Pagine

domenica 26 aprile 2009

Torta di noci e miele

Mi sono innamorata di questa particolarissima torta sfogliando le pagine della mia preziosissima Enciclopedia della Cucina Italiana.. Avevo giusto qualche etto di noci avanzate dalle feste di Natale e un barattolo di ottimo miele del mio amico Sandro ed ecco qui il dolce più light del mondo!! MM che buono!!

Torta di noci e miele 

Ingredienti:

200 gr. burro
200 gr. zucchero semolato
2 uova
200 ml. latte
300 gr. farina 00
1 cucchiaio lievito
2 cucchiai miele
100 gr. gherigli noce

Far ammorbidire 50 gr. di burro e lavorarlo con 100 gr. di zucchero fino ad ottenere una crema soffice. Unire poi le uova precedentemente sbattute, il latte (tenendone da parte 2 cucchiai) e la farina setacciata insieme al lievito.

Versare il composto in uno stampo rettangolare precedentemente imburrato.

Far fondere il burro rimasto in una casseruolina e unire il rimanente zucchero, il miele e il latte tenuto da parte. Togliere dal fuoco e lavorare fino ad ottenere una crema liscia. Unire le noci tritate e mescolare per amalgamarle agli altri ingredienti.

Versare il tutto nello stampo sopra il composto e cuocere a 200° per circa 30’.

venerdì 24 aprile 2009

Crostata con crema e mele

Crostata con crema e mele

Mi dispiace dirlo, ma questa crostata è frutto di un riciclo!!! Avevo appena finito di preparare un maxi tortone della nonna e mi sono trovata con un po’ di pasta frolla e un po’ di crema pasticcera … che fare ? Ho affettato sottilmente qualche mela e l’ho bagnata con del succo di limone, ho steso la pasta avanzata in uno stampo da crostata, l’ho farcita con la crema e ho disposto le mele a raggiera (la dà l’idea di un fiore??), ho spolverizzato con un po’ di zucchero e ho infornato a 180° per circa 25 minuti!

Purtroppo non so dirvi il sapore perchè questa meraviglia ha avuto un incontro ravvicinato (un po’ troppo) con un pezzo di carne un po’ sfacciato che si è brutalmente tuffato su di lei… Mannaggia al frigo e a quello che succede dentro…

martedì 21 aprile 2009

Mantovanine

Non so voi, ma io amo il profumo del pane, panini, pagnotte..il guaio è che non ne amo soltanto il profumo, la linea può confermarlo! Mi è capitato più volte di imbattermi nelle mantovanine di Cameron, così carine, mi sembrava di sentirne il profumo uscire dal monitor.. dalle mie parti non è un pane che si trova spesso, quindi mi tocca farmelo da me!

IMG_0759 modificato

Ingredienti:

400 gr di farina 00
100 gr manitoba
15 gr di lievito di birra
210-220ml di acqua
1 cucchiaio di strutto (oppure 30/40g di olio di oliva)
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di malto o miele


Far sciogliere nell'acqua il lievito con il malto o miele, avviare l'impastatrice con la farina, aggiungere l'acqua e quando è a metà impasto mettere lo strutto, alla fine il sale.

Deve venire un impasto piuttosto solido, da non sporcare la spianatoia, impastare per 10-15 minuti e poi dare 2-3 battute alla pasta sul tavolo,
mettere a lievitare sotto campana x 30 minuti circa. Dopo la lievitazione dividere in 8 pezzi.

Tirare ogni pezzo, spianarlo con il mattarello e arrotolarlo nuovamente su se stesso, ripetere questa operazione più volte; alla fine tirare ogni singolo pezzo di pasta in una lunga striscia.

Prendere la striscia e arrotolarla tirando un pochino e cercando di non far uscire troppo i lati. Mettere a lievitare coperte con pellicola e strofinaccio per 30 minuti.

Nel frattempo accendere il forno e portare a circa 240°, scaldare anche la teglia in cui si intendono cuocere le mantovanine.

Praticare un taglietto non troppo profondo su tutta la lunghezza del panino, quindi infornare fino a colorazione desiderata. A me sono bastati circa 8 minuti a 240° e 2/3 a 200°.

Ho sottratto alle grinfie dei miei lupi affamati un panino per sentirne la morbidezza il giorno dopo.. erano morbidi! Ovviamente dentro un contenitore coperto da pellicola… Buonissimi!!

mercoledì 15 aprile 2009

Focaccia alle patate

Mi piace sperimentare diversi tipi di impasto per la stessa preparazione, in modo da capire gli effetti che diverse proporzioni degli stessi ingredienti hanno sul risultato finale.

Questa ricetta è di Monny61, l’ho presa nel forum di Cookaround, lei la usa per tutto, pane, pizze, focacce, a volte fa variazioni sul tema – farina diversa, mix di farine, latte al posto dell’acqua, metà latte e metà acqua – insomma è un impasto versatile che ben si presta alle modifiche dettate dall’estro di chi ha le mani in pasta!

100_5272 modificato

Io ho fatto 2 teglie: una con una semplicissima margherita, l’altra con questa focaccia… Ecco le dosi:

Ingredienti:

425 gr.farina 00
250gr farina manitoba
una busta di purè in fiocchi (75gr.)
450ml acqua
2 cucchiaini di malto o zucchero
10g di lievito di birra
2/3 bei giri d'olio
3 cucchiaini di sale

Procedimento:

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e impastare insieme tutti gli ingredienti, il sale per ultimo. Fare una palla e porla in un contenitore capiente ben oliato. Coprire con pellicola e porre a lievitare al calduccio per 2 ore. Riprendere l’impasto, sgonfiarlo e stenderlo in 2 teglie oliate, allargandolo bene con le mani. Disporre il condimento sulla superficie della focaccia e coprire nuovamente con un canovaccio e porre a lievitare per un’altra ora abbondante.

Cuocere a 200° in forno statico per circa 20 minuti.

sabato 11 aprile 2009

Ventaglio delle Sorelle Simili

IMG_0468 modificato

Ho preso questa ricetta dal blog di Cindystar, è davvero molto scenografica e anche molto buona! La pasta di base è il pan brioche delle Sorelle Simili, il resto è davvero semplice..

Ingredienti:

400/500g. di pasta di Pan Brioche
200g. di prosciutto cotto tagliato sottile
grana grattugiato

Tirare la pasta in un rettangolo di circa 30x35.
Cospargere di grana e ricoprire i 2/3 con il prosciutto, dare un'altra spolverata di grana.
Piegare la pasta non ricoperta su metà della pasta con prosciutto, quindi piegare nuovamente: in questo modo si avranno 3 strati di pasta e 2 di ripieno. Fissare bene i lati.

Appoggiare il rotolo su carta forno e con le forbici tagliare delle strisce lungo la lunghezza del rettangolo fino a 3cm. dalla base. Separarle e torcerle verso l'alto fino ad evidenziare il ripieno.
Pennellare con uovo battuto e far lievitare 30/40 minuti.
Cuocere poi a 180° per 20/25 minuti, coprendo con stagnola dopo 10 minuti.

Pan brioche delle Sorelle Simili

Questo è un impasto estremamente versatile, delicato, adatto sia a preparazioni salate che dolci. Chiuso in un sacchetto si mantiene morbido per alcuni giorni.

Ingredienti:
Per il lievitino:
g 150 di farina di forza
g 90 di acqua
g 30 di lievito di birra

Impastare velocemente e fare riposare a palla per 40-50' fino al suo raddoppio coperto a temperatura ambiente.

Per l'impasto:
g 350 di farina di forza
g 50 di acqua
g 100 di burro morbido
2 uova
g 30 di zucchero
g 10 di sale

Procedimento:
Fare un impasto sul tavolo con il resto degli ingredienti e lavoratelo bene.
Appena il lievitino è pronto mettetelo sul tavolo schiacciatelo bene e tiratelo con il le mani, mettete al centro il secondo impasto poi cominciate a lavorarlo battendo finchè non ci saranno più striature bianche (ci vogliono almeno 15').
Mettere in una ciotola unta di burro e fatelo lievitare per circa 1 ora e 1/2.

Rovesciare sul tavolo e formare pane a cassetta, trecce, cornetti, focacce, panini o qualsiasi altra forma vi suggerisce la fantasia.
Coprire con pellicola o con un panno umido e far lievitare per altri 40'-50'
Pennellare delicatamente con un uovo intero sbattuto e cuocere a 200 per circa 30'-40' o fino a completa doratura.

n.b. con queste dosi si ottengono circa 800 gr. di pasta brioche finita.

Personalmente, per le preparazioni dolci preferisco aumentare un po’ lo zucchero e dimezzare il sale, poi ovviamente aggiungere aromi a piacere (limone, vaniglia…)

lunedì 6 aprile 2009

Maritozzi con la panna

IMG_0584 modificato

In questo periodo i foodblog sono popolati perlopiù da uova decorate e colombe, qualcuno si spinge più in là con pastiere e maritozzi… Nella mia profonda ignoranza, pensavo che i maritozzi fossero specie di pastine con uvetta, poi ho visto questi, e non avevano per niente l’aria di essere “specie di pastine”, avevano l’aria di essere deliziosi! Era sabato, avevo tutto il tempo di fare poolish e pre-impasti vari e mi sono lanciata!

Ingredienti:

g 250 farina manitoba
g 250 farina 00
g 75 zucchero
g 5 sale
g 75 di strutto
g 20 di lievito di birra
170 ml d'acqua
80 ml di latte (se l’impasto lo consente si può arrivare fino a 170 ml. dipende dalla capacità di assorbimento della farina utilizzata)
scorza di arancia
1 tuorlo d'uovo
1 albume (x pennellare)


Procedimento: (se si vogliono fare in giornata...)
Fare un impasto con gli ingredienti indicati (tranne l'albume), aggiungere lo strutto alla fine.
Porre a lievitare per un'ora e mezza in luogo tiepido. *Quindi formare i maritozzi senza rilavorare eccessivamente l'impasto.
Allinearli man mano distanziati sulla placca da forno foderata di carta forno, pennellarli con l'albume e lasciarli lievitare per circa un'ora e mezza.
Cuocere in forno a 180 gradi circa finchè non saranno belli dorati.
Per dare lucido ai maritozzi, si prepara in un pentolino uno sciroppo composto da 3 cucchiai di acqua e 2 di zucchero, dopo averlo fatto bollire per sciogliere lo zucchero, lo si usa per spennellare i maritozzi appena sfornati.

Poi si aprono e si farciscono con panna montata leggermente zuccherata.

Io invece, seguendo il consiglio di Paoletta, ho fatto un poolish con 170 gr di acqua e 150 gr di farina, 15 gr di lievito e un cucchiaino di miele. Ho lasciato lievitare al raddoppio. Dopodichè ho impastato col resto degli ingredienti, lasciato puntare 40 minuti e messo in frigo per la notte.

All’ora di pranzo del giorno dopo ho tirato fuori l’impasto e l’ho lasciato un’oretta abbondante a temperatura ambiente. E ho proceduto come da ricetta*.

Con queste dosi mi sono usciti 13 maritozzi belli cicciotti, soffici come la neve e profumatissimi! Mi dispiace solo di non aver avuto sottomano la farina 00 Coop…

mercoledì 1 aprile 2009

La mia prima volta … con la pasta di zucchero

Per mesi ho ammirato in silenzio le meraviglie che si possono fare con la pasta da zucchero, ho recuperato tutti gli ingredienti per essere pronta a farla in qualsiasi momento.. Il momento giusto ha un po’ tardato ad arrivare per timore reverenziale .. chissà se ci riuscirò!!

Ieri, mio compleanno, giornata un po’ storta… ho pensato di lanciarmi, in modo da – ipotesi A – dare una svolta positiva alla giornata – ipotesi B – affondarla una volta per tutte… Come sarà finita ???

IMG_0525 modificato

Ingredienti:

450 gr zucchero a velo
30 ml acqua
5 gr colla pesce
50 gr glucosio
vaniglia liquida, facoltativa

 

Inserire nel robot lo zucchero a velo. Nel frattempo mettere la gelatina a bagno nei 30 ml. di acqua, quando e' morbida aggiungere glucosio ed estratto di vaniglia. Accendere il gas e far sciogliere il tutto, portandolo alla stato liquido (attenzione non deve bollire) e versare sullo zucchero, lavorare fino a quando diventa maneggiabile senza appiccicare dappertutto; se è necessario aggiungere un altro po’ di acqua o di zucchero.

Stendere sulla carta forno e lavorare con amido di mais o zucchero a velo.

Si può colorare a piacere, io come vedete l’ho fatta bianca e rosa (con l’aggiunta di colorante rosso liquido [mannaggia a me, dove avrò nascosto i coloranti in polvere!!??] direttamente al posto di un po’ di acqua – dei 30 ml).

Non so voi, ma io sono contentissima del risultato!! Dopotutto è solo il primo tentativo (di sicuro non l’ultimo!!!!)…

Sotto quest’abito meraviglioso (ogni scarrafone è bello a mamma sua) c’è un semplice pan di spagna con doppia farcitura: crema pasticcera semplice e al cioccolato, e poi completamente ricoperto di crema di burro.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...