches in occasione della comunione di mio fratello, una con le zucchine e una con gli asparagi.. ottime, non ho trovato nemmeno le briciole nel piatto! Insomma, ve la consiglio davvero!

Pate a quiche

Ingredienti:

200 g di farina 00
5 g di sale
90 g burro a pezzetti
1 uovo
20 g di acqua

(ricetta di Christophe Felder)

Lavorare la farina insieme al sale e al burro freddo finchè non si saranno perfettamente amalgamati. Unire l’uovo intero e l’acqua continuando ad impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Coprire con pellicola e lasciar riposare in frigo per 2 ore.

Stendete la pasta con il mattarello su un foglio di carta forno portandola ad uno spessore di circa 3 mm rivestire uno stampo rotondo da 24 cm di diametro.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...